Articoli in evidenza:

sabato, ottobre 24, 2020

124° anniversario del matrimonio tra il Principe Vittorio Emanuele di Savoia e la Principessa del Montenegro Elena 

24 ottobre 1896

Il 24 ottobre 1896 al Quirinale si svolse il matrimonio civile tra il Principe ereditario Vittorio Emanuele, Principe di Napoli, e la la principessa di Montenegro Elena.

La cerimonia religiosa alla Basilica di S. Maria degli Angeli.

Dopo l'arrivo del Principe ereditario Vittorio Emanuele di Savoia nel Montenegro, il fidanzamento ufficiale fu annunciato il 16 agosto 1896.

Lasciato il Montenegro, il 21 ottobre Elena e Vittorio Emanuele sbarcarono a Bari, dove nella basilica di S. Nicola Elena, dopo l'abiura del credo ortodosso, compi l'atto di conversione alla fede cattolica.

Dopo essere stata sepolta per 65 anni in una tomba del cimitero di Montpellier, il 15 dicembre 2017, la salma della Regina Elena è stata rimpatriata in Italia e sepolta nel santuario di Vicoforte (Cuneo), nella cappella di San Bernardo,

Due giorni dopo (17 dicembre)  anche i resti del Re Vittorio Emanuele III sono stati sepolti nel santuario di Vicoforte accanto alla Regina Elena, dopo essere stati traslati in aereo da Alessandria d'Egitto in Italia.


Una guardia del corpo del Re della Thailandia positiva al covid-19

21 ottobre 2020

Sua Maestà il Re Vajiralongkorn della Thailandia, noto anche come Rama X, era stato ricoverato all'ospedale di Bangkok alle 2 del mattino, dopo che una delle sue guardie del corpo è risultata positiva al COVID-19.

Il Re Vajiralongkorn era arrivato dalla Germania, dove vive abitualmente, il 10 ottobre, per celebrare i quattro anni dalla morte di suo padre, il re Bhumibol Adulyadej, ma né lui né alcuno del suo entourage sono stati messi in quarantena all'arrivo in Thailandia. 

Vajiralongkorn è salito al trono nel 2016 dopo la morte di suo padre, il re Bhumibol, che regnava dal 1946 ed il nuovo re è stato formalmente incoronato solo il maggio 2019.


La principessa Mary discute sulla solitudine tra i giovani

22 ottobre 2020

Sua Altezza Reale la principessa ereditaria Mary di Danimarca ha  incontrato alcuni giovani della sua Fondazione Mary per ascoltare come la pandemia del covid19 li ha colpiti e per discutere sulla solitudine.

La Principessa Mary ha affermato di essere stata colpita dalla compassione dei giovani nei confronti delle persone che in questo difficile periodo si sentono più soli, e nello stesso momento ha detto che le numerose idee proposte dai giovani per combattere la solitudine fa pensare ad un futuro migliore.

Visto che la solitudine tra i giovani è aumentata durante la chiusura, la Fondazione Mary aveva aderito ad una partnership governativa per sviluppare una strategia per affrontare la solitudine tra i giovani e quindi rimediare a questo problema, che a lungo termine può causare sfiducia mentale, depressione, ansia ed abbandono scolastico.

La Fondazione Mary è stata costituita nel 2007 dalla principessa Mary per affrontare tre questioni principali legate all'isolamento sociale: bullismo e benessere; violenza in casa; e combattere la solitudine.


Related Posts with Thumbnails