Articoli in evidenza:

sabato, novembre 30, 2019

Il Principe Alberto di Monaco ricevuto da Macron al Palazzo dell'Eliseo 

29 novembre 2019

Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco è stato ricevuto dal presidente Emmanuel Macron al Palazzo dell'Eliseo, e la riunione di lavoro è stata l'occasione di riaffermare i profondi legami che uniscono la Francia al Principato di Monaco.

Tra i temi principali c'è la protezione dell'ambiente, la difesa della biodiversità e la conservazione degli oceani, ed il presidente Macron e il principe di Monaco hanno riaffermato il loro impegno a lavorare insieme, all'attuazione effettiva e più ampia possibile, dell'accordo di Parigi, in particolare nella prospettiva della cop 25.

Per quanto riguarda le questioni internazionali, Macron ed il principe Alberto hanno menzionato l'organizzazione internazionale della francofonia, che il prossimo anno nel suo 50° anniversario sarà celebrata a Tunisi.

Infine il principe Alberto ha invitato il presidente Macron e la sua moglie a recarsi prossimamente nel principato di Monaco per una visita ufficiale.


Re Costantino e la Regina Anna Maria di Grecia inaugurano il busto dedicato a Re Paolo I

27 novembre 2019

Re Costantino II di Grecia e la Regina Anna Maria si sono recati al Museo Nazionale di Archeologia di Atene, per inaugurare il busto dedicato a Re Paolo I, che sarà esposto permanentemente nel museo.

Il busto di re Paolo è stato donato dagli ex alunni del Model Lyceum di Anavryta che fu fondato nel 1949 dal re Paolo pe introdurre in Grecia un modello di apprendimento simile a quello dei collegi inglesi e tedeschi.

Questo busto nel 1966 fu collocato nel cortile del collegio, ma nel 1981 il partito Pasok, che si era impegnato ad eliminare molte statue legate alla Monarchia, decise di nascondere l’opera.
Anni dopo, il busto apparve in un magazzino e fu consegnato all'Associazione Alumni, tra cui il re Costantino.



venerdì, novembre 29, 2019

La famiglia reale olandese partecipa alla cerimonia di premiazione Erasmus 2019

28 novembre 2019

Le Loro Maestà il re Guglielmo Alessandro, la regina Maxima e la principessa Beatrice dei Paesi Bassi hanno partecipato alla cerimonia del Premio Erasmus 2019 della Fondazione Praemium Erasmianum, che si è tenuta presso il Palazzo Reale di Amsterdam.

Il Re Guglielmo Alessandro ha consegnato il Premio Erasmus 2019 al compositore e direttore d'orchestra americano John Adams, che ha ricevuto il premio perché "ha creato un nuovo linguaggio musicale combinando elementi di musica jazz, popolare e classica, rendendo di nuovo comprensibile la musica classica contemporanea".

La Fondazione Premio Erasmus è stata fondata nel 1958 dal Principe Bernardo e viene assegnata ogni anno ad una persona o istituzione che ha dato un contributo eccezionale alla cultura e società.

In occasione del loro 20° anniversario di matrimonio, il re Filippo e la regina Matilde hanno rilasciato una intervista

novembre 2019

In occasione del loro 20° anniversario di matrimonio, il re Filippo e la regina Matilde dei belgi hanno rilasciato una intervista di 15 minuti al canale televisivo belga RTBF.

L'intervista è stata realizzata da una conversazione di 2 ore che si è svolta al castello di Laeken il 16 novembre 2019.
Questa intervista fa parte di un documentario più ampio intitolato "Il tempo di una storia: Filippo e Matilde già 20 anni".

Il Re Filippo sul loro fidanzamento ha affermato : "È stato un momento eccezionale. Eravamo in paradiso. Inoltre, il tempo era fantastico, tutto era semplicemente perfetto. Ma ciò che ricordo di più è stato il periodo poco prima del fidanzamento ufficiale. L'annuncio era stato fatto ma noi ci siamo nascosti. Non volevamo mostrarci prima della data annunciata. I giornalisti ci stavano cercando, ma non eravamo lì. Abbiamo trascorso del tempo insieme, in un luogo segreto. Era un momento eccezionale. di fervore, di attesa. La popolazione belga, il nostro paese ha accolto molto bene la mia fidanzata. Mi ha avvicinato alla gente. Abbiamo condiviso un legame: hanno quasi accolto la mia fidanzata come se fosse la loro ".

La regina Matilde sul periodo quando fu sotto i riflettori per la prima volta, ha detto: "Ricorderò per sempre quando Mio marito, dopo aver aperto la finestra, mi disse:" Vai, andiamo! " . Mi sono trovato di fronte a una nuova vita che non conoscevo affatto. 
Un aneddoto comico: le voci su di me iniziò a circolare 3 giorni prima della presentazione ufficiale, ma nessuno aveva una foto o qualcosa del genere su di me. 
Ho sentito che non avrei dovuto andare in giro nei posti dove le persone mi avrebbero riconosciuto così, visto il mio amore per i libri  sono andata in una libreria, dove mentre stavo leggendo ho sentito le notizie radiofoniche sul possibile fidanzamento del principe Filippo".

Il principe Haakon e principessa Mette Marit ospita i delegati della croce rossa norvegese

27 novembre 2019

Le Loro Altezze Reali  il principe ereditario Haakon e la principessa ereditaria Mette Marit di Norvegia hanno ospitato i rappresentanti della società civile, a Skaugum, nella residenza ufficiale della coppia reale.

La principessa ereditaria Mette-Marit è la patrona della Croce rossa norvegese.

I delegati che lavorano per la Croce Rossa hanno un'istruzione formale e almeno tre anni di esperienza professionale pertinente (esperienze come ostetriche, infermiere, medici, psicologi, elettricisti e idraulici).
Inoltre i delegati volontari possono operare in caso di crisi e catastrofi, e lavorano sia con operazioni di soccorso che con sostegno  di varie associazioni nazionali con cui la Croce Rossa sta collaborando.


giovedì, novembre 28, 2019

Il Re di Giordania riceve il premio Scholar-Statesman 2019

22 Novembre 2019

Sua Maestà il re Abdullah di Giordania ha ricevuto il premio Scholar-Statesman 2019.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche sua moglie, la regina Rania, e il suo primo figlio, il principe ereditario Hussein.

La Washington Institute for Near East Policy (WINEP) ha premiato il Sovrano di Giordania in segno di apprezzamento per il suo impegno nel promuovere la pace in Medio Oriente ed il dialogo interreligiosa, nel suo ruolo di Custode hashemita dei luoghi santi islamici e cristiani di Gerusalemme.


67 anni fa moriva la Regina Elena d'Italia

28 novembre

Elena è nata a Cettigne (Montenegro), l'8 gennaio 1873, ed è morta a Montpellier (Francia), il 28 novembre 1952.

Elena è la 2° Regina d'Italia, consorte di Vittorio Emanuele III e madre di Umberto II.

Il matrimonio tra Elena e Vittorio Emanuele di Savoia fu celebrato il 24 ottobre 1896, la cerimonia civile si tenne al Quirinale, mentre quella religiosa nella Basilica Santa Maria degli Angeli.

La coppia reale ha avuto 5 figli:
Iolanda Margherita (1901 - 1986)
Mafalda Maria Elisabetta (1902 - 1944)
Umberto (1904 - 1983)
Giovanna (1907 - 2000)
Maria Francesca (1914 - 2001)

Quando Reggio Calabria e Messina furono colpite da un disastroso terremoto e maremoto (28 dicembre 1908), la regina Elena si dedicò subito ai soccorsi.

Durante la prima guerra mondiale Elena fece l'infermiera a tempo pieno e, con l'aiuto della Regina Madre, trasformò in ospedali il Quirinale e la Villa Margherita.

Elena studiò medicina e ne ebbe la laurea honoris causa, e finanziò numerose opere benefiche. Papa Pio XI il 15 aprile 1937 le conferì la Rosa d'oro della Cristianità, la più importante onorificenza possibile a quei tempi per una donna da parte della Chiesa cattolica.

Dopo l'abdicazione (9 maggio del 1946) di Vittorio Emanuele III a favore del figlio Umberto, Elena con suo marito andò in esilio in Egitto.
Malata di cancro  Elena si trasferì in Francia a Montpellier, dove dopo un difficile intervento chirurgico morì il 28 novembre.

Dopo essere stata sepolta per 65 anni in una tomba del cimitero di Montpellier, il 15 dicembre 2017, la salma di Sua Maestà la Regina Elena è stata rimpatriata in Italia e sepolta nel santuario di Vicoforte (Cuneo), nella cappella di San Bernardo,
Due giorni dopo (17 dicembre)  anche i resti di Sua Maestà Re Vittorio Emanuele III sono stati sepolti nel santuario di Vicoforte accanto alla Regina Elena, dopo essere stati traslati in aereo da Alessandria d'Egitto in Italia.

La rivista Point De Vue numero 3723 di novembre  2019

COPERTINA




EXCLUSIF 
A MONACO

Photos 
en famille 
au palais princier

UNE NUIT 
CHEZ LES ROIS 


La reine bannit
son fils préféré
ANDREW
LA DISGRACE




mercoledì, novembre 27, 2019

La regina Elisabetta celebra il 150° anniversario della Royal Philatelic Society

25 novembre 2019

Sua Maestà la Regina Elisabetta II ha inaugurato la nuova sede della Royal Philatelic Society in occasione del suo 150° anniversario.

Durante la visita, la Sovrana Elisabetta ha visitato le strutture, dove ha visto un ritratto di se stessa e di altri quattro sovrani britannici: la regina Vittoria, Edoardo VII, Giorgio V e Giorgio VI. 
Quando Le è stato mostrato il ritratto di Giorgio V, la Regina Elisabetta ha detto che Giorgio era sempre stato interessato ai francobolli ed era un grande collezionista. Inoltre la Regina Elisabetta ha potuot vedere la corrispondenza di suo nonno, il re Giorgio V ed ha parlato con gli esperti della Royal Philatelic Society.

Al termine della visita la regina Elisabetta ha firmato uno speciale libro commemorativo per la sua visita alla nuova sede. 

La Royal Philatelic Society London è la più antica società filatelica del mondo, che fu fondata il 10 aprile 1869 come The Philatelic Society. La società gestisce il Museum of Philatelic History, presso la sede del Devonshire Place a Londra.

La Royal Philatelic Society è sempre stata legata alla Corona, che ottenne lo status reale nel 1906 e numerosi sovrani sono stati collezionisti filatelici come collezionisti di una vasta collezione di francobolli che è cresciuta da quando Edoardo VII iniziò a collezionare.
Il re Giorgio V, quando era ancora il Duca di York, fu vicepresidente onorario della Royal Philatelic Society e il suo mandato durò dal 1893 al 1910. In seguito Re Giorgio VI continuò a far crescere la collezione di francobolli reali, così come la regina Elisabetta.

La Regina Maxima dei Paesi Bassi in Pakistan per l'accesso ai servizi finanziari

25 -27 novembre 2019

Sua Maestà la regina Maxima dei Paesi Bassi si è recata in Pakistan nel suo ruolo di avvocato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per lo sviluppo del finanziamento inclusivo, al fine di vedere i progressi dell'accesso ai servizi finanziari in quel paese asiatico.

Risulta che adesso in Pakistan il 21% degli adulti ha un conto bancario, mentre nel 2014 solo il 13%, ma nonostante l'aumento 99 milioni di pakistani non hanno ancora accesso a servizi finanziari come un conto bancario, assicurazioni, prestiti, pensioni o metodi di pagamento digitali.

In Pakistan, la regina Maxima ha incontrato numerosi autorità politiche e bancarie, per discutere dello sviluppo finanziario, tra cui il ministro degli Esteri pakistano, il presidente Arif Alvi, il primo ministro Imran Khan, il governatore della Banca di Stato del Pakistan, il consulente finanziario del Primo Ministro e il presidente dell'Autorità nazionale per la registrazione e la registrazione.

La regina Maxima ha partecipato al lancio di "Micropayments Gateway", una iniziativa della banca centrale per ridurre i costi dei piccoli pagamenti al fine di stimolare i pagamenti digitali, in particolare per le persone in situazioni di povertà.

Inoltre la regina Máxima ha potuto conoscere un progetto sviluppato nell'ambito del CEO Partnership for Economic Inclusion ( CEOP), e nella città di Lahore alcuni progetti che occupano sui servizi di finanziamento digitale che contribuiscono allo sviluppo degli imprenditori.


La rivista Point De Vue Images du Monde Special Joaillerie

COPERTINA


LE TRESOR 
DES IMPERATRICES
150 ans de diamants 
à la vour du Japon


DE QUEEN MUM 
A LA DUCHESSE 
DE CAMBRIDGE

LA FANTASTIQUE COLLECTION 
DE DIADEMES 
DES WINDSOR







martedì, novembre 26, 2019

Sua Altezza Reale il Duca Dinis De Santa Maria festeggia il suo 20° compleanno

25 novembre 2019

L'Iinfanta Dom Dinis di Santa Maria, 4º Duca di Porto, è nato il 25 novembre 1999 a Lisbona, Portogallo

E' l'Infante del Portogallo, 3° figlio di D. Duarte Pio, duca di Braganza , attuale pretendente al trono del Portogallo, e di Isabella Inês de Castro Curvello de Herédia.

Il duca di Porto è il 2° nella linea di successione al trono portoghese,  dopo suo fratello maggiore, Alfonso, principe di Beira .




Il principe Federico e la principessa Mary di Danimarca in Polonia

25 novembre 2019

Le Loro Altezze Reali il principe ereditario Federico e la principessa ereditaria Mary di Danimarca sono andati in visita ufficiale in Polonia in occasione del centenario della ripresa delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

Il presidente Andrzej Duda e la first lady Agata Kornhauser-Duda hanno ricevuto il principe Federico e la principessa Mary di Danimarca al palazzo presidenziale nella capitale polacca di Varsavia.
Dopo il benvenuto ufficiale il presidente polacco hanno ospitato un pranzo ufficiale per la coppia reale danese, a cui hanno partecipato anche rappresentanti dei settori economico e culturale dei due Paesi.
In seguito la coppia danese si è recata alla tomba dei soldati caduti in guerra dove il principe Federico ha deposto una corona di fiori, e poi ha visitato un centro di veterani delle forze armate polacche.

La principessa Mary ha anche partecipato a un simposio sul diabete.

Dopo un ricevimento che si è tenuto al Palazzo della cultura e della scienza di Varsavia, il principe Federico e la principessa Maria hanno assistito ad un concerto, organizzato dall'Istituto culturale danese.


La rivista HELLO! numero 1612 di novembre 2019

COPERTINA


ROYALS UNITE
IN A HISTORIC
WEEK
"They love 
performing, 
particularly 
Charlotte"


ON A DATE NIGHT
WITH HER DUKE

KATE
THE GLAM MUM
REVEALS HOW THEIR
CHILDREN STEAL THE
SHOW AT HOME






lunedì, novembre 25, 2019

La famiglia reale rumena commemorare il 2° anniversario della morte del re Michele. 

23 novembre 2019

I membri della famiglia reale rumena hanno commemorare il secondo anniversario della  morte del re Michele I di Romania.

Alla cerimonia religiosa che si è svolta dal Nuovo Arcivescovo nella Cattedrale Reale della Corte di Argeș officiata dall'Arcivescovo Calinic di Argeș e Muscel, Sua Maestà la Principessa Margherita, Custode della Corona di Romania, era accompagnata dal Principe Radu e dalla Principessa Sofia

Dopo la preghiera presso la tomba del re Michele, la famiglia reale ha salutato i presenti davanti alla nuova cattedrale, che hanno partecipato per mostrare il loro rispetto per il loro re defunto.

Il re Michele di Romania fu costretto all'esilio dopo che i comunisti presero il potere nel 1947, ed ha trascorso diversi anni in esilio, vivendo nel Regno Unito e infine in Svizzera.
Solo nel 1997, dopo 8 anni del crollo del comunismo, ottenne la cittadinanza rumena.

Nel 2016 il Re Michele fu ricoverato in una clinica a Losanna, in Svizzera, dove ha ricevuto cure costanti, e poco tempo prima della sua morte, le fu diagnosticato un cancro. Re Michele di Romania è morto in Svizzera il 5 dicembre 2017 all'età di 96 anni.

Dopo la scomparsa del Re Michele, Margherita, Custode della Corona rumena, ha un ruolo sempre più significativo in Romania
Nel 2018 la principessa Margherita ha ricevuto il riconoscimento della donna più influente della  Romania, in riconoscimento della sua attività nel promuovere la Romania nel mondo e dei suoi sforzi costanti per costruire e consolidare una società sana.


Il re Felipe alla finale della Coppa Davis a Madrid.

24 novembre 2019

Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna ha assistito alla finale della Coppa Davis, che si è tenuta a Madrid.
La finale è stata vinta dalla squadra spagnola, che ha anche vinto la sesta Salad Bowl.

La squadra spagnola ha sconfitto la squadra canadese per 2-0, con i trionfi di Roberto Bautista contro Auger-Aliassime (7-6 (3) e 6-3) e Rafa Nadal contro Shapovalov (6-3 e 7-6 (7) .

La Spagna aveva battuto la Gran Bretagna (2-1) e il Canada alla Russia (2-1) nelle semifinali della Coppa Davis, e per la decima volta la Spagna ha raggiunto la finale.

La Coppa Davis è la massima competizione mondiale a squadre del tennis maschile, riservata a squadre nazionali. Organizzata dalla Federazione Internazionale Tennis, ha cadenza annuale e si disputa con la formula dell'eliminazione diretta.

domenica, novembre 24, 2019

Solennità di Cristo Re

24 novembre 2019

Cristo Re è uno degli appellativi di Gesù Cristo basato su diversi passaggi biblici, in uso in tutte le confessioni cristiane, e che è celebrato con una festività in suo onore, la Solennità di Cristo Re.

L'11 dicembre 1925, papa Pio XI con l'enciclica Quas primas istituì la festa di Cristo Re e spiega che il regno di Cristo è principalmente spirituale, Gesù stesso l'ha detto più volte, in particolare davanti a Pilato dice:
"Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori combatterebbero perché io non fossi dato nelle mani dei Giudei; ma ora il mio regno non è di qui."

Pio XI, tuttavia, affermò anche che: "D'altra parte sbaglierebbe gravemente chi togliesse a Cristo Uomo il potere su tutte le cose temporali, dato che Egli ha ricevuto dal Padre un diritto assoluto su tutte le cose create, in modo che tutto soggiaccia al suo arbitrio".

Nella forma ordinaria del rito romano, frutto della riforma liturgica successiva al Concilio Vaticano II, la festa coincide con l'ultima domenica dell'anno liturgico.


La regina Sonja e la principessa Mette-Marit alla finale del campionato di calcio femminile

23 novembre 2019



Sua Maestà la regina Sonja di Norvegia e la principessa ereditaria Mette-Marit hanno assistito alla finale del campionato di calcio femminile, che si è tenuta alla Stadio Telenor di Oslo.

La finale del campionato di calcio femminile norvegese si è conclusa 5 a 1 a favore della Lillestrøm che ha vinto la finale di coppa contro Vålerenga.





La regina Sofia consegna il premio Regina Sofia per la poesia ibero-americana

22 novembre 2019

La regina Sofia di Spagna ha partecipato alla 28° edizione del premio Regina Sofia per la poesia ibero-americana che si è tenuto al Palazzo Reale di Madrid.

Alla cerimonia la regina Sofia ha consegnato il premio al poeta e architetto Joan Margarit.

Il premio Regina Sofia mira ad onorare un autore che ha lasciato un segno significativo nel patrimonio culturale di Spagna e Ibero-America.

Il Premio Reina Sofía porta il nome di Sua Maestà la Regina Doña Sofía per la sua sensibilità letteraria che ha sempre mostrato, in particolare per la poesia, considerata la più difficile e sublime letteratura.

Il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia in Nuova Zelanda

17 - 23 novembre 2019

Le Loro Altezze Reali il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia hanno concluso il ​​tour ufficiale di 6 giorni in Nuova Zelanda, dove hanno visitato Auckland, Northland, Christchurch e Kaikōura.

Prima il Principe di Galles Carlo era andato in India, da solo senza Camilla, in quella che è stata la sua 10° visita ufficiale in quel grande paese asiatico.

Il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia hanno partecipato ad una cerimonia di commemorazione al Monte Roskill War Memorial, dove Carlo ha deposto una corona per commemorare tutti coloro che hanno combattuto e sono morti nelle forze della Nuova Zelanda durante la prima guerra mondiale.

In seguito il Principe Carlo e la Duchessa Camilla hanno visitato la sede della Wesley Community di Auckland, e successivamente hanno partecipato ad un ricevimento presso la base aerea di Whenuapai della RNZAF.

La Duchessa di Cornovaglia si è poi unita a una tavola rotonda sulla violenza domestica a Shine, che supporta migliaia di vittime di violenza domestica attraverso una linea di assistenza, una difesa di crisi e due rifugi per donne ad Auckland.

Successivamente, il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia hanno visitato il quartier generale della squadra del Royal New Zealand Yacht Squadron che parteciperà alla America's Cup all'inizio del 2021.

La sera c'è stato un ricevimento ospitato dal Governatore Generale presso Palazzo del Governo.
ed hanno incontrato il Primo Ministro Jacinda Ardern.

Successivamente il Principe di Galles ha incontrato lo staff di Critical Design, dove ha appreso come utilizzano le merci riciclate per creare nuovi prodotti.

Per la coppia reale inglese un'altro appuntamento è stata ha visita a Waimauku, per conoscere i prodotti degli agricoltori locali e comunità, e quindi la visita al Hunting Lodge Winery dove hanno potuto degustare i vini locali.

Successivamente,  il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia hanno partecipato alla cerimonia "Queen's Colour" presso Whenuapai, dove hanno ricevuto il tradizionale saluto Maori "Hongi".

Per concludere la loro visita di una settimana in Nuova Zelanda  Carlo è andato a Christchurch
dove ha visitato Lincoln Farmers and Craft Market, che supporta agricoltori e artigiani locali. Lì il Principe ha ricevuto il tradizionale saluto Maori al Takahanga Marae prima di incontrare alcuni dei soccorritori che avevano dato una mano in seguito al terremoto.

Il principe Carlo ha poi visitato la Kaikoura Memorial Hall e Hutton Shearwater, nna colonia riproduttiva per gli uccelli marini in via di estinzione.
Il suo ultimo impegno in Nuova Zelanda è stata la passeggiata costiera, lungo la costa di Kaikoura.

Nel frattempo, Camilla ha fatto visita al Battered Women's Trust, un rifugio per violenza domestica che supporta donne e famiglie che hanno subito abusi.
Il suo impegno finale del tour è stata una visita ai Giardini Botanici di Christchurch.

Il Principe Carlo ha poi continuato a visitare le Isole Salomone mentre la Duchessa di Cornovaglia e tornata a Londra

Il principe Alessandro e la principessa Caterina di Serbia consegnano una nuova ambulanza

15 novembre 2019

Il principe Alessandro e la principessa Caterina di Serbia hanno consegnato una nuova ambulanza al centro di emergenza dell'ospedale della città serba di Krusevac

Solo un mese i reali avevano consegnato dieci letti elettrici in terapia intensiva nello stesso ospedale. e durante quella visita, la Principessa Caterina aveva visto la mancanza di un'ambulanza e promise che avrebbe soddisfatto il loro bisogno di un'ambulanza.

Ecco cosa  ha detto la principessa ereditaria Caterina :
"Un mese avevo fatto una promessa al ministro della salute Zlatibor che avrei portato un nuovo veicolo al centro sanitario Krusevac, e adesso grazie alla donazione dei miei amici dalla Fondazione di California, di cui sono patrono, consegno questa ambulanza al centro sanitario di Krusevac. Questo è un dono del nostro cuore per questo centro di salute e per tutti i medici, le infermiere e i tecnici che sono gli eroi che lavorano qui". 

Naturalmente i direttore e lo staff dell'ospedale hanno ringraziato la principessa Caterina per il suo prezioso aiuto.

Durante la loro visita a Krusevac, il Principe Alessandro e la Principessa Caterina hanno anche  visitato la collina di Baghdala, dove il principe ha deposto una corona sul monumento dedicato agli innocenti civili giustiziati nel 1944 e nel 1945.

Nel 1993, la Principessa Caterina ha fondato la "Lifeline Humanitarian Organization" che attualmente ha uffici a Chicago, New York, Toronto, Londra e Atene, che  lavora per raccogliere fondi per attrezzature mediche che sono state consegnate a numerosi ospedali in Serbia.


sabato, novembre 23, 2019

Il Re Carlo Gustavo, la Regina Silvia, la Principessa Vittoria, il Principe Daniele e la Principessa Sofia hanno partecipato al Forum Global Child

20 novembre 2019

Sua Maestà il Re Carlo XVI Gustavo, la Regina Silvia, la Principessa Vittoria, il Principe Daniele e la Principessa Sofia hanno partecipato ad un evento riguardante il Global Child Forum, che si è tenuto nella Biblioteca Bernadotte del Palazzo Reale di Stoccolma

All'evento hanno partecipato 40 esperti svedesi e internazionali della comunità imprenditoriale, del mondo accademico, delle forze dell'ordine e delle organizzazioni per la protezione dei minori online.

Nel suo discorso la Regina Silvia ha affermato: “Dobbiamo sviluppare una tecnologia che abbia la prospettiva di salvaguardia dei bambini. Le persone e le aziende non devono guardare solo al profitto, ma devono essere disposti ad assumersi la responsabilità di come la loro tecnologia viene utilizzata o utilizzata in modo improprio. Questo è particolarmente importante quando si tratta di intelligenza artificiale."

La conferenza è stata organizzata dal Global Child Forum e dalla World Childhood Foundation che la Regina Silvia ha fondato nel 1999.
La settimana scorsa, la Regina Silvia aveva partecipato a una conferenza sullo stesso tema al Vaticano, dove aveva anche incontrato il Papa Francesco.

Il principe Andrea si dimette, per il prossimo futuro, dai doveri pubblici

20 novembre 2019

Il duca di York Andrea si è dimesso da tutti i doveri pubblici per il prossimo futuro a seguito delle pesanti critiche ad un'intervista rilasciata alla BBC sul caso Epstein.

Il principe Andrea ha affermato di aver chiesto alla Regina Elisabetta il permesso di ritirarsi dai doveri pubblici, azione che è stata accettata dalla sovrana, ed ha anche confermato che sarebbe disposto ad aiutare qualsiasi autorità competente nelle indagini, se necessario."

La regina Elisabetta era stata informata preventivamente della volontà del figlio di concedere l'intervista che, viste le pressioni della stampa e dell’opinione pubblica, era diventata necessaria ed aveva dato il suo assenso.

Ecco la dichiarazione del Duca di York:
"Negli ultimi giorni mi è diventato chiaro che le circostanze relative alle mie frequentazioni con Jeffrey Epstein sono diventate una grave perturbazione per il lavoro della mia famiglia e il prezioso lavoro svolto in molte associazioni ed organizzazioni di beneficenza che sono orgoglioso di sostenere.
Pertanto, ho chiesto a Sua Maestà se potrei ritirarmi dai doveri pubblici per il prossimo futuro, e lei ha dato il suo permesso.
Continuo a rimpiangere inequivocabilmente la mia mal giudicata frequentazione con Jeffrey Epstein. Il suo suicidio ha lasciato molte domande senza risposta, in particolare per le sue vittime, e sono profondamente solidale con tutti coloro che sono stati colpiti e vogliono una qualche forma di chiusura. Posso solo sperare che, col tempo, saranno in grado di ricostruire le loro vite. Ovviamente, sono disposto ad aiutare qualsiasi autorità di contrasto competente nelle loro indagini, se necessario."

Il magnate americano Jeffrey Epstein era sospettato di pedofilia e abusi sessuali, e di recente si era suicidato in carcere.


La rivista 7TAGE numero 47 di novembre 2019

COPERTINA




Meghan 
Geheimnisvolt


Maxima
Am Ende !


Zum ersten Mal !
Gracia Patricia
Stephanie zeigt die
schonsten Fotos
ihrer geliebten Mama




L'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako visitato il Santuario Ise Jingu

22 novembre 2019

Le Loro Maestà Imperiali, l'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako del Giappone hanno visitato il santuario Ise Jingu, che ha parte di un complesso di santuari shintoisti nella Prefettura di Mie, per celebrare il completamento di due riti importanti legati all'intronizzazione dell'imperatore.

Nel santuario Ise-Jingu l'Imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako hanno offerto preghiere dedicate alla dea dell'abbigliamento, del cibo e delle abitazioni.
L'imperatore Naruhito ha indossato un vestito"Korozen no goho", una tunica arancione scuro e l'imperatrice Masako un kimono di corte a strati.






La principessa Mary partecipa alla conferenza dell'OCSE a Copenaghen

21 novembre 2019

Sua Altezza Reale la Principessa Mary di Danimarca ha partecipato alla conferenza dell'OCSE "La Salute nel 21° secolo: Data, Politica e Tecnologia digitale", tenutasi presso il Langelinie Pavillonen di Copenaghen.

Quest'anno la Danimarca ospita la conferenza dell'OCSE che si concentra su come i dati sanitari possono essere utilizzati per costruire nuove politiche per il sistema sanitario e per guidare i processi di cambiamento nell'assistenza sanitaria.

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) è un'organizzazione internazionale di studi economici per i paesi membri, paesi sviluppati aventi in comune un'economia di mercato.

venerdì, novembre 22, 2019

Scambi ordini dinastici tra la Granduchessa Maria di Russia e Duarte, duca di Braganza.

20 21 novembre 2019

I rispettivi principi eredi della Russia e del Portogallo, cioè il granduca Giorgio Romanov e il principe Duarte-Pio di Braganza, si sono incontrati ad una cena informale che si è tenuta nell'ambasciata del Portogallo, a Mosca.
Gli organizzatori di questo evento hanno spiegato che l'incontro rafforza le ottime relazioni tra le due Dinastie, e che si è tenuta sotto il patrocinio della Chiesa Ortodossa.

Il giorno successivo al Palazzo Tsaritsyno di Mosca, la Granduchessa Maria di Russia e Duarte, duca di Bragança, hanno partecipato ad uno scambio di ordini dinastici, alla quale era presente anche il Granduca Giorgio di Russia.

La Granduchessa Maria ha consegnato al Duca di Bragança l'Ordine Imperiale di Sant'Andrea il Primo Chiamato, ed ha anche assegnato l'Ordine Imperiale di Sant'Alessandro Nevsky al figlio maggiore del duca Alfonso, Principe di Beira (che non era presente).

Dalla sua parte, il duca di Bragança ha consegnato l'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa al Granduca Giorgio di Russia.

Nel 2003, quando la granduchessa visitò il Portogallo per celebrare il 600° anniversario della Casa Reale di Bragança, il principe Duarte-Pio diede alla Granduchessa Maria di Russia la Gran Croce dell'Ordine Reale di San Michele dell'Ala.


La regina Matilde del Belgio riceve il premio BAMBI

21 novembre 2019

Sua Maestà la regina Matilde dei Belgi ha ricevuto il premio BAMBI "Bambini e ragazzi vulnerabili, ovunque crescano", per i suoi anni di dedizione e contributo personale al dibattito sullo sviluppo sostenibile e per il suo impegno sociale e umanitario.

La cerimonia si è svolta nella sala da concerto Festspielhaus di Baden-Baden, in Germania, che è stata trasmessa in diretta sul canale televisivo tedesco "Das Erste".

Nel suo discorso la Regina Matilde ha ringraziato gli organizzatori per il premio affermando : "il futuro dei bambini è la nostra responsabilità e le nostre società trarranno beneficio dal loro sviluppo. Investire nel capitale umano è essenziale per la prosperità , il benessere e la protezione dei diritti dei minori è una causa che mi è particolarmente cara. I bambini vulnerabili, in particolare, meritano la nostra attenzione ”. 

La regina Matilde è la presidente onoraria della Fondazione "Child Focus" per i bambini scomparsi e sfruttati sessualmente. Inoltre, è la presidente onoraria dell'UNICEF Belgio.

Papa Francesco ricevuto dal Re di Thailandia, Rama X,  a Bangkok

21 novembre 2019

Il Santo Padre Papa Francesco si è recato in Thailandia, la prima tappa del viaggio apostolico in Asia per promuovere il dialogo interreligioso.

Durante la sua prima giornata a Bangkok, Papa Francesco ha incontrato in forma privata al palazzo reale di Amphorn, il Re Maha Vajiralongkorn, Rama X.

Il Papa Francesco è stato ricevuto all’ingresso del palazzo reale dal ciambellano di corte, e quindi è stato accompagnato nella sala delle udienze dove ha incontrato il re e la regina Suthida.

Papa Francesco ha donato al re Rama X un quadro in mosaico intitolato "Benedizione papale a piazza San Pietro", che è tratto da un dipinto ad olio di Ippolito Caffi eseguito verso la metà dell’800.

Il Pontefice è stato anche accolto dal primo ministro, il generale Prayuth Chan-ocha.

Dopo l'incontro con il re di Thailandia, Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa nello stadio nazionale Supachalasai di Bangkok.












Il Re di Giordania in Canada 

17 novembre 2019

Sua Maestà il re Abdullah di Giordania era partito per una visita di lavoro in Canada.

Ad Ottawa, il re Abdullah ha avuto in programma colloqui con il primo ministro canadese Justin Trudeau, concentrati sul partenariato strategico tra Giordania e Canada e sui modi per sostenerlo nell'economia, nel commercio e negli investimenti.

Dal Canada, il Re di Giordania si è poi recato negli Stati Uniti per ricevere il premio Scholar-Statesman 2019. 


Nel frattempo il Principe Ali bin Al Hussein ha prestato giuramento come Reggente, in assenza del Sovrano.



 



Pubblicata nuova foto della Famiglia di Grimaldi

19 novembre 2019

In occasione della Giornata Nazionale del Principato di Monaco è stata pubblicata una nuova foto della Famiglia principesca.

La foto di gruppo è stata scattate nella sala delle guardie del palazzo dei Principi di Monaco.

Nella foto si vedono : il principe Alberto II, la principessa Charlene, il principe ereditario Jacques, la principessa Gabriella; la principessa Carolina, principessa di Hannover, la principessa Stéphanie; Andrea Casiraghi, figlio maggiore della principessa Carolina e del suo secondo marito, Stefano Casiraghi, con sua moglie Tatiana Santo Domingo ed i suoi figli Sacha Casiraghi e India Casiraghi; Pierre Casiraghi, figlio minore della principessa Carolina e di Stefano Casiraghi, con sua moglie Beatrice Borromeo; la principessa Alexandra di Hannover, figlia della principessa Carolina e del principe Ernesto Augusto di Hannover; Louis Ducruet, unico figlio maschio della principessa Stéphanie e del suo primo marito, Daniel Ducruet, con sua moglie, Marie Chevallier.

giovedì, novembre 21, 2019

La regina Letizia di Spagna inaugura la mostra di Goya al museo del Prado

19 novembre 2019

Sua Maestà la regina Letizia di Spagna ha inaugurato la mostra dedicata all'artista spagnolo Goya.

Al suo al Museo del Prado di Madrid, la regina Letizia è stata ricevuta dal Ministro della Cultura, dal direttore dell'istituzione e dal presidente della commissione reale.

La regina Letizia ha tenuto un breve incontro con i membri della Royal Board del Museo del Prado e con i curatori della mostra, e successivamente ha visitato la mostra.

Francisco Goya era un pittore e incisore spagnolo, considerato il più importante artista spagnolo tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo. Goya divenne pittore di corte per la Corona spagnola nel 1786 e questa prima parte della sua carriera è caratterizzata da ritratti di aristocratici spagnoli.

Il duca William e la duchessa Kate al teatro per sostenere 'Royal Variety Charity'.

18 novembre 2019

Le Loro Altezze Reali il duca William e la duchessa Kate di Cambridge si sono recati al Palladium, il teatro di Londra, per assistere allo spettacolo benefico "Royal Variety Performance"

L’evento serve per raccogliere fondi per la Royal Variety Charity, di cui è patrona la Regina Elisabetta, una associazione che aiuta tutti i lavoratori dello spettacolo in difficoltà.

William e Kate, ospiti d’onore dell’evento, impeccabili negli abiti da gran sera, hanno sfoggiato sorrisi ed hanno salutato i presenti con la cordialità di sempre, dimostrando una meravigliosa sintonia di coppia, e dal palco reale hanno assistito allo spettacolo.


La regina Sofia apre il Congresso Nazionale sull'Alzheimer 

15 novembre 2019

Sua Maestà la Regina Sofía di Spagna ha presieduto la cerimonia di apertura del VIII Congresso Nazionale sull'Alzheimer organizzato dalla Confederazione spagnola delle associazioni di famiglie e persone con Alzheimer e demenza (CEAFA) che si è tenuta al Centro dei Congressi Carlos Saura di Huesca.

La regina Sofia è presidente onoraria di CEAFA.

Al congresso hanno partecipato rappresentanti dell'intera struttura confederale, volontari e professionisti delle oltre 300 associazioni legate all'Alzheimer e altre Demenze per discutere su come migliorare la situazione delle famiglie colpite, nonché  i servizi forniti da risorse sociali e sanitarie pubbliche e private.

Related Posts with Thumbnails