Articoli in evidenza:

giovedì, luglio 30, 2020

Il duca di Cambridge sostiene un "Calcio mentalmente sano"

27 luglio 2020

Sua Altezza Reale il duca di Cambridge ha lanciato "Mentally Healthy Football", una nuova iniziativa per sostenere la salute mentale nella comunità calcistica.

Seguendo la strada percorsa dalla campagna "Heads Up",  questa iniziativa si impegna a sensibilizzare il mondo calcistico sulla salute mentale e ad integrare un ambiente in cui giocatori, staff, manager e i funzionari siano in grado di individuare le persone che potrebbe avere difficoltà e ad insegnare a prendersi cura della salute mentale come fanno per la salute fisica.

In un breve video il principe William ha affermato :
“Questa è stata una stagione calcistica diversa dalle altre. La pandemia del coronavirus ha avuto un impatto su tutti ed è evidente che lo avrà anche sulla salute mentale di molte persone e l'obiettivo di rompere lo stigma sulla salute mentale anche nel calcio non è mai stato così importante.

Attraverso la campagna Heads Up, abbiamo dato il via ad una discussione nel calcio. Ma la strada non si ferma qui. Sono lieto di annunciare che oggi l'intero sistema calcistico in Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, si è unito attorno ad un obiettivo comune: sviluppare una cultura mentale sana in tutto il gioco del calcio, firmando la Mentally Healthy Football".

Per discutere alla dichiarazione di Mentally Healthy Football, il Principe William si è unito alle stelle del calcio David Beckham, Tyrone Mings, Carlo Ancelotti, Steph Houghton e Andros Townsend in una video chiamata Zoom.

La finale della FA Cup, quest'anno ribattezzata Heads Up FA Cup, si svolgerà sabato tra la squadra del Arsenal ed il Chelsea.

La rivista Point De Vue numero 3754 di luglio 2020

COPERTINA

HARRY 
ET MEGHAN
Leur livre veritè 

AKIHITO 
DU JAPON
La scince des poissins

En Corse, avec 
le prince et 
la princesse
de Monaco
LE NOUVEAU DEFI 
DE CHARLENE




La Regina Anna Maria di Grecia festeggia il suo 74° compleanno

30 agosto 2020

Anna Maria è nata nel Palazzo di Amalienborg di Copenaghen il 30 agosto 1946, ed è la regina consorte del Re Costantino di Grecia.

La Regina Anna Maria è figlia del re Federico IX di Danimarca e della regina Ingrid di Svezia, ed è la sorella della regina Margherita II di Danimarca, e cognata della regina Sofia di Spagna.

Il 18 settembre 1964 ha sposato ad Atene il re Costantino II di Grecia, sovrano dal 1964 al 1973.

In seguito ad un colpo di stato militare e la caduta della monarchia ellenica, la famiglia reale si trasferisce prima a Roma e nel 1973 a Londra.

Il governo greco ha sequestrato la loro ex casa privata di Tatoi e fu solo dopo un appello riuscito alla Corte europea dei diritti dell'uomo che il governo greco fu costretto a pagare un risarcimento per la proprietà. 
Il re Costantino usò i soldi ottenuti per fondare la Fondazione Anna-Maria. 

Nel 2013 la coppia si è trasferita a Porto Jeli, Grecia.

Costantino e Anna Maria hanno 5 figli: la Principessa Alexia, il principe ereditario Paolo, il principe Nicola, la principessa Teodora e il principe Philippos.

mercoledì, luglio 29, 2020

Il re Felipe e la Regina Letizia a Santiago di Compostela 

25 luglio 2020

Le Loro Maestà il Re Felipe Vi e la regina Letizia di Spagna sono andati a Santiago di Compostela per partecipare ad una tradizionale cerimonia dedicata a San Giacomo, Santo Patrono della Spagna.
 
Dopo il benvenuto ufficiale dalle autorità, la coppia reale si è diretta verso la Cattedrale per la Santa Messa, dove dopo la lettura del Vangelo, il re Felipe ha tenuto un breve discorso prima di fare l'offerta al santo per conto del paese, che di solito è fatta da un membro della Famiglia Reale. 
L'ultima volta che lo fece Felipe fu nel 2014, appena un mese dopo essere salito al trono spagnolo. 
Nel suo discorso il re Felipe ha parlato della necessità di unità e fraternità dopo il blocco : "Facciamo questa offerta per conto del popolo che ha compiuto grandi azioni, ha dato grandi contributi al mondo e che, allo stesso tempo, è riuscito a superare le avversità che il destino ha portato."

Re Felipe ha anche fatto riferimento all'impatto sociale ed economico superato dalla Spagna con una "profonda unità attorno ai nostri valori condivisi e ad un impegno fermo nel perseguimento del bene comune". 

Dopo la messa, re Felipe e la regina Letizia si sono recati all'ufficio del sindaco dove hanno firmato il libro d'onore della città.

La festa di San Giacomo è una vacanza in Galizia. San Giacomo era uno dei dodici discepoli di Gesù e si ritiene che sia sepolto nel luogo in cui ora sorge la Cattedrale di Santiago.

La rivista HELLO ! numero 1646 di luglio 2020

COPERTINA

NEW ROYAL PHOTOS

HAPPY 7TH
BIRTHDAY
PRINCE 
GEORGE
HOW OUR CHEEKY 
FUTURE KING IS 
ALREADY FOLLOWING 
IN HIS FATHER'S 
FOOTSTEPS

KATE'S PRIDE

PRINCESS BEATRICE

ELEONORE VON
HABSBURG


120 anni fa Umberto I Re d'Italia fu assassinato.

29 luglio 1900

Umberto I (Torino, 14 marzo 1844 – Monza, 29 luglio 1900) era figlio di Vittorio Emanuele II e di Maria Adelaide d'Asburgo-Lorena, e fu Re d'Italia dal 1878 al 1900.

Dopo una formazione militare divenne Generale nel 1866, quando partecipò alla terza guerra d’indipendenza, combattendo nella battaglia di Custoza.

Nel 1868 Umberto sposò la Margherita di Savoia, figlia del duca di Genova, che gli diede un figlio, il futuro Vittorio Emanuele III. Dopo la presa di Roma (1870) si stabilì nella nuova capitale.

Salito al trono alla morte del padre, nel 1878, Umberto I ebbe alto il senso dell’Unità Nazionale, che manifestò con numerosi viaggi in tutta Italia.

In occasione di alcune catastrofi – un’inondazione nel Veronese nel 1882, un terremoto a Casamicciola (Ischia) nel 1883, la diffusione di un’epidemia di colera a Napoli e in Piemonte nel 1884 – Re Umberto I partecipò personalmente, insieme alla regina Margherita, ai soccorsi, meritandosi l’appellativo di «re buono».

Il 29 luglio 1900 re Umberto I fu ucciso nei pressi della Villa Reale di Monza, mentre si allontanava in carrozza dalla palestra della Società Sportiva “Forti e Liberi”, dove aveva presenziato a un concorso di ginnastica. Il re Umberto I fu colpito a morte da tre colpi di rivoltella sparatigli da un anarchico.

martedì, luglio 28, 2020

Il re Felipe e la regina Letizia a Pamplona, ​​in Navarra

27 luglio 2020

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna continuano il loro tour nelle comunità autonome della Spagna e sono arrivati a Pamplona per promuovere il turismo in seguito alla pandemia del virus covid19.

Il re Felipe e la regina Letizia sono arrivati ​​nella regione della Navarra, la cui capitale è Pamplona, insieme al ministro della Politica territoriale e della funzione pubblica, Carolina Darias.

La coppia reale ha visitato la Cerebral Palsy Association (Aspace), situata nel consiglio di Cizur Menor, vicino a Pamplona, un organizzazione no profit che lavora con coloro che hanno paralisi cerebrale, dove hanno visitato le strutture ed  hanno potuto conoscere il loro lavoro quotidiano insieme al suo direttore generale.

Il re Felipe e la regina Letizia hanno poi visitato il Centro Ramón y Cajal, dove c'è un progetto per creare alimenti sicuri per le persone con disabilità intellettive nel cibo, e quindi Felipe e Letizia hanno raggiunto das-Nano per conoscere l'intelligenza artificiale in cui è specializzata, che comprende soluzioni tecnologiche rivolte al campo medico.

Per la prima volta svelato online un ritratto della regina Elisabetta

25 luglio 2020

Durante una video chiamata, Sua Maestà la Regina Elisabetta II ha preso parte alla presentazione di un nuovo ritratto della Sovrana, commissionato dal Foreign Office con il quale rende omaggio al contributo di Sua Maestà alla diplomazia britannica.
 
La regina Elisabetta ha compiuto un’altra delle sue imprese per cui verrà ricordata, ed infatti non era mai accaduto in 68 anni di regno che un suo ritratto venisse svelato online. Nonostante la sua avanzata età, la regina Elisabetta continua a stupire dimostrando di essere una donna attenta al mondo che la circonda e che conosce molto bene le nuove tecnologie.

Nella cerimonia la sovrana Elisabetta sorridente osserva con attenzione lo svelamento del quadro realizzato dall'artista Miriam Escofet.  
Nel ritratto la regina Elisabetta II è seduta che indossa un abito azzurro, con accanto un tavolino color oro, su cui spicca un vaso di fiori ed una tazza di tè. 
Dopo aver scrutato il dipinto la regina Elisabetta ha chiesto alla Escofet per quale ragione la tazza di tè fosse vuota, la quale ha risposto dicendo che sulla tazza ci sono le insegne del FCO e la regina Elisabetta è parsa soddisfatta della replica. 

La Regina Elisabetta ha poi parlato con i rappresentanti del Foreign and Commonwealth Office (FCO), soffermandosi sulla gestione della pandemia e sullo sviluppo del vaccino che tutto il mondo aspetta.

lunedì, luglio 27, 2020

La rivista spagnola ABC 26 luglio 2020

COPERTINA


La herencia de los Bobones


OFRENDA AL APOSTOL SANTIAGO

EL REY REIVINDICA LA CORONA COMO OUNTO DE ENCUENTRO


En las celebraciones del patron de Espana, apela al esfuerzo comun ya la unidad ante la nueva encrucijanda  a la que nos enfrentamos


Il Re del Bhutan a Gelephu per le inondazioni

21 luglio 2020

Sua Maestà il Re Jigme Khesar Namgyel Wangchuck del Bhutan si era recato a Gelephu, accompagnato dal Primo Ministro e dal capo delle operazioni della RBA, mentre erano in corso le operazioni di salvataggio. 

Gelephu è una città del Bhutan situata nel distretto di Sarpang, dove sono morti 4 soldati dell'esercito reale del Bhutan durante una coraggiosa operazione di soccorso per salvare la vita delle persone catturate nelle alluvioni di Gelephu ieri.

I soldati defunti sono stati premiati con la medaglia Drakpoi Khorlo per il loro straordinario coraggio ed il loro supremo sacrificio in servizio. 
Il Re del Bhutan ha anche ordinato che le loro famiglie possano ricevere stipendi, indennità e tutti i benefici che i soldati avrebbero ricevuto durante il loro servizio ed in pensione.

Il Re Jigme Khesar Namgyel Wangchuck ha elogiato gli ufficiali, il personale della RBA, ed altri coinvolti nell'operazione di salvataggio, in particolare gli operatori escavatori, che hanno corso un grande rischio per raggiungere le persone bloccate, e li ha ringraziato per i loro eroici servizi .


La Fondazione del Duca e della Duchessa di Cambridge finanzia 10 enti di beneficenza

23 luglio 2020

The Royal Foundation of The Duke and Duchess of Cambridge donerà quasi 1,8 milioni di sterline ($ 2,3 milioni) a 10 enti di beneficenza impegnate nella tutela della salute mentale.

Ad un incontro che si è tenuto presso Queen's Sandringham Estate, a Norfolk, il Duca William e la Duchessa Kate di Cambridge hanno parlato con 4 funzionari delle organizzazioni che beneficeranno del fondo, che sono stati in prima linea nella lotta contro il covid19.

Il principe William ha detto: "È bello vedere come la Royal Foundation sta supportando voi e molti altri per costruire la resilienza e darvi gli aiuti di cui avete bisogno attraverso questo fondo di risposta al COVID-19, che aiuterà dieci importanti organizzazioni benefiche a continuare il loro lavoro cruciale".

La duchessa Kate ha affermato : "Negli ultimi mesi siamo stati tutti sbalorditi dall'incredibile lavoro svolto da voi in prima linea e dai soccorritori in risposta al COVID-19, ma sappiamo che per molti di loro, le loro famiglie e per migliaia di altri in tutto il Regno Unito, la pandemia avrà un impatto duraturo sulla loro salute mentale". 


40 anni fa moriva in esilio lo Scià dell'Iran 

27 luglio 1980

Lo Scià dell'Iran morì di cancro mentre era in esilio ad Al Cairo (Egitto), 17 mesi dopo aver lasciato il suo Paese in seguito alla rivoluzione islamica.
Lo Shah Mohammad Reza Pahlavi, un tempo venerato, era fuggito dall'Iran nel gennaio 1979 di fronte a una rivolta, dopo un regno di 37 anni in cui sognava di rendere il suo paese la 5° potenza mondiale entro il 2000.
Il suo esilio aprì la strada al ritorno trionfale dalla Francia, il 1° febbraio 1979, dell'Ayatollah Ruhollah Khomeini ed alla creazione di una repubblica islamica.
Il tribunale islamico condannò a morte in contumacia nel giugno del 1979 sia Pahlavi che l'imperatrice Farah, mentre agli altri esponenti della famiglia fu interdetto l'ingresso.

Dopo aver soggiornato in diversi paesi nel giro di pochi mesi, - Marocco, Bahamas, Messico, Stati Uniti e Panama - si rifugiò in Egitto, l'unico paese che si dichiarò disposto ad ospitarlo, accolto dal presidente Sādāt. 
Mohammad Reza Pahlavi non sopravvisse molto alla sua deposizione: morì infatti l'anno dopo, nel luglio del 1980, per complicazioni di una macroglobulinemia di Waldenström, un tipo di tumore affine al linfoma non Hodgkin, di cui soffriva da anni. 

Il funerale di stato in Egitto si svolse il 29 luglio, durante il quale fu eseguito l'inno dell'Iran imperiale e la bara, drappeggiata con la bandiera iraniana, su una carrozza trainata da sei cavalli, raggiunse la moschea Al-Rifai.  Davanti alla moschea, Sadat e i due figli dello Shah, Reza Ciro e Ali Reza, accompagnarono il corpo nella camera funeraria, con i classici 21 colpi di cannoni sparati dalla piazza.

La forte amicizia tra i due uomini risale ai primi anni '70. Lo Scià rimase accanto all'Egitto durante la guerra arabo-israeliana del 1973, inviando aiuti medici ma soprattutto permettendo agli aerei sovietici di sorvolare l'Iran per rifornire il Cairo di armi e attrezzature militari.




domenica, luglio 26, 2020

Il re Felipe al Museo del Prado col presidente portoghese.

21 luglio 2020

Sua Maestà il re Felipe VI di Spagna ha visitato il Museo del Prado insieme al presidente portoghese.

Il Re Felipe aveva dato il benvenuto al presidente del Portogallo al Palazzo Zarzuela dove aveva offerto un pranzo privato e quindi insieme sono andati al Museo del Prado, una delle destinazioni turistiche più popolari della Spagna. 

Il Re Felipe e Marcelo Rebelo de Sousa poche settimane avevano partecipato ad una cerimonia che segnava la riapertura simbolica del confine tra la Spagna e il Portogallo per mostrare sostegno a tutti i settori dell'economia dopo la pandemia del virsu covid19.

La principessa saudita Reema eletta al Comitato olimpico internazionale

17 luglio 2020

La principessa Reema dell'Arabia Saudita, è stata eletta membro del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e la sua inclusione è stata approvata durante la 136° sessione del CIO.

La principessa Reema ha pubblicato il suo nuovo ruolo sul suo account Twitter ufficiale ringraziando il re Salman, il principe ereditario Mohammed ed il principe Abdulaziz Al Saud che quest'ultimo è il ministro dello sport del Regno Saudito :
“Onorata di essere eletta membro di CIO. Grazie al Custode delle Due Sacre Moschee, Re Salman, SAR il Principe Reale ed a il Principe Abdulaziz per il loro supporto. È stato un onore servire la mia comunità attraverso il linguaggio universale dello sport ".

La principessa Reema è figlia dei principi Bandar bin Sultan e Haifa bint Faysal. Ha trascorso molti anni negli Stati Uniti dove il padre è stato ambasciatore dal 1983 al 2005. Ha conseguito un Bachelor of Arts in studi museali presso la George Washington University.

La principessa Reema è ambasciatore saudita negli Stati Uniti, incarico assunto l'anno scorso, ed è la prima ambasciatrice femminile dell'Arabia Saudita.

Il duca di Edimburgo cede il ruolo di Colonnello in Capo dei Fucilieri

22 luglio 2020

Il duca di Edimburgo Filippo ha ceduto il ruolo di Colonnello in Capo dei Fucilieri in una breve cerimonia che si è svolta al Castello di Windsor, dove vive in isolamento insieme alla Regina Elisabetta II per la pandemia del virus covd19.

Il duca di Edimburgo, che ha compiuto 99 anni poco più di un mese fa, ha ceduto il ruolo alla Duchessa di Cornovaglia, che è stata nominata il nuovo colonnello.

Il principe Filippo è stato salutato da quattro trombettieri mentre usciva dal Castello di Windsor che è stato ringraziato dall'Assistente Colonnello Comandante, il Maggiore Generale Tom Copinger-Symes, per il suo sostegno al reggimento nel corso dei quasi sette decenni in cui è stato anche il Colonnello in Capo. 

Poco dopo, a Highgrove House, la Duchessa di Cornovaglia è diventata ufficialmente il nuovo Colonnello in Capo dei Fucilieri, durante una breve cerimonia che si è tenuta nella sua casa  Highgrove House..
I fucilieri è il più grande reggimento di fanteria dell'esercito britannico. 

Recentemente il principe Filippo è stato visto al matrimonio di sua nipote, la principessa Beatrice, quando è stato fotografato davanti alla Cappella Reale di Tutti i Santi a Windsor, dove si è svolto il matrimonio, al fianco della regina Elisabetta in una delle foto ufficiali.


Il principe Joachim di Danimarca operato al cervello per un ictus.

25 luglio 2020

Sua Altezza Reale il principe Joachim di Danimarca è stato sottoposto ad un intervento chirurgico al cervello all'ospedale di Tolosa, in seguito ad un ictus

Il principe Joachim di Danimarca, Conte de Montpezat, figlio minore della Regina Margherita II di Danimarca e del defunto principe Enrico, è 6° in linea di successione al trono di Danimarca.

Dalle informazioni ricevute si sa che l'operazione si è conclusa con successo per un coagulo di sangue nel cervello e che lo stato di salute del principe rimane stabile.

La Casa reale danese ha comunicato che la moglie del principe Joachim, la principessa Maria  è al suo fianco, e la regina Margherita ha chiesto al pubblico di rispettare la privacy della famiglia durante questo periodo.

Il principe Joachim di Danimarca attualmente vive in Francia con sua moglie Maria ed i loro due figli, dove segue un corso di formazione presso l'Accademia militare francese, Hauti Etudes Militaires (CHEM) di Parigi.

La famiglia era in vacanza allo Chateau de Cayx,  una residenza della famiglia reale danese nel sud della Francia, dove il principe Felice, figlio del principe Joachim, aveva festeggiato il suo 18° compleanno, e dove Joachim si è ammalato


venerdì, luglio 24, 2020

La famiglia reale belga visita centri di assistenza 

21 luglio 2020
 
Durante la Giornata nazionale del Belgio, il Re Filippo, la regina Matilde, la principessa Elisabetta, il principe Gabriele, il principe Emanuele e la principessa Eleonora hanno fatto visita al Centro di assistenza residenziale Cecilia,  ad Alken. 

Al centro i reali hanno incontrato alcuni residenti e volontari, dove hanno assistito ad un'esibizione corale  che cerca di migliorare i residenti con demenza attraverso la musica.

Successivamente, la famiglia reale ha visitato la Casa di Mariemont, a Morlanwelz, un centro di assistenza residenziale che accoglie le persone che necessitano di riabilitazione dopo ricovero, malattia o coloro che stanno aspettando una stanza in una casa di cura

Alla vigilia della Giornata Nazionale del Belgio il re Filippo aveva tenuto il suo discorso, e nel giornata nazionale la famiglia reale belga aveva partecipato alla tradizionale messa di Te Deum 

La famiglia reale spagnola al Festival del teatro classico di Merida

22 luglio 2020

Le Loro Maestà il Re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna, insieme alla principessa ereditaria Leonora ed all'infanta Sofia, hanno partecipato all'inaugurazione del Festival del teatro classico di Merida, che si è tenuto presso l'antico teatro romano di Merida, la capitale della comunità Estremadura.

Il Festival internazionale del teatro classico di Merida è il più antico festival teatrale in Spagna, che è iniziato nel 1933 con la commedia di Seneca, "Medea", interpretata dall'attrice Margarita Xirgu.

Prima di assistere allo spettacolo teatrale, la famiglia reale ha visitato il Museo Nazionale di Arte Romana di Mérida, e quindi i reali hanno raggiunto a piedi il Teatro Romano, dove hanno preso posto al podio d'onore, per seguire la rappresentazione dell'opera teatrale "Antígona" di David Gaitán.

Al termine dell'esibizione il Re Felipe e la Regina Letizia hanno tenuto un incontro con il regista e gli attori e le attrici della commedia.

La rivista Point De Vue numero 3753 di luglio 2020

COPERTINA

RAIYAH 
DE JORDANIE
La fille de la
reine Noor èpouse 
le petir-fils 
de Roald Dahl

EXCLUSIF A
MONACO
LOUIS ET 
MARIE DUCRUET

Loin du 
scandale ...
LE MARIAGE 
SECRET DE 
BEATRICE D'YORK




Il re dell'Arabia Saudita subisce un intervento chirurgico alla cistifellea

24 luglio 2020

Sua Maestà il re dell'Arabia Saudita, Salman bin Abdulaziz Al Saud, è stato sottoposto con successo a un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea, dopo essere stato ricoverato al King Faisal Specialist Hospital per una infiammazione all'organo.

L'intervento chirurgico ha avuto successo, il re Salman sta bene e rimarrà nell'ospedale per un pò di tempo per riprendersi dall'operazione e seguire i trattamenti post-chirurgici consigliati dal suo team medico.

Lunedì scorso il re Salman era stato sottoposto a controlli medici a causa dell'infiammazione della cistifellea, e nell'ospedale era stato in grado di tenere una riunione di gabinetto attraverso una videochiamata.

Il re Salman è sul trono saudita dal 2015 dopo la morte del fratellastro, re Abdullah. Il suo successore è suo figlio, il principe ereditario Mohammed bin Salman.
   

giovedì, luglio 23, 2020

La regina Rania sostiene il turismo e visita la riserva forestale di Ajloun

23 luglio 2020

Per promuovere il turismo dopo che il settore ha subito un duro colpo a causa della pandemia di COVID-19, Sua Maestà la regina Rania di Giordania ha visitato la riserva forestale di Ajloun.

Al suo arrivo nella riserva la Regina Rania è stata accolta dai responsabili del Reef Spring Resorts e quindi ha fatto una passeggiata nel sentiero escursionistico, fermandosi in un negozio dove si vendono  prodotti locali. Successivamente, la Regina di Giordania ha potuto vedere alcune attività legate alla produzione di ceramiche ed all'estrazione del miele.

Al Reef Springs Resort, che funge anche da ristorante, la regina Rania ha visitato il giardino, ed ha visto le piante autoctone dal quali si produce il timo tradizionale.

La Regina Rania ha anche potuto parlare con i membri della piattaforma online Sawwah che promuove il turismo sostenibile e fornisce informazioni utili ai turisti. 

Dopo la sua visita la regina Rania ha scritto sul suo profilo  Instagram  : "Montagne maestose, paesaggi verdi, aria fresca ... Non c'è niente di meglio di una giornata trascorsa nella pittoresca Ajloun ! 
Grazie alle cordiali persone di Ajloun ed al team di Sawwah e della Ajloun Forest Reserve per la memorabile visita di oggi. ”


Un agente di guardia del principe Hitachi positivo al COVID-19

20 luglio 2020

L'Agenzia della Casa Imperiale ha annunciato che un ufficiale di polizia che sorvegliava il principe Hitachi è stato diagnosticato il COVID-19. 
L'agente era stato sottoposto ad un test di coronavirus ed era tornato positivo comunque si è saputo che l'agente non si sente male.

La casa imperiale ha sottolineato che il principe Hitachi e sua moglie, la principessa Hanako, non sono stati esposti al virus e che sono entrambe in buona salute.

Masahito, principe Hitachi è nato a Tokyo, il 28 novembre del 1935. È sesto figlio, secondo maschio, dell'Imperatore Hirohito e dell'imperatrice Kōjun, fratello minore dell'imperatore emerito Akihito e zio dell'imperatore regnante Naruhito.
Il principe Hitachi è il terzo ed ultimo in linea di successione al trono del crisantemo ed è presidente onorario di una vasta gamma di organizzazioni di beneficenza, in particolare di alcune coinvolte nello scambio internazionale. 

Sua moglie, la principessa Hanako, aveva celebrato domenica il suo 80° compleanno.



Principe di Galles e la Duchessa Camilla nel Devon e in Cornovaglia

20 luglio 2020
 
Sua Altezza Reale il Principe di Galles e la Duchessa Camilla stanno effettuando una visita di 3 giorni nelle regioni del Devon e della Cornovaglia. 

Il principe Carlo e la duchessa Camilla hanno visitato il castello di Tintagel, dove hanno aperto una nuova passerella, che attraversa una gola di 190 piedi. 
La leggenda racconta che il re di Gran Bretagna, Uther Pendragon, attraversò questo passaggio, ed a seguito di un incantesimo operato da Merlino, fu tramutato nel marito della duchessa di Cornovaglia, che in seguito diede alla luce il futuro re Artù.

Nel pomeriggio, la Duchessa Camilla ha visitato la base dell'ambulanza aerea della Cornovaglia a Newquay, dove ha lanciato un nuovo elicottero chiamato "Duchessa di Cornovaglia" ed ha incontrato l'equipaggio che lo farà volare.

In seguito la Duchessa Camilla ha avuto la possibilità di ringraziare gli insegnanti della scuola TreverbynAcad per il lavoro svolto in questo momento difficile, ed ha aiutato i rappresentanti dell'ente benefico locale The Hive a servire pasti caldi.


mercoledì, luglio 22, 2020

La famiglia reale belga partecipa alla messa di Te Deum per la Giornata nazionale 2020

21 luglio 2020

Le Loro Maestà il Re Filippo e la regina Matilde dei Belgi, insieme ai loro figli, cioè la principessa ereditaria Elisabetta (duchessa di Brabante), il principe Gabriele, il principe Emanuele e la principessa Eleonora, in occasione della Giornata Nazionale hanno partecipato alla messa di Te Deum che si è svolta presso la Cattedrale di San Michele e Santa Gudula a Bruxelles .

La festa nazionale belga celebra la nascita della nazione belga e l'indipendenza del Belgio dai Paesi Bassi. 

Nella vigilia della Giornata Nazionale del Belgio il re Filippo aveva tenuto il suo tradizionale discorso, in cui aveva elogiato i suoi sudditi per il loro coraggio e creatività nell'affrontare la pandemia del virus covid19. 

Il re Felipe e la regina Letizia visitano il monastero di Poblet a Tarragona

20 luglio 2020

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna continuano a visitare le Comunità autonome, e sono andati nella città di Poblet, in Catalogna, per visitare il Monastero Reale di Santa María, dove hanno incontrato i monaci della comunità benedettina.

Il monastero di Santa Maria de Poblet è stata fondato nel 1151 e si trova ai piedi dei monti Prades, nella provincia di Tarragona, in Catalogna. 

Don Felipe e Doña Letizia erano accompagnati dal Ministro della Salute, Salvador Illa, e sono stati ricevuti in Catalogna dal delegato del governo nella Comunità autonoma, Teresa Cunillera.

Nel Monastero Don Felipe e Doña Letizia hanno visto una sala espositiva delle opere del pittore Guinovart, e quindi hanno visitato la cantina, il chiostro, la cucina, il refettorio, la biblioteca, le vecchie camere da letto, la chiesa ed il Pantheon reale, dove sono ospitate le tombe reali dei re Alfonso I, suo figlio Pedro I il cattolico, Jaime I il conquistatore, Pedro III, Pedro IV il cerimonioso e molti dei successori.

Il re Felipe e la regina Letizia avevano programmato di recarsi a Barcellona per partecipare ad una conferenza al Cercle d'Economia e di visitare il centro di supercomputer, ma la visita è stata annullata a causa delle restrizioni sanitarie.
Infatti nella regione di Barcellona, ​​a causa del recente aumento dei casi di Covid-19, le restrizioni sono state nuovamente applicate, incluso il divieto di riunioni di oltre 10 persone in aree pubbliche o private e si sono limitati i posti a sedere in bar e ristoranti. 

La rivista HELLO ! numero 1645 di luglio 2020

COPERTINA


ROYAL WEDDING
SOUVENIR SPECIAL


PRINCESS 
BEATRICE
MARRIES EDOARDO 
MAPELLI MOZZI

YOUR INVITATION 
TO THEIR SECRET 
WINSOR WEDDING 
WITH THE QUEEN 
AND PRINCE PHILIP 
AS GUEST 
OF HONOUR





Il principe Giorgio festeggia il suo 7° compleanno

22 luglio 2020

In occasione del 7° compleanno del Principe Giorgio sono state pubblicate due foto, che sono state scattate in questo mese da sua madre, la Duchessa Kate   e nel messaggio twitter c'è scritto :
"Grazie a tutti per i vostri gentilissimi auguri per il compleanno del Principe Giorgio oggi! 

Sua Altezza Reale il Principe George  è nato a Londra, il 22 luglio 2013, ed è il primo figlio di William, duca di Cambridge, e di Kate, duchessa di Cambridge.

E' terzo in linea di successione al trono dopo suo nonno Carlo, principe di Galles, e suo padre il principe William, nonchè pronipote della regina Elisabetta II.

Il Principe Giorgio è stato battezzato il 23 ottobre 2013 nella Cappella Reale del Palazzo di San Giacomo.
La prima visita reale ufficiale all'estero del principe George risale al 2014 quando andò con i suoi genitori in Australia e nella Nuova Zelanda. Nel 2016 ha poi visitato il Canada e nel 2017 la Polonia e la Germania.

Il Principe George  ha due fratelli più piccoli: la principessa Charlotte, ed principe Luigi, e frequenta la Battersea School di Thomas insieme a sua sorella, la principessa Charlotte, ma durante la pandemia entrambi sono stati istruiti a casa dalla madre. 

martedì, luglio 21, 2020

Discorso del re Filippo per la Giornata nazionale del Belgio

20 luglio 2020

Sua Maestà il re Filippo ha tenuto il suo tradizionale discorso, che è stato pubblicato nella vigilia della Giornata Nazionale del Belgio, in cui ha elogiato i suoi concittadini per il loro coraggio e creatività nell'affrontare la pandemia del virus covid19.  

Nel suo discorso il re Filippo ha subito ricordato tutti coloro che avevano perso i propri cari a causa del coronavirus, dicendo che lui, come la regina Matilde e tutti i belgi, condividono il loro dolore.

Filippo ha usato parole per tutti coloro che avevano lavorato per superare le difficoltà, e poi ha detto ai politici che tutti in Belgio hanno bisogno di loro per un futuro stabile.

Il re Filippo ha riflettuto sulle difficoltà che le persone hanno dovuto superare durante la pandemia, ed ha offerto parole di consolazione e sostegno a coloro che avevano visto colpiti il loro lavoro, ed in particolare alle persone più vulnerabili nella società, dicendo che "più che mai, dobbiamo ascoltare coloro che soffrono in silenzio. "

Il sovrano Filippo ha anche detto che il Belgio ha mostrato coraggio e creatività, sottolineando i nuovi modi di lavorare in collaborazione, dimostrando che, di fronte a urgenza e necessità, possiamo agire rapidamente insieme.

Il re dei belgi ha concluso dicendo che adesso è il momento di ricostruire e rilanciare le nostre attività con una prospettiva a lungo termine, che la crisi ci costringe a riflettere e rinunciare alle nostre comodità e che ora abbiamo l'opportunità per ripensare la nostra economia e la nostra società.
 

Il re saudita Salman è ricoverato in ospedale ma le condizioni non sono preoccupanti

20 luglio 2020

Sua Maestà il re Salman bin Abdulaziz dell'Arabia Saudita è stato ricoverato in ospedale di Riad per effettuare dei controlli a seguito di una infiammazione alla cistifellea, e le sue condizioni di salute sono stabili e non preoccupanti. 

Il re saudita Salman, 84 anni, è da tempo malato e suo figlio, il principe ereditario Muhammad ben Salman è considerato di fatto il leader dell'Arabia Saudita.

Il re Salman, custode dei siti più santi dell'Islam, ha trascorso più di due anni e mezzo come principe ereditario saudita e vice primo ministro da giugno 2012 prima di diventare re. Ha anche lavorato come governatore della regione di Riyad per oltre 50 anni.


Related Posts with Thumbnails