Articoli in evidenza:

venerdì, gennaio 31, 2020

Il Principe Hashem festeggia il suo 15° compleanno

30 gennaio 2020

Doppio compleanno nella famiglia reale di Giordania !

Il 30 gennaio è il compleanno del Re di Giordania, ma anche del principe Hashem, che compie 15 anni, che è il più giovane figlio del Re Abdullah e della Regina Rania.

Il principe Hashem bin Abdullah è nato il 30 gennaio 2005 ad Amman, è il 4° figlio del re Abdullah II e della regina Rania.

Il suo fratello maggiore è il Principe ereditario Ḥusayn, e ha due sorelle, la Principessa Iman e la Principessa Salma.



La principessa Beatrice dei Paesi Bassi festeggia il suo 82° compleanno

31 Gennaio 2020

Beatrice è nata a Baarn, il 31 gennaio 1938, figlia maggiore della futura regina Giuliana dei Paesi Bassi e di Bernardo, principe di Lippe-Biesterfeld.

La principessa Beatrice ha 3 sorelle, le principesse Irene, Margherita e Cristina, e all'età di 10 anni sua madre Giuliana divenne regina dei Paesi Bassi.

Beatrice ha 3 figli, tutti maschi: Guglielmo Alessandro, l'attuale Re dei Paesi Bassi, il principe Friso, morto dopo essere stato in coma per più di un anno, in seguito ad un incidente sciistico in Austria, e Costantino.

La principessa Beatrice ha anche 8 nipoti: le principesse Amalia, Alexia Ariane (figlie del re Guglielmo Alessandro e della regina Máxima), le contesse Luana e Zaria (figlie del principe Friso e della principessa Mabel) e le contesse Eloise e Leonore e il conte Claus-Casimir (figli del Principe Costantino e della Principessa Laurentien).

Nel 1980 dopo la abdicazione della regina Giuliana, Beatrice diventa regina dei Paesi Bassi.
Beatrice è stata Regina dei Paesi Bassi dal 30 aprile 1980 al 30 aprile 2013, quando abdica in favore del figlio Guglielmo Alessandro.


Il granduca ereditario Guglielmo in missione economica negli Emirati Arabi Uniti

26 - 29 gennaio 2020

Sua Altezza Reale il granduca ereditario di Lussemburgo Guglielmo presiede una missione economica negli Emirati Arabi Uniti, accompagnato da una delegazione di oltre 80 imprese lussemburghesi.

La missione che serve per rafforzare le relazioni politiche ed economiche tra i due paesi, è iniziata ad Abu Dhabi con un seminario spaziale al global Market, seguito da un incontro con il principe ereditario di Abu Dhabi e del vice comandante delle forze armate, sua altezza Sheikh Mohammed Bin Zayed al nahyan.

La giornata si è conclusa con una visita guidata del Louvre Abu Dhabi che è un museo d'arte e civiltà negli Emirati Arabi Uniti inaugurato l'8 novembre 2017.

Nel 2° giorno il Principe Guglielmo ha partecipato ad un seminario economico organizzato dalle Camere di commercio di Lussemburgo e Dubai, il cui obiettivo è generare nuove opportunità commerciali.
Nel primo pomeriggio, il Principe ha visitato la fiera internazionale "Arab Health", dedicata alla salute in Medio Oriente, e per concludere questa giornata ha incontrato Sua Altezza Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vicepresidente, Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti , Capo di Stato di Dubai.

Nel 3° giorno il Granduca ereditario ha visitato la mostra "Expo 2020 Dubai" ed ha partecipato ad una conferenza stampa durante la quale la delegazione ha presentato gli accordi di partenariato tra Lussemburgo e gli Emirati Arabi Uniti.

Nel pomeriggio dopo aver  incontrato con Sua Eccellenza Reem Al Hashimi, Ministro di Stato per la Cooperazione Internazionale e Direttore Generale dell'Ufficio Expo, il Principe Guglielmo ha visitato il padiglione lussemburghese ancora in costruzione, ed in questa occasione ha svelato la targa inaugurale

giovedì, gennaio 30, 2020

Il Re Felipe di Spagna festeggia il suo 52° compleanno

30 gennaio 2020

Felipe di Borbone è nato a Madrid, il 30 gennaio 1968, è figlio del re Juan Carlos I di Spagna e della regina Sofia. Ha due sorelle  Infanta Elena (1963) e Cristina (1965).

Quando Felipe aveva solo 7 anni, suo padre Juan Carlos sale al trono spagnolo dopo la morte del dittatore generale Francisco Franco.
Felipe è nominato Principe delle Asturie due anni più tardi, e nel 1981, suo padre gli dà l'Ordine del Toson d'Oro.

Il 1° novembre 2003 la Casa Real annuncia il fidanzamento di Felipe con Letizia Ortiz Rocasolano, una nota giornalista televisiva in Spagna e divorziata.

Felipe si sposa con Letizia Ortiz il 22 maggio 2004 nella Cattedrale dell'Almudena di Madrid.
Felipe e Letizia hanno 2 figlie: Infanta Leonor (Principessa delle Austurie) e Infanta Sofia.

Il 2 giugno 2014, suo padre, il re Juan Carlos, annuncia la sua abdicazione a favore di suo figlio.
Il Parlamento spagnolo, Cortes Generales, approva una legge per consentire l'ascensione al trono di Felipe.

Felipe diventa Re di Spagna il 19 giugno,  incoronato nel Palacio de las Cortes.

Tanti Auguri Maestà !!!


L'Imperatore emerito Akihito aveva perso conoscenza ma si è ripreso. 

30 gennaio 2020

L'Imperatore emerito del Giappone Akihito aveva perso conoscenza temporaneamente nella giornata di mercoledì, nella sua residenza ufficiale di Tokyo, ma un successivo controllo medico non ha riscontrato anomalie.

L'Agenzia imperiale nipponica ha comunicato che le condizioni dell'imperatore emerito sono adesso stabili, confermate dalla ripresa di pasti regolari.

Akihito è caduto improvvisamente in seguito ad un malore, avvenuto accanto alla consorte Michiko, che ha subito chiamato un team medico, che al loro arrivo hanno constatato che l'imperatore emerito era ancora senza conoscenza mentre russava.
Dopo aver riacquistato conoscenza, è stato trasferito nella sua camera da letto e nel corso del mattino un esame neurologico ed una risonanza magnetica della testa non hanno rivelato anomalie : "Certamente nulla che indica un ictus".

A luglio del 2019 l'imperatore emerito Akihito aveva subito una anemia cerebrale.

Akihito ha abdicato a fine aprile dello scorso anno e il suo primogenito Naruhito è asceso al trono il primo maggio.

Il Re Abdullah di Giordania festeggia il suo 58° compleanno

30 gennaio 2020

Abdullāh ibn al-Husayn è nato ad Amman, Giordania, il 30 gennaio 1962, ed è asceso al trono il 7 febbraio del 1999 dopo la morte di suo padre, Re Ḥusayn.

Abd Allāh è famoso a livello locale e internazionale per il mantenimento della stabilità giordana ed è noto per la promozione del dialogo inter-religioso e una comprensione moderata dell'Islam.

E' stato considerato dal Royal Islamic Strategic Studies Center il musulmano più influente al mondo nel 2016, nel 2019 ha ricevuto il premio Scholar-Statesman. ed ad Assisi il premio per la Lampada della Pace del 2019.
Inoltre il Re Abdullah di Giordania è custode dei siti sacri musulmani e cristiani di Gerusalemme, posizione ricoperta dalla sua dinastia dal 1924.

Il Re Abdullah II di Giordania è sposato con la regina Rania e la coppia ha 4 figli:
il principe ereditario Hussein, la Principessa Iman, la Principessa Salma, il principe Hashem.

Per festeggiare il compleanno del Re Abdullah , la Regina Rania ha pubblicato una foto del sovrano con la scritta :
"Che Dio Ti benedica, Abu Hussein, il più onorevole degli uomini, e per sempre il nostro pilastro della forza ed integrità "

La Duchessa di Cambridge visita la scuola Stockwell Gardens

29 gennaio 2020

Sua Altezza Reale la Duchessa di Cambridge ha visitato l'asilo e la scuola materna  LEYF Stockwell Gardens a Londra.

La duchessa Kate ha servito la colazione ai bambini ed ha parlato con i cuochi dell'importanza del cibo nutriente per lo sviluppo di un bambino.

La Duchessa Kate ha poi discusso con gli insegnanti ed i genitori sul sondaggio le "5 Grandi domande sugli under 5", lanciato la scorsa settimana che mira ad innescare una conversazione in tutto il Regno Unito sulla prima infanzia.

La rivista francese ROYAUTE' numero 16 2020

COPERTINA 


GUILLAUME 
ET CLAIRE 
DE LUXEMBOURG
Le bèbè tant 
attendu !

FAMILLE ROYALE 
DE BELGIQUE
Le reconciliation
des deux frères

DYNASTIE 
DES WINDSOR
La malèdition 
du mariage

MEGHAN ET HARRY
Une nouvelle
lune de miel

ELIZABETH II 
DANS LA TOURMENTE 
VA-T-ELLE PASSER 
LA MAIN ?
Affaire Andrew, Brexit, intrigues à la cour : 
le reine de 93 and envisage 
pour la première fois, de renoncer au trone

LETIZIA D'ESPAGNE
Sa complicité avec 
la reine Sofia

mercoledì, gennaio 29, 2020

I reali spagnoli al funerale dell'Infanta Pilar di Borbone

29 gennaio 2020

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna, l'ex re Juan Carlos e l'ex regina Sofia, la principessa Beatrice dei Paesi Bassi, l'infanta Elena e l'infanta Cristina di Spagna hanno partecipato al funerale di Infanta Pilar tenutosi al Monasterio del El escoria.

Pilar de Borbón era la sorella maggiore di re Juan Carlos ed è morta l'8 gennaio all'età di 83 anni in un ospedale di Madrid, a causa del cancro del colon.

Alla fine del solenne funerale, il Re Felipe, la Regina Letizia, Don Juan Carlos e Doña Sofía hanno espresso le loro condoglianze alla famiglia di Sua Altezza Reale Infanta Doña Pilar.

Il Granduca Enrico difende la granduchessa Maria Teresa accusata di spese folli

27 gennaio 2020

La granduchessa Maria Teresa, moglie del Granduca Enrico di Lussemburgo, è finita in un vortice di polemiche dopo che una verifica interna, voluta dal primo ministro Xavier Bettel, ha esaminato sprechi e spese della donna accusata dalla stampa anche di trattare male il personale.

Nell’agosto 2019 il primo ministro lussemburghese Xavier Bettel aveva nominato un’ispezione nella corte lussemburghese in seguito a un turnover sempre più consistente di dipendenti pare per il “carattere difficile della granduchessa”.
Dal rapporto, chiamato Waringo, sono circolate indiscrezioni che sembra che la granduchessa Maria Teresa viva a Parigi e costringa il suo team a raggiungerla costantemente nella capitale francese.

Dopo queste accuse contro sua moglie, il Granduca Enrico di Lussemburgo ha rilasciato una dichiarazione, diffusa sui social, per chiedere lo stop alle illazioni :

Scrivo dal capezzale di mio cognato che è stato recentemente ricoverato in un'unità di terapia intensiva a Ginevra.
Per desiderio di apertura, trasparenza e modernità, ho concordato che l'analisi interna proposta dal Primo Ministro dovesse proseguire.

Mentre attendiamo la pubblicazione del rapporto, e in effetti durante tutto questo processo, sono apparsi articoli sui media che fanno accuse ingiuste contro mia moglie, la madre dei nostri cinque figli ed una nonna devota. Questo sta mettendo a dura prova tutta la mia famiglia.

"Perché attaccare una donna. Una donna che si prodiga per altre donne, una donna alla quale non viene concesso neppure il diritto di difendersi. 

Da quando sono arrivato al trono, è stato il nostro comune desiderio di aiutare a modernizzare la nostra monarchia costituzionale e desideriamo continuare a contribuire a questo processo.
Le cause per cui mia moglie ha combattuto, che ho sempre sostenuto e per cui continueremo a lottare, sono di vitale importanza. Questo lavoro include campagne contro la dislessia, lotta contro la violenza sessuale, il miglioramento dello stato dei bambini detenuti in Africa, aiuto allo sviluppo della microfinanza e promozione dell'istruzione per ragazze e donne. 

Sono orgoglioso dell'impegno, dell'intelligenza e dell'energia che mia moglie mette in campo in tutto questo lavoro. La devozione che ha dimostrato negli ultimi 39 anni nel servire il nostro paese al mio fianco è esemplare ed è di fondamentale importanza per me.

Continueremo a servirvi; essere lì per te e per il Lussemburgo. Soprattutto in questo momento cruciale in cui i nostri figli iniziano una vita familiare propria, ci sentiamo obbligati come genitori a garantire che possano trarre il massimo da questi anni preziosi come nostri eredi.

Henri

Granduca di Lussemburgo

La regina Rania di Giordania visita il Governatorato di Aqaba

28 gennaio 2020

Sua Maestà la regina Rania di Giordania è andata a Aqaba, l'unica città costiera della Giordania che e la città più grande e popolosa del Golfo di Aqaba.

La Regina Rania ha incontrato donne di vari settori pubblici e privati, ed ha partecipato ad una cena con le donne in cui ha parlato con loro del ruolo fondamentale delle donne nella società giordana e dei loro contributi a vari settori, risultati nazionali e sviluppo del paese.


La duchessa di Cambridge visita l'ospedale infantile di Londra Evelina

28 gennaio 2020

Sua Altezza Reale la Duchessa di Cambridge si è recata all'Evelina London Children's Hospital per partecipare ad un seminario gestito dal programma della National Portrait Gallery, per vedere come le arti creative possono supportare la salute, benessere e felicità dei bambini.

La Duchessa Kate è Patrona della National Portrait Gallery dal 2012, ed è diventata Patrona dell'Ospedale Evelina nel 2018.

National Portrait Gallery collabora con specialisti teatrali per portare gli artisti nell'ospedale Evelina di Londra.
All'ospedale, gli artisti organizzano seminari per bambini di tutte le età, insieme ai loro fratelli e genitori.  L'ospedale offre servizi sanitari completi a bambini e famiglie prima della nascita, durante l'infanzia e fino alla vita adulta. Evelina London offre anche servizi specializzati per bambini con condizioni rare e complesse.

Durante la visita, la Duchessa Kate ha incontrato i bambini che ricevono cure in questo ospedale che prendono anche parte ad attività creative come illustrazione, fotografia e scenografia 3D.

Il re Felipe e la regina Letizia ricevono la squadra nazionale di pallamano

gennaio 2020

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna hanno ricevuto la squadra nazionale di pallamano, campione d'Europa 2020.

Alla cerimonia che si è tenuta al Palazzo Zarzuela di Madrid, il re Felipe e la regina Letizia si sono congratulati con la squadra nazionale di pallamano, che è stata proclamata per la seconda volta campione d'Europa, dopo aver battuto la Croazia per 22-20 nella finale europea disputata al Tele2 Arena di Stoccolma.

Con questo titolo, la squadra nazionale spagnola è riuscita a qualificarsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020.


martedì, gennaio 28, 2020

Il Re Alberto del Belgio ammette che Delphine Boël è sua figlia biologica

23 gennaio 2020

L'ex re del Belgio, Alberto II, ha ammesso pubblicamente che Delphine Boël è sua figlia illegittima, e questa ammissione arriva dopo una lunga battaglia legale.

Dopo aver visto i risultati di un test del DNA, fatto nel maggio 2019, l'avvocato del Re Alberto ha dichiarato che la signora Boël è sua figlia, ed ha aggiunto : "Re Alberto ha deciso di porre fine a questa dolorosa procedura in buona coscienza".

L'anno scorso il Re Alberto aveva perso il suo appello contro l'ordine di sottoporsi a un test del DNA per determinare se è il padre della signora Boël.  

Delphine è nata nel 1968 come figlia della baronessa Sybille de Selys Longchamps ed è stata ufficialmente riconosciuta dal marito di sua madre  Jonkheer  Jacques Boël. 

Delphine Boël ha sempre sostenuto di aver fatto questa battaglia legale non per questione  di soldi o eredità, in quanto suo padre legale è molto più ricco del Re. 
Nel 2013, Delphine aveva convocato il re Alberto in tribunale nella speranza di ottenere DNA a scopo di test, ma all'epoca il re godeva dell'immunità, ma la sua abdicazione nel luglio 2013 ha aperto la strada ad una nuova procedura. 




La rivista francese GOTHA numero 16 2020

COPERTINA 


LETIZIA 
D'ESPAGNE
Un terrible secret 
de famille

LADY DIANA
Les secrets 
d'une mère

HARRY ET MEGHAN
EN AMERIQUE
LA FUREUR DE 
LA COURONNE

KATE
Prète a devenir
reine

CHARLENE
DE MONACO
Au coer d'un
scandale






Il Principe William Alto Commissario dell'Assemblea Generale della Chiesa di Scozia

gennaio 2020

Sua Maestà la regina Elisabetta II ha insignito il Principe William del titolo di "Lord High Commissioner all’Assemblea Generale della Chiesa di Scozia" per il 2020.

Con questo titolo il principe William rappresenterà la Regina Elisabetta durante l’assemblea e farà le sue veci nei discorsi principali dell’assemblea, ovvero quello di apertura e chiusura.

In passato questo titolo è stato ricoperto dai quattro figli della Regina Elisabetta (la principessa reale Anna (due volte.) , il conte di Wessex, il duca di York e il duca di Rothesay), che ha l’abitudine di scegliere ogni anno un delegato diverso.

La sovrana non decide da sola chi la rappresenterà all’assemblea, ma si lascia consigliare dal Primo Ministro. Dunque per il principe William si tratta di un doppio attestato di stima.

Nel comunicato ufficiale annunciato da Buckingham Palace è scritto :
"L'alto commissario del Lord apre e chiude i discorsi all'Assemblea Generale e  renderà conto  a Sua Maestà dei suoi lavori. Per tutta la durata dell'Assemblea Generale, il Sovrano concede al Lord Alto Commissario il permesso di risiedere nel Palazzo di Holyroodhouse e, durante questo periodo, riceve la Guardia d'Onore, il saluto militare con 21 colpi a salve e le chiavi della Città di Edimburgo. 
È inoltre consuetudine che l'Alto Commissario inviti gli ospiti illustri a soggiornare al Palazzo e ad offrire ospitalità ai commissari all'Assemblea e a coloro che hanno contribuito alla vita pubblica in Scozia.
Durante la settimana dell'Assemblea, l'Alto Commissario partecipa all'Assemblea per osservare i dibattiti. Lui o lei svolge anche un programma di impegni per riflettere il lavoro delle organizzazioni benefiche e della Chiesa. Ad esempio, Sir George Reid, politico scozzese ed ex presidente, nominato nel 2010 e nel 2011, ha utilizzato il suo programma per celebrare il lavoro della Croce rossa internazionale e della Mezzaluna rossa. Nel 2012 e 2013, Lord Hope of Craighead, ex giudice della Corte suprema della Scozia, ha avviato un programma di visite che ha messo in luce temi di giustizia e inclusione".

La Chiesa di Scozia è una chiesa presbiteriana e riconosce solo Gesù Cristo come "re e capo della chiesa". La regina quindi non detiene il titolo di "Governatore supremo" della Chiesa di Scozia; quando frequenta le funzioni della Chiesa in Scozia, Sua Maestà lo fa come un membro ordinario.
La Chiesa di Scozia è completamente autonoma. È gestito a livello locale da sessioni di Kirk, a livello distrettuale da presbiteri, e a livello nazionale dall'Assemblea Generale, che comprende 850 commissari e si riunisce ogni maggio, generalmente a Edimburgo.

Naruhito e Masako del Giappone al torneo di Grand Sumo

25 gennaio 2020

Le Loro Maestà Imperiali, l'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako del Giappone , insieme alla loro figlia la principessa Aiko, hanno assistito al torneo di Grand Sumo che si è tenuto al Ryōgoku Kokugikan di Tokyo.

E' la prima volta che l'imperatore Naruhito guarda un torneo di sumo dal vivo in un'arena da quando è salito al trono il 1 maggio 2019.

Il Ryōgoku Kokugikan è un impianto sportivo situato nel quartiere Yokoami di Tokyo, inaugurato nel 1985, che ha una capacità di 11098 persone ed è utilizzato principalmente per i tornei di sumo.


La rivista Point De Vue numero 3731 di gennaio  2020

COPERTINA



EXCLUSIF
CHEZ GUILLAUME
ET STEPHANIE 
DE LUXEMBOURG
Ce bèbè, c'ètait
notre secret

Harry Meghan
LE VRAI PRIX
DE LA LIBERTE'

CAROLINE 
DE HANNOVER ET
BRIGITTE MACRON
Avec Stephane Bern, 
elles défendent
le patrimonie



La principessa Astrid del Belgio in visita di stato in Nepal

19 gennaio 2020

Sua Altezza Reale la principessa Astrid del Belgio era andata in Nepal per una visita ufficiale di 5 giorni, a guida di una delegazione commerciale belga, anche nel suo ruolo di Presidente Onorario della Fondazione Damien e come Inviata Speciale della Convenzione sul divieto delle mine antiuomo.

Al suo arrivo la principessa Astrid è stata ricevuta dal ministro nepalese dell'industria e del commercio, dall'ambasciatore belga e dai rappresentanti della Fondazione Damien in Nepal.

La Principessa Astrid è stata anche raggiunta da suo marito, il Principe Lorenz, che era andato in Nepal per un lavoro "privato" come banchiere.

In Nepal la Principessa Astrid ha incontrato diversi membri del governo nepalese, tra cui il Ministro degli Affari Esteri, il Ministro della sanità e della popolazione ed il Ministro della cultura, del turismo e dell'aviazione civile, ed è stata anche ricevuta dal presidente del Nepal, Bidya Devi Bhandari e da altri funzionari.

La Casa Reale belga ha confermato che la Principessa Astrid ha esortato il governo nepalese ad approvare la Convenzione sul divieto di mine antiuomo.

La principessa Astrid e il principe Lorenz hanno aperto un nuovo centro di tubercolosi a Kailali, e la Principessa Astrid ha visitato il Midpoint Hospital di Nawalparasi, un centro di riferimento provinciale per la tubercolosi e la lebbra.

La principessa Astrid del Belgio, accompagnata dal principe Lorenz, ha anche visitato la città vecchia di Bhaktapur.

lunedì, gennaio 27, 2020

Il Principe Alberto e la principessa Charlene alla cerimonia della Santa Devota, patrona del Principato di Monaco.

26 gennaio 2020

Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II di Monaco, la principessa Charlene, la Principessa Gabriella e il principe Jacques hanno partecipato alle cerimonie per la Santa Devota, patrona del Principato di Monaco.

Le celebrazioni di Saint Devota si svolgono ogni anno dal 26 al 27 gennaio ed i monegaschi per celebrare Santa Devota bruciano simbolicamente una barca, seguito da uno spettacolo pirotecnico.

Il Principe Alberto e la Principessa Charlene hanno partecipato alla Messa che si è svolta nella Cattedrale di Monaco, e successivamente, il Principe Alberto, la Principessa Charlene con i loro figli la Principessa Gabriella e il Principe Jacques hanno salutato la folla dal balcone del Palazzo

Devota è la santa patrona del Principato di Monaco, e viene celebrato ogni anno come festa nazionale. Santa Devota è una martire cristiana che fu uccisa e torturata per la sua fede nel 4° secolo e la leggenda racconta che il corpo della donna arrivò dalla Corsica a Monaco su una barca.


Il principe Carlo nei Territori Palestinesi

24 gennaio 2020

Dopo essere stato in Israele, Sua Altezza Reale il Principe di Galles ha raggiunto i Territori Palestinesi.

Il Principe Carlo ha iniziato la giornata visitando a Betlemme con i leader musulmani e cristiani la Moschea di Omar, che fu costruita da Omar Ibn Al-Khattab, il secondo califfo del profeta Maometto, e che è l'unica moschea nella città vecchia di Betlemme.

In seguito il principe Carlo ha partecipato ad una cerimonia ecumenica presso la basilica della Natività che è stata eretta nel luogo dove un'antica tradizione ricorda la nascita di Gesù.
Quindi il Principe Carlo ha raggiunto la Casa Nova dove ha incontrato cristiani palestinesi, persone che lavorano nel campo della salute e dell'istruzione e dei rifugiati palestinesi.

Il principe Carlo ha detto che stare a Betlemme è profondamente commovente sentirsi come un pellegrino in questo luogo speciale di così grande significato : "Betlemme fa parte di tutti noi e la Chiesa della Natività è al centro di Betlemme. 
Nel Regno Unito, ho cercato a lungo di celebrare la ricca diversità di convinzioni di cui godiamo e per garantire le fedi di tutte le persone. Anche in altre parti del mondo, ho cercato di costruire ponti tra le diverse religioni, in modo che potessimo imparare gli uni dagli altri e, di conseguenza, essere più forti insieme.
Mi spezza il cuore, quindi, continuare a vedere tanta sofferenza e divisione. Il mio più grande desiderio è che il futuro porti libertà, giustizia e uguaglianza a tutti i palestinesi, permettendoVi di prosperare e prosperare ".

Il principe Carlo ha  quindi incontrato il presidente Mahmoud Abbas nella sua residenza ufficiale,
prima di visitare l'uliveto ed il frutteto nel convento dei Carmelitani ed  il monastero del Sacro Cuore.

Infine il principe Carlo è andato nel convento di Santa Maria Maddalena nel Getsemani sul Monte degli Ulivi a Gerusalemme, per visitare la tomba di sua nonna, la principessa Alice, madre del Duca di Edimburgo.

Nel Giorno della Memoria ricordiamo la Principessa Mafalda di Savoia, morta nel campo di Buchenwald

27 gennaio

Oggi nella "Giornata della Memoria" ricordiamo che tra i deportati c'era anche la Principessa Mafalda di Savoia che morì nel campo di sterminio di Buchenwald.

Mafalda, secondogenita del Re d'Italia Vittorio Emanuele III e della regina Elena, si sposò a Racconigi (23 settembre 1925) con il langravio Filippo d'Assia.

Su ordine di Hitler, con un tranello i tedeschi arrestarono Mafalda, e la deportarono nel lager di Buchenwald.

Nell'agosto del 1944 la baracca in cui era prigioniera la principessa Mafalda, sotto il falso nome di Frau von Weber, fu distrutta da un bombardamento degli anglo-americani. La principessa riportò gravi ustioni e contusioni varie su tutto il corpo, ricoverata nell'infermeria del lager ma senza cure le sue condizioni peggiorarono.
Dopo 4 giorni di tormenti, a causa delle piaghe insorse la cancrena e le fu amputato un braccio. Mafalda abbandonata e privata di ulteriori cure, muore dissanguata nella notte del 28 agosto 1944.

La principessa Mafalda riposa nel cimitero degli Assia, nel castello di Kronberg im Taunus vicino a Francoforte sul Meno.


domenica, gennaio 26, 2020

Il Principe di Galles in Israele

23 gennaio 2020


Dopo aver partecipato al World Economic Forum 2020, che si è tenuto a Davos, in Svizzera, Sua Altezza Reale il Principe di Galles è andato in Israele dove è stato accolto dal presidente Reuven Rivlin nella sua residenza ufficiale a Gerusalemme.

Il principe Carlo si è recato al Museo di Israele dove ha incontrato i sopravvissuti dell'Olocausto: Marta Wise, sopravvissuta ad Auschwitz, e George Shefi, che fu inviato in Inghilterra con il Kindertransport.

Il Principe Carlo ha visitato il Secondo Tempio di Gerusalemme e nel pomeriggio, ha tenuto un discorso al Forum mondiale sull'olocausto per commemorare il 75° anniversario della Liberazione di Auschwitz e della Giornata internazionale della memoria dell'Olocausto .

Il principe Federico all'Experimentarium di Hellerup

23 gennaio 2020

Sua Altezza Reale il principe ereditario di Danimarca Federico ha aperto ufficiale "Let the Games Begin" che si è tenuto presso Experimentarium di Hellerup, un distretto nella periferia di Copenaghen.

In occasione della cerimonia di apertura il principe ereditario Federico ha tenuto un discorso.

"Let the Games Begin" è una iniziativa annuale con esperienze ispirate ai Giochi Olimpici e ai Giochi Paralimpici con l'obiettivo di dimostrare che lo sport è per tutti, che è stata realizzata in collaborazione con la Federazione sportiva danese, il Team Denmark e Parasport Denmark.


Il principe Federico di Danimarca consegna i premi Danish Tech Challenge 2019

23 gennaio 2020

Sua Altezza Reale il principe ereditario Federico di Danimarca ha partecipato alla cerimonia dei premi Danish Tech Challenge del 2019 che è il più grande programma di accelerazione hardware della Danimarca che premia i giovani imprenditori e investitori che presentano brevetti sicuri.

La vincitrice è la azienda Pentalock che ha sviluppato un lucchetto per bicicletta intelligente, ed il principe ereditario Federico ha consegnato al vincitore il premio che consiste in un assegno di 500.000 DKK.

La tecnologica danese è in crescita e le società partecipanti hanno lavorato, tra l'altro, per lo sviluppo di modelli di business, vendite, strategie di brevetto e la commercializzazione di nuovi prodotti e soluzioni.

La rivista HELLO! numero 1619 di gennaio 2020

COPERTINA


DUCHESS IN DEMAND
KATE'S 
A CLASS 
ACT

AS SHE AND WILLIAM 
TALK BABIES, FAMILY 
VALUES AND BREAKING 
DOWN BARRIERS

MEGHAN 
MAKES 
HER MARK
A FRESH START 
WITH OLD FRIENS

WILLIAM 
AND HARRY
BACK TO BUSINESS AS 
THE SUSSEXES FUTURE IS 
DECIDED BY THE QUEEN


La duchessa di Cambridge visita una prigione femminile nel Surrey

22 gennaio 2020

Sua Altezza Reale la duchessa di Cambridge ha visitato l'HMP Send, una prigione femminile nel Surrey, dove ha incontrato le donne (alcune già incontrato nel 2015) per discutere sul programma Forward.
Alcune di queste donne hanno detto a Kate che hanno individuato i loro problemi nella loro infanzia, e questa visita è legata al sondaggio "5 Big Questions for the Under 5", che ha recentemente lanciato e che serve anche come  modello per migliorare le relazioni con amici e familiari, inclusa la riconnessione con i bambini.

Il programma, implementato da Forward Trust, fornisce servizi per consentire alle persone di interrompere la dipendenza alla droga ed alcol o la criminalità per poter andare avanti nelle loro vite.

La visita è stata organizzata dalla Rehabilitation of Addicted Prisoners Trust ed è stata supportata dalla duchessa Kate attraverso il suo patrocinio ad Action On Addiction.

La duchessa Kate ha dichiarato: "Mi sento estremamente impegnata nel cercare di aiutarci davvero a fornire quel meccanismo di prevenzione e quel sistema di supporto nelle vostre comunità. In particolare quel supporto nei primi anni di vita."

sabato, gennaio 25, 2020

La Principessa Charlene di Monaco festeggia il suo 42° compleanno

25 gennaio 2020

In occasione del suo 42° compleanno, la principessa Charlene ha ricevuto un bellissimo regalo in quanto i suoi figli, il principe Jacques e la principessa Gabriella le hanno cantato una canzone in inglese.

Charlene è nata il 25 gennaio 1978 a Bulawayo, in Rhodesia (odierno Zimbabwe), dove il padre era proprietario di un'industria tessile. In seguito nel 1989 si è trasferita con la famiglia in Sudafrica.

Charlene ha partecipato alle olimpiadi di Sydney 2000 nella staffetta 4×100, classificatasi 5°, ed ha vinto numerosi titoli nazionali e si è ritirata nel 2008, dopo un infortunio alla spalla, che le aveva impedito di partecipare alle olimpiadi di Pechino 2008.

Il 1° luglio 2011, Charlene ha sposato il principe Alberto di Monaco.

La notizia tanto attesa in Monaco, che la principessa Charlene era incinta, è stata annunciata il 30 maggio 2014.

Il 10 dicembre 2014 presso Ospedale Principessa Grace, sono nati la principessa Gabriella, contessa di Carladès e 2 minuti più tardi, il principe Giacomo, Marchese di Baux.
Per le legge di successione di Monaco, in cui c'è il criterio di preferenza di un erede maschio, Jacques è in prima linea di successione al trono monegasco, davanti a sua sorella maggiore




Voir cette publication sur Instagram

Une publication partage par HSH Princess Charlene (@hshprincesscharlene) le


Il principe Harry lancia una nuova iniziativa per la salute mentale

16 gennaio 2020

Il duca di Sussex ha dato il suo appoggio al nuovo progetto "Mental Fitness Charter"  che è incentrato sulla salute mentale legato allo sport, e lo ha lanciato in occasione dei sorteggi della Coppa del mondo di rugby 2021.

Il principe Harry ha affermato che il progetto si concentrerà sulla "idoneità mentale dei giocatori, allenatori, tifosi e della comunità legata allo sport, ed ha elogiato il lavoro già svolto all'interno di Rugby League.

Il Duca Harry è il Patrono della Rugby Football League, ha ospitato i sorteggi della Coppa del Mondo di rugby della 2021 per i tornei maschili, femminili e su sedia a rotelle, ad una cerimonia che si è tenuta a Buckingham Palace.

La Coppa del Mondo di rugby 2021 si svolgerà in tutto il Regno Unito tra il 23 ottobre e il 27 novembre 2021.



Il Re di Giordania ricevuto dal presidente francese Macron 

15 gennaio 2020

Sua Maestà il Re di Giordania era stato ricevuto dal presidente francese Macron al palazzo Eliseo di Parigi.

In seguito il re Abdullah II ha firmato il libro degli ospiti al GIGN (National Gendarmerie Intervention Group) che è un'unità d'elite della Gendarmeria nazionale francese specializzata nelle operazioni di antiterrorismo e nella liberazione di ostaggi.
Dal 2007 svolge anche operazioni militari tipiche delle forze speciali.

Al suo arivo il RE di Giordania è stato accolto dal direttore generale della gendarmeria nazionale francese, ed è stato informato dei compiti svolti dal GIGN e ha partecipato a un esercizio militare condotto dalle formazioni GIGN.

Prima il Re Abdullah di Giordania a Strasburgo era stato ricevuto dal presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.


Related Posts with Thumbnails