Articoli in evidenza:

martedì, ottobre 22, 2019

La Regina Elena di Romania è tornata in Patria 

18 ottobre 2019

La Regina Elena di Romania è tornata in Patria, e adesso riposerà nella nuova cattedrale arcivescovile e reale presso la corte di Argeş, accanto a suo figlio, il re Michele I.

La bara della Regina Elena è arrivata all'aeroporto internazionale di Otopeni il 18 ottobre accolta da Margherita, Custode della corona rumena, e dal resto della famiglia reale rumena, il principe Radu, le principesse Sofia e Maria e da alti funzionari del Governo.

La sepoltura si è svolta il giorno successivo.

La regina Elena di Romania conosceva molto bene il suo paese, che visitava costantemente, svolgendo numerose attività di beneficenza, aprendo ospedali per le persone povere e scuole in diverse città, e salvò migliaia di ebrei dallo sterminio dei nazisti e si oppose alla occupazione sovietica.
Dopo il colpo di stato dei comunisti fu costretta in esilio, accanto a suo figlio nel gennaio del 1948,
e visse a Firenze (Italia) e in Svizzera,  dove morì a Losanna  il 29 novembre 1982.

La regina Elena parlava sei lingue: greco, francese, inglese, rumeno, tedesco e italiano.

Mentre la repubblica rumena rende omaggio ai sovrani del Paese, la repubblica italiana continua a tenere i nostri Reali in terra straniera e non nel Pantheon, dove è giusto che siano sepolti. 
Vergognati repubblica d'Italia !!!


 VIDEO

lunedì, ottobre 21, 2019

Il Re Felipe e la Regina Letizia di Spagna in Giappone per partecipare alle cerimonie di intronizzazione dell'imperatore Naruhito

19 ottobre 2019

Le Loro Maestà il Re Felipe VI di Spagna e la Regina Letizia sono andate in Giappone per partecipare alle cerimonie di intronizzazione dell'imperatore Naruhito, accompagnati da una delegazione di cui fa parte il ministro degli esteri Josep Borrell.

Atterrita all'aeroporto di  Tokyo, la coppia reale è stata accolta dall'ambasciatore della Spagna in Giappone, Jorge Toledo e quindi si è recata all'hotel Okura, dove alloggerà durante il loro soggiorno a Tokyo.

In seguito il re Felipe si è trasferito al Palazzo Akasaka per incontrare il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe che accoglie i capi di stato che stanno arrivando  in Giappone.
L''incontro tra il Primo Ministro e Re Felipe VI ha messo in luce lo status di partner strategici tra Giappone e Spagna stabiliti lo scorso anno in occasione del 150° anniversario della creazione di relazioni diplomatiche.

Il re Felipe ha sottolineato che il Giappone ha dimostrato la sua capacità di superare le tragedie naturali, ed ha augurato al Giappone il successo dei Giochi olimpici che si terranno il prossimo anno a Tokyo.

La solenne cerimonia dell'incoronazione si terrà presso il Palazzo Imperiale di Tokyo sotto gli stessi riti che sono stati usati per più di mille anni nella Casa Imperiale giapponese, con la presenza di migliaia di ospiti e delegazioni da tutto il mondo.

Dopo l'incoronazione il Re Felipe e la Regina Letizia si recheranno a Seul che sarà la loro prima visita di stato in quel paese.

Il Re di Svezia in Malì per incontrare i soldati svedesi che operano in quel paese per l'ONU

18 ottobre 2019

Sua Maestà il re Carlo Gustavo XVI di Svezia si è recato in Malì per incontrare i soldati svedesi al Campo Nobel fuori Timbuktu ed alla base Bamako che operano per le Nazioni Unite

Il Re di Svezia  ha detto ai suoi soldati : "Soldati! Il Vostro compito è impegnativo e complesso. Avete fatto un buon lavoro nel costruire e mantenere la fiducia qui in Mali. Una fiducia che è cruciale per il successo della missione. State svolgendo un lavoro importante che svolge un ruolo importante per la pace e la sicurezza. Come tutti questi incarichi, è anche associato a rischi. Voglio inviare un pensiero speciale - e un ringraziamento - alle vostre famiglie. Senza il loro sostegno, questo sforzo non sarebbe stato possibile e spero che capiscano quanto la vostra presenza significhi qui in Mali ”. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Il re Carlo Gustavo di Svezia ha anche fatto una visita di cortesia al presidente del Mali Ibrahim Boubacar Keîta, ha incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite Mahamat Saleh Annadif, che dirige l'iniziativa delle Nazioni Unite (Minusma) in Mali ed il tenente generale svedese Dennis Gyllensporre, che è il comandante militare di Minusma


Related Posts with Thumbnails