Il re Harald si rivolge ai norvegesi per il coronavirus

15 marzo 2020

Sua Maestà il re Harald V di Norvegia ha tenuto un messaggio ai norvegesi in merito alla diffusione del coronavirus.
Il messaggio è stato trasmesso in diretta televisiva presso la Royal Lodge dove il re Harald e la regina Sonja sono in quarantena per precauzione da alcuni giorni.

Per impedire un'ulteriore diffusione del virus, il governo norvegese ha deciso di mettere in quarantena chiunque arriva dall'estero.


Ecco il messaggio del Re Harald di Norvegia :

Carissimi,

Ci troviamo in una situazione irreale, aliena e spaventosa per tutti noi. Non riconosciamo la nostra vita quotidiana o il mondo che ci circonda. Eppure siamo solo all'inizio di qualcosa di cui non conosciamo appieno le conseguenze.

L'incertezza ci rende vulnerabili. La serietà ci rende ansiosi. La nuova vita di tutti i giorni può darci una sensazione di impotenza. La Norvegia è colpita come tutto il resto del mondo. Ora il nostro compito più importante è cercare di rallentare la diffusione drammatica, seguendo gli ordini impartiti dalle autorità.

Possiamo essere grati di avere leader politici e autorità professionali con il coraggio e la conoscenza per affrontare la situazione con onestà e realismo. La Norvegia è conosciuta come una società basata sulla fiducia. Ora c'è un bisogno particolare di dimostrarsi reciprocamente la fiducia. E' necessario che tutti si assumano la responsabilità di prevenire la diffusione dell'infezione, e che le autorità del paese prendano decisioni giuste e sagge.

Adesso i miei pensieri e preghiere sono con tutti per te. Con te che sei malato e con te che sei parente di un malato. I miei pensieri e preghiere sono rivolti agli operatori sanitari di tutto il paese, giorno e notte. Con coloro che stanno sperimentando perdite finanziarie e paura per il futuro. A tutti voi che ricoprite importanti funzioni sociali affinché il nostro Paese possa funzionare.

I miei pensieri e le mie preghiere sono per tutti i bambini - che ora possono essere particolarmente ansiosi - e di cui dobbiamo occuparci di più. E con coloro che sentono la solitudine perché le nostre piccole e grandi comunità vengono temporaneamente portate via da noi. 
Infine, vorrei dire che tutti hanno bisogno un pò più di serenità in questo periodo. Insieme ci troviamo in questa situazione ed insieme saremo in grado di superare ciò che ci aspetta.