Il Re Felipe di Spagna presiede la apertura della XIV legislatura

3 febbraio 2020

Le Loro Maestà il Re Felipe, insieme alla Regina Letizia di Spagna, la Principessa delle Asturie e l'Infanta Doña Sofía, ha aperto la XIV legislatura.

Al loro arrivo al Congresso dei deputati i Sovrani sono stati accolti dal presidente del governo Pedro Sánchez e dopo aver ricevuto gli onori militari, sono entrati nella Camera.
Dopo aver ascoltato l'inno nazionale e l'intervento del presidente della Camera, il Re Felipe ha tenuto il suo discorso nel quale ha detto che tutte le istituzioni dello Stato devono fare gli interessi della Spagna e del bene comune degli spagnoli, rispettando i valori costituzionali che definiscono la democrazia.

Dopo aver aversi congratulato con Sánchez, ha fatto gli auguri agli altri membri del governo ed anche a tutti gli onorevoli deputati e senatori per le loro elezioni, ricordando che ricevere il mandato dei cittadini è senza dubbio uno dei più grandi onori.

Il Re Felipe ha evidenziato l'alta partecipazione a tutte le elezioni e che un'elezione generale è l'espressione del trionfo del popolo spagnolo, ed ha aggiunto che il dialogo e la volontà di comprensione assumono tutto il significato nei tre pilastri essenziali della Costituzione : Stato di diritto sociale e democratico.

La Spagna non può essere uno contro l'altro e che la Spagna deve appartenere a tutti e per tutti. Questo è ciò che la società spagnola ha desiderato per oltre 40 anni , e, soprattutto, se lo merita, e con questo desiderio e con piena fiducia nel futuro della Spagna, ho il grande onore e il privilegio di dichiarare aperta la 14° legislatura.