Articoli in evidenza:

giovedì, aprile 02, 2020

Il Granduca Enrico ringrazia le forze mobilitate nella lotta contro il COVID-19 

31 marzo 2020

Confinato al castello di Berg e con la Granduchessa Maria Teresa, Sua Altezza Reale il Granduca Enrico ogni giorno è in contatto con tutte le forze della nazione mobilitate nella lotta contro il COVID-19: badanti, servizi pubblici, dipendenti delle reti di alimentazione, attori economici, enti di beneficenza e volontari.

Il Granduca chiede informazioni sulla situazione, ed incoraggia ed esprimere il profondo riconoscimento alla popolazione solidale.

Il Granduca Enrico di Lussemburgo continua a dire che il ruolo di ciascuna persona nell'osservare le rigorose regole di contenimento è essenziale per sconfiggere il virus.


 

98° anniversario della morte dell'Imperatore Carlo I d'Austria.

1 aprile 2020

Carlo era nato a Persenbeug, il 17 agosto 1887, ed è morto a Funchal, il 1º aprile 1922.

Figlio primogenito dell'arciduca Ottone d'Austria e della principessa Maria Giuseppina di Sassonia, alla nascita era il quinto in linea di successione dopo l’arciduca Rodolfo, suo nonno, suo zio Francesco Ferdinando e suo padre. Nel 1889 l'arciduca Rodolfo morì suicida a Mayerling e il piccolo Carlo passò al quarto posto; nel 1896 suo nonno Carlo Ludovico morì e Carlo salì al terzo posto; nel 1906 la morte del padre lo rese secondo, dopo suo zio Francesco Ferdinando.

Nel 1911 sposò la principessa italiana Zita di Borbone-Parma, con la quale ebbe 8 figli.

Il 28 giugno 1914 Carlo divenne erede al trono in seguito all'assassinio dello zio Francesco Ferdinando d'Austria-Este.
Carlo fu incoronato imperatore alla morte del prozio Francesco Giuseppe avvenuta il 21 novembre 1916.
Regnò come imperatore Carlo I d'Austria, re Carlo IV d'Ungheria, Croazia, Slavonia e Dalmazia e re Carlo III di Boemia. Fu beatificato da papa Giovanni Paolo II il 3 ottobre 2004 e la ricorrenza è stata celebrata il 21 ottobre 2004.

Il Beato Carlo morì in povertà a soli 34 anni sull'isola di Madeira, il 1 aprile 1922. Le sue spoglie sono ancora sepolte sull'isola, nella chiesa della Madonna del Monte, nonostante i vari tentativi di spostarli nella cripta degli Asburgo a Vienna. Il suo cuore e quello della moglie sono invece sepolti nell'abbazia di Muri in Svizzera.

Durante l'ultima notte della sua vita terrena disse alla consorte : «Tutta la mia aspirazione è sempre stata quella di conoscere il più chiaramente possibile, in ogni cosa, la volontà di Dio, e di eseguirla nella maniera più perfetta».


mercoledì, aprile 01, 2020

Anche da casa il duca William e la duchessa Kate lavorano per sostenere la salute mentale

29 marzo 2020

Per la diffusione del virus covid-19, anche  il duca William e la duchessa Kate di Cambridge lavorano da casa.

Il duca William e la duchessa Kate consapevoli che l'auto isolamento e il distanziamento sociale possono porre enormi sfide alla nostra salute mentale, continuano ad avere regolare contatti con le organizzazioni di cui sono patroni per comprendere i problemi e come affrontarli in questo momento difficile.

La scorsa settimana, per telefono, il Duca William ha parlato con Paul Farmer, direttore i Mind, e la duchessa Kate, con Catherine Roche, direttrice di Place2be.

Nel messaggio aggiunto alle foto, il Duca e la Duchessa di Cambridge invitano le persone a prendersi cura della propria salute mentale.


Related Posts with Thumbnails