Articoli in evidenza:

mercoledì, luglio 08, 2020

Il Principe di Galles partecipa al 15° anniversario degli attentati di Londra

7 luglio 2020

Nel 15° anniversario degli attentati di Londra del 7 luglio 2005, Sua Altezza Reale il Principe di Galles si è unito ad un video di commemorazione online, in cui ha ricordato coloro che sono stati tragicamente morti e tutte le persone colpite dalle atrocità.

Il video è stato organizzato dai familiari delle vittime e dei sopravvissuti, che lo hanno prodotto per essere condiviso online nel caso in cui la cerimonia non potesse aver luogo per colpa del covid19.

In questo video il il Principe Carlo ha detto:
“Sembra così disperatamente crudele che la pandemia avrebbe dovuto negarci l'occasione di vedersi e di stare insieme per piangere e ricordare. Tuttavia, mentre ci riuniamo virtualmente, prego che voi possiate essere in grado di prendere forza che, nelle vostre case o ovunque voi siete, siete ancora una volta uniti da tutto ciò che condividete.
Per tutti noi, oggi è un'occasione per ricordare coloro che sono tragicamente morti e per stare con coloro che sono rimasti soli. È anche un'opportunità per riaffermare la nostra comune determinazione che la tolleranza e la compassione trionferanno sulla divisione e sull'odio e che la speranza prevarrà sempre. In tutto questo, onorevoli colleghi, difficilmente potrei essere più orgoglioso di unirmi a voi e vi invio i miei pensieri e le mie benedizioni speciali."

Gli attentati di Londra del 7 luglio 2005 sono stati una serie di attacchi terroristici a varie stazioni ferroviarie della metropolitana di Londra ed un autobus nel centro di Londra, provocando 52 morti e oltre 700 feriti.

La rivista Point de Vue n. 3751 di luglio 2020

COPERTINA

SOPHIE 

ET LETIZIA d'ESPAGNE


DEUX REINES

POUR UN ROI

EN DANGER






Re Felipe celebra l'anniversario della corte costituzionale spagnola

6 luglio 2020

Sua Maestà il re Felipe VI di Spagna ha celebrato l'anniversario della corte costituzionale spagnola a Madrid.

Alla sede della Corte costituzionale, Re Felipe è stato ricevuto dal presidente della Corte costituzionale, dal vicepresidente del governo e ministro della presidenza, e da numerose altre autorità e dopo aver salutato la Corte dei magistrati, Re Felipe si è recato nella Sala delle Assemblee si ha ascoltato l'inno nazionale e si è tenuto un minuto di silenzio.

Nel suo discorso, Don Felipe ha sottolineato che nel rendere omaggio alla Corte costituzionale, chiave della architettura costituzionale, si deve pensare al periodo dello sviluppo sociale, politico ed economico nella storia della Spagna, che ha reso possibile la convivenza nella libertà tra gli spagnoli, basata su principi democratici garantiti dal rispetto della legge come espressione della volontà generale dei cittadini.

Dopo il suo intervento, il Re Felipe ha tenuto una riunione con una rappresentanza dei lavoratori della Corte costituzionale e successivamente ha incontrato altri partecipanti .

La Corte costituzionale è composta da dodici membri, che detengono il titolo di magistrati della Corte costituzionale. Sono nominati dal Re con regio decreto, su proposta delle Camere che compongono le Cortes Generales (4 per il Congresso e 4 per il Senato), il Governo (2) e il Consiglio Generale della Magistratura (2).

Related Posts with Thumbnails