Video della Regina Margherita di Danimarca per il suo 80° compleanno

16 aprile 2020

In occasione del suo 80° compleanno Sua Maestà la Regina Margherita di Danimarca ha parlato alla Nazione dal Castello di Fredensborg.

Nel suo discorso la Regina Margherita ha detto che il suo compleanno non è andato come immaginava (per il covid19), ma ha detto di essere grata per quello che è diventato, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito a renderlo un giorno di festa e memorabile.

Ecco il discorso della Sovrana danese :

"Festeggiare un compleanno è una tradizione radicata in Danimarca. Lo celebriamo in modo diverso, ma per la maggior parte delle persone dovrebbe preferibilmente essere con la famiglia e amici.

È così di solito nella mia famiglia. Sono sempre stata felice di poter festeggiare il mio compleanno. Essere in grado di sentire, letteralmente, l'atmosfera che scalda il cuore che mi nutre nel giorno stesso. Ha sempre significato qualcosa di speciale per me.

Questo non è stato il caso per quest'anno. Siamo stati visitati da un ospite indesiderato e pericoloso che ha lasciato il segno in tutto il paese. Molte feste, celebrazioni e matrimoni sono stati toccati, così come il mio compleanno.

È stata una giornata lunga e triste ?
No, per niente. Al contrario, il giorno mi ha portato tante gioie e mi ha arricchito, più di quanto possa dire.

Mi commuove profondamente il fatto che così tanti abbiano voluto unirsi a me anche quest'anno per festeggiare. Ringrazio con tutto il cuore per i saluti, per le canzoni e per i molti pensieri che mi sono fluiti oggi da tutte le parti del regno.

L'ingenuità e l'ingegnosità dei danesi è stata travolgente. Molti, nonostante le loro preoccupazioni e dolori, hanno avuto il tempo di mandarmi i loro auguri di compleanno.
In retrospettiva, ricorderò il mio ottantesimo compleanno come qualcosa di unico, uno dei più memorabili. Anche qui è stato scoperto che quando la crisi ci colpisce, possiamo e ci uniremo nella comunità - insieme, ma a distanza.

Quasi un mese fa, ho parlato della grave sfida che la crisi della corona rappresenta - non solo per la nostra comunità, ma per il mondo intero. Ho invitato tutti a capire la serietà di ciò che stiamo affrontando.

Ognuno di noi è messo a dura prova. Molti sono malati, molti hanno perso i loro cari e molti sono preoccupati per come stanno andando le cose. I miei pensieri vanno a ciascuno.
Stiamo vivendo un momento incerto; ma vediamo anche che tutti stanno compiendo ogni sforzo per porre fine alla crisi e seguire le istruzioni delle autorità - questo vale sia per i bambini che per gli adulti.

È appena stata Pasqua e molti di noi hanno dovuto celebrarla in un modo diverso da quello a cui siamo abituati. Il messaggio di Pasqua non è stato meno potente. Anche qui abbiamo sperimentato di stare insieme, sebbene individualmente.

Ma la crisi ci ha anche insegnato qualcosa di noi stessi di cui possiamo essere orgogliosi. Sappiamo più di quanto pensiamo; nel complesso i danesi si supportano e si aiutano a vicenda da ogni luogo della nostra comunità. Andando avanti e stanno emergendo nuove idee e stiamo vedendo nuovi modi di lavorare e stare insieme. Abbiamo dimostrato che ci prendiamo cura gli uni degli altri e che l'egoismo è in difficoltà. Abbiamo notato che l'assenza di uno stretto legame - e di un abbraccio - significa più di quanto avessimo immaginato.

Questo indica che insieme contribuiamo a tenere la malattia sotto controllo. Abbiamo dimostrato che possiamo andare d'accordo e che sta andando nella giusta direzione; ma ora è vero, perché non abbiamo ancora finito.

È faticoso e ingombrante far funzionare la vita di tutti i giorni. È diventato triste e solo per molti, specialmente per le persone single e anziane che si sentono tagliate fuori dal loro mondo abituato. Ma ora dobbiamo continuare a perseverare affinché tutti, grandi e piccoli, giovani e vecchi, possiamo superare bene la crisi. Quindi possiamo tornare in una Danimarca che probabilmente sarà cambiata, ma che sarà comunque la Danimarca di tutti noi, radicata nella nostra comunità e con la fiducia l'una dell'altra. 

Il mio compleanno non è stato come immaginavo, ma sono grato per quello che è diventato - grazie a tutti coloro che hanno contribuito a renderlo un giorno festivo e memorabile.

Ora stiamo lentamente riaprendo la Danimarca. I miei pensieri e saluti vanno a ciascuno di voi in questo paese e in tutto il Regno con il desiderio di speranza, conforto e buon coraggio.

DIO SALVA DANIMARCA