361 anni fa Carlo Emanuele II di Savoia fondava i Granatieri 

18 aprile 1659

Il 18 aprile del 1659 il Duca Carlo Emanuele II di Savoia costituiva il Reggimento dei Granatieri che, proseguendo le riforme militari già iniziate da Emanuele Filiberto. serviva per costituire un esercito permanente di pace, e come nucleo dell'esercito di guerra.

Il primo reggimento fu le Guardie Reali, al quale risalgono le origini dei granatieri italiani.

Nel 1664 il reggimento di guardia fu dichiarato il primo e il più anziano della Fanteria d'ordinanza ed ebbe speciali privilegi, che conservò sino al 1852, tra cui quello di montare la guardia al palazzo del principe.

Sciolto nel 1798, nel 1814 il re Vittorio Emanuele I ricostituì il Reggimento delle "Guardie", assumendone il comando.
Dopo la campagna del 1815 contro la Francia il reggimento divenne "Brigata Guardie", e poi "Brigata Granatieri Guardie"  e quindi è incorporato nell'esercito piemontese col nome di "Reggimento di Sardegna", che durante il periodo napoleonico era rimasto l'unico a disposizione di Casa Savoia, perché è stato l'unico a sfuggire allo scioglimento, grazie alla sua dislocazione in Sardegna.