Il re e la regina dei Paesi Bassi esprimono rammarico per le vacanze greche

21 ottobre 2020    

Il Re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima dei Paesi Bassi hanno pubblicato un video in cui parlano del loro rammarico per la decisione di trascorrere una vacanza in Grecia, aggiungendo di aver danneggiato la fiducia per la famiglia reale da parte dei cittadini.

In un video messaggio, il re Guglielmo Alessandro ha affermato : "Con rammarico nel cuore mi rivolgo a voi. Il nostro viaggio in Grecia ha suscitato forti reazioni da parte di molti olandesi. Per Noi fa male aver tradito la vostra fiducia. Anche se il viaggio è stato in linea con i regolamenti, è stato molto imprudente non tenere conto dell'impatto delle nuove restrizioni sulla nostra società. La nostra decisione di tornare è stata presa con la consapevolezza che non saremmo dovuti partire.

Dall'inizio della crisi del covid19, abbiamo fatto del nostro meglio per essere vicini il ​​più possibile per tutti coloro che cercano supporto in tempi incerti. È un momento difficile per tutti. Un momento di mancanza, limiti e preoccupazioni. Paura, rabbia e anche insicurezza. Abbiamo ascoltato le storie toccanti in molti incontri, di persona e digitalmente. Ci sentiamo in contatto con voie con tutte quelle persone che sono state direttamente o indirettamente colpite.

Continueremo a lavorare con voi per tenere sotto controllo il virus. In modo che tutti nel nostro paese possano poi riprendere la vita normale il prima possibile. Questa è la cosa più importante ora e continueremo a farlo, al meglio delle nostre capacità. Siamo coinvolti. Ma non infallibile."

La vacanza in Grecia durante il fine settimana ha causato polemiche in quanto molte famiglie avevano dovuto annullare i loro viaggi mentre nuove restrizioni erano state stabilite dal governo. 

Il re Guglielmo Alessandro e la regina Maxima e la loro figlia più giovane, la principessa Ariane, sono tornati quasi subito a casa, mentre la principessa Caterina-Amalia e la principessa Alessia sono rimaste in Grecia per diversi giorni in quanto non potevano avere i biglietti aerei immediatamente.