La contessa di Wessex sostiene i sopravvissuti alla violenza sessuale in Kosovo

17 ottobre 2019

La contessa di Wessex è stata in Kosovo dove ha incontrato sopravvissuti, famiglie, organizzazioni caritative ed enti governativi sul tema della violenza sessuale a seguito del conflitto nel 1998-1999.

La contessa di Wessex ha visitato il centro di riabilitazione del Kosovo per le vittime di torture, ed ha incontrato sopravvissuti e familiari che hanno partecipato ad un recente studio su come il trauma è passato tra le generazioni.

La contessa di Wessex ha fatto visita al Heroinat Memorial dove ha deposto fiori in ricordo dei "sacrifici fatti dalle donne durante e dopo il conflitto e quindi ha  parlato con i sopravvissuti per ascoltare le loro storie.

La Contessa ha anche partecipato ad una conferenza e nel suo discorso ha detto ai sopravvissuti : "Le loro storie sono strazianti e il loro dolore è ancora così evidente, ma quello che è impressionante è il loro coraggio e determinazione. Non riesco a immaginare quanto sia stato difficile per loro e le loro famiglie ricostruire le loro vite seguendo tali traumi. Per me il loro messaggio era che, nonostante il coraggio che hanno dovuto trovare in se stessi per andare avanti, hanno un disperato bisogno di più aiuto, sostegno e giustizia."

Infine, Sofia ha fatto visita al Palazzo di Giustizia di Pristina per conoscere come il sistema giudiziario del Kosovo sostiene i sopravvissuti e li aiuta a perseguire con successo i loro aggressori.

Il secondo giorno in Kosovo, la contessa di Wessex ha incontrato i leader religiosi, che stanno prendendo provvedimenti per aiutare i sopravvissuti alla violenza sessuale.
In seguito la contessa ha incontrato i soldati britannici schierati nella forza NATO - KFOR per aiutare a sostenere e mantenere la pace nel paese.