La richiesta all'Austria di tutelare l'Alto Adige da parte di alcuni altoatesini è sintomo di una profonda inadeguatezza della repubblica italiana, se una parte degli italiani chiede aiuto ad un altro stato evidentemente c'è qualcosa che non funziona.

Un popolo non si basa sul denaro o sulla politica.

Infatti la repubblica italiana ha compiuto l'errore di dare agli altoatesini aiuti politici (autonomia) ed economici ma non la cosa più importante, cioè uno Stato efficente e credibile.

Un discorso analogo vale per tutti gli italiani, la repubblica ci da aiuti sociali ed economici ma ci ha fatto perdere valori essenziali come la Patria, l'orgoglio di essere italiani.

D'altronde la repubblica non è riuscita a farsi amare dagli italiani, figurati dagli altoatesini.

Un frutto amaro della repubblica italiana.


Ben 113 sindaci/vicesindaci dei 116 comuni altoatesini hanno consegnato al presidente del Parlamento nazionale austriaco Andreas Khol una petizione per chiedere all'Austria di tutelare l'Alto Adige.

Nel documento si chiede che nella carta costituzion austriaca sia inserito : "La Repubblica austriaca si impegna alla tutela al diritto all'autodeterminazione del popolo di lingua tedesca e ladina separato dal Tirolo".

Anche il presidente dela Provincia autonoma Luis Durnwalder (Svp) "ha difeso il diritto politico degli esponenti firmatari a esprimere la propria opinione nella funzione di rappresentanza dei sentimenti della popolazione".
Inoltre Durnwalder ha auspicato una citazione di questo genere anche nella carta costituzionale italiana.

web
la repubblica