Gli stati avanzati per ridurre la dipendenza dal petrolio (e dagli stati che lo producono che sono quasi sempre non affidabili) puntano sul nucleare.

Purtroppo la repubblica italiana ha avuto la brillante idea di impedire lo sviluppo e lo studio della tecnologia legata all'energia nucleare : la conseguenza è che adesso siamo indietro rispetto agli stati avanzati e dipendiamo il nostro sviluppo da stati arretrati e non democratici come algeria, russia, iraq ....

La repubblica italiana, vietando il nuclerare, ha fatto un gravissimo errore.

Vergognati repubblica!

Francia, si' al nucleare nell'era post-petrolio

La Francia punta sul nucleare per ridurre il consumo di petrolio e lancia il prototipo di un reattore di nuova generazione.
L'impianto, che sarebbe capace di produrre meno scorie, entrerà in funzione, secondo le previsioni, entro 14 anni.

Lo ha annunciato il presidente francese Jacques Chirac, che ha invitato altri Paesi a partecipare al progetto: "Dobbiamo salvaguardare la nostra posizione di avanguardia nel nucleare. Ho deciso di lanciare, all'interno del commissariato per l'energia atomica, la concezione di un prototipo di reattore di quarta generazione che sarà operativo nel 2020".

La Francia è seconda al mondo per produzione di energia nucleare con 58 reattori. Al primo posto ci sono gli Stati Uniti, con quasi il doppio degli impianti. Seguono il Giappone, la Gran Bretagna e la Russia.

Intanto il colosso energetico francese controllato dallo Stato, Edf, ha già pronti i piani per la realizzazione di un reattore di terza generazione, che entrerà in funzione nel 2012. Il progetto fa gola anche all'italiana Enel, ma le trattative con Edf per partecipare al progetto attraverso l'acquisto di una quota sarebbero al momento a un punto fermo.

Oltre al nucleare, la Francia intende sfruttare di piu' l'energia solare e ridurre la dipendenza da fonti come il petrolio aumentando la produzione di biocarburanti.

euronews