Con una lettera, ciampi ordina di anticipare l'applicazione della «par condicio» già prima dello scioglimento delle camere.

Con questo intervento ciampi va contro la legge stessa, che appunto deve essere applicata solo dopo lo scioglimento della camere.
Non ci sono i presupposti per chiedere l'impeachment?

Visto i sondaggi, ciampi vuole dare una mano ai vincitori o meglio alla futura maggioranza del parlamento che, guarda caso, dovrà nominare il prossimo presidente della repubblica.

Il calcolo di ciampi è semplice: per la sinistra c'è il rischio di perdere l'elezioni all'ultimo sprint, il recente recupero di berlusconi ha fatto paura alla sinistra, inoltre alla scadenza del settennato presidenziale, non ci sono candidati forti, e per fare il bis, ciampi aiuta l'unione per prenota i suoi voti.

L'intervento di Ciampi non è un gesto da arbitro, ma un calcolo politico.
Il lato positivo è che adesso c'è almeno un pò di chiarezza : l'intervento di ciampi cancella l'assurda pretesa di essere un presidente super-partes.