La Regina Rania premia Malala Yousafzai alla Clinton Global Initiative Awards di New York.

25 settembre 2013

Sua Maestà di Giordania Rania ha partecipato alla cerimonia "Clinton Global Citizen Awards" dove ha premiato la giovane ragazza pakistana Malala Yousafzai.

La sovrana hashemita, una delle donne più belle ed influenti del mondo, non solo per essere una regina, ma anche per essere la miglior ambasciatore delle donne nel mondo arabo, ha avuto l'onore di consegnare il premio a Malala alla cerimonia della "Clinton Global Citizen Awards".

La Regina Rania ha introdotto Malala e ha spiegato che la sua storia è una lezione su come una ragazza può ispirare un movimento globale per creare un cambiamento positivo.
Sua Maestà ha elogiato Malala per la sua volontà di sopravvivere e i suoi incredibili sforzi di difendere i diritti dei bambini all'istruzione, specialmente delle ragazze.

Il discorso della Malala è stato un appello per l'importanza dell'istruzione, come garante del progresso, della uguaglianza di opportunità e dei diritti in tutto il mondo.

"Le donne non sono nemmeno riconosciuti come esseri umani", ha detto Malala al pubblico.
"So che i problemi sono infiniti e inavvicinabili, ma la soluzione è la stessa ed è semplice: educazione e istruzione. 
"Se si vuole porre fine alla guerra, se si vuole combattere contro la guerra", ha aggiunto Malala "invece di inviare armi, inviate matite. Invece di inviare soldati, inviate insegnanti".

Malala Yousafzai è nota per il suo attivismo nella lotta per i diritti civili e per il diritto allo studio delle donne della città di Mingora, nella valle dello Swat, dove un editto dei talebani ne han bandito il diritto.
All'età di 13 anni è diventata celebre per il blog, da lei curato per la BBC, nel quale documentava il regime dei talebani pakistani, contrario ai diritti delle donne.
Il 9 ottobre 2012 è stata gravemente ferita alla testa e al collo da uomini armati mentre tornava a casa da scuola. Ricoverata nell'ospedale è sopravvissuta all'attentato dopo la rimozione chirurgica dei proiettili.
Un portavoce dei talebani pakistani, aveva rivendicato la responsabilità dell'attentato, sostenendo che la ragazza “è il simbolo degli infedeli e dell'oscenità”.

La regina di Giordania è stata così commossa dall'incontro con la giovane attivista che ha voluto renderle omaggio al suo account personale di Twitter .
"Malala, la visione e la forza che noi tutti possiamo imparare da lei", ha detto la regina Rania. "Complimenti di aver ricevuto il Global Citizen Award!".
I Premi Clinton Citizen Global  sono stati istituiti nel 2007 per riconoscere le persone straordinarie che sono riuscite a proporre idee ed esempi nel risolvere le pressanti sfide globali.

Oltre a Malala, gli altri vincitori sono stati il Mons. Elias Taban del Sud Sudan, per il suo lavoro e creatore del "Barefoot College" in India, il sindaco di New York Michael Bloomberg per la sua leadership nel servizio pubblico, Jessamyn Rodriguez, fondatore della Hot Bread Kitchen, e Adam Lowry e Eric Ryan.

LINK
Queen Rania of Jordan honours inspirational Malala Yousafzai