Il Re Felipe celebra il 40° anniversario del colpo di stato sventato in Spagna

23 febbraio 2021

Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna ha partecipato, insieme ai rappresentanti delle più Alte Autorità istituzionali, alla cerimonia di commemorazione del 40° anniversario del colpo di Stato sventato anche grazie dal comportamento del Re Juan Carlos I. 

Al suo arrivo al Congresso dei Deputati, il Re Felipe è stato ricevuto dal Presidente del Governo, Pedro Sánchez; dal presidente del Congresso dei Deputati; dal presidente del Senato; dal presidente della Corte costituzionale; dal presidente della Corte Suprema e del Consiglio Generale del Potere Giudiziario e da altre autorità.

Nel suoi discorso il Re Felipe ha affermato che in qualità di Re, simbolo dell'Unità e della permanenza dello Stato, il suo impegno per la Costituzione è più forte e fermo che mai. Come inequivocabile è anche la volontà della Corona di essere un'istituzione che includa, integri e unisca tutti gli spagnoli.

Felipe ha affermato che l'anniversario di oggi ci obbliga a valorizzare con serenità e rigore l'insostituibile principio democratico che fonda la nostra convivenza. Il rispetto per lo Stato di diritto sociale e democratico in cui la Spagna è stata stabilita dal 1978 e che quello che abbiamo costruito per più di quattro decenni, passo dopo passo e fianco a fianco, è una condizione necessaria e prioritaria per la convivenza ed il progresso della nostra società

Il Sovrano ha spiegato che 40 anni fa la Spagna ha subito un attacco di straordinaria gravità contro il suo sistema democratico di Diritti e Libertà, approvato dalla Costituzione del 1978 ma il rifiuto istituzionale e del cittadino della rottura del nostro quadro di convivenza è stato decisivo per fermare e sconfiggere quel colpo di stato. 

Il Re Felipe ha poi ricordato il comportamento del re Juan Carlos I di fronte a quella inaccettabile frattura dell'ordine democratico legittimo e legale.  

Riferendosi alla Costituzione, il Re Felipe ha affermato che la celebrazione della vittoria della democrazia del 23 febbraio 1981 è un'occasione molto opportuna per riconoscere e lodare la piena validità e forza dei suoi valori e principi; e riaffermare e rinnovare l'impegno di tutte le istituzioni nei confronti del sistema democratico di diritti e libertà della Spagna.