Articoli in evidenza:

domenica, novembre 17, 2019

La Rivista Guardia d'Onore numero 6 dell'anno 2019


COPERTINA





150° ANNIVERSARIO
DELLA NASCITA DI

SUA MAESTA' 
IL RE VITTORIO 
EMANUELE III


Napoli 11 Novembre 1869








Il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna sono andati a Cuba

11 -14 novembre 2019

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna si sono recati a L'Avana (Cuba), in occasione delle celebrazioni del 500° anniversario della capitale di Cuba.

Lo scopo di questa visita di stato di quattro giorni a Cuba è quello di rafforzare i legami storici e le relazioni bilaterali tra i due paesi.

Il Re Felipe e la Regina Letizia sono stati ricevuti dal presidente Miguel Díaz-Canel e dalla First Lady Lis Cuesta ad una cerimonia di benvenuto ufficiale presso il Palazzo della Rivoluzione a L'Avana.

Numerosi gli appuntamenti dei sovrani spagnoli mella capitale L'Avana: la visita alla mostra "Cuba-Spagna 500 anni, con te lontano", la visita alla città vecchia, la visita al Museo Bellas Artes, la visita al Centro di immunologia molecolare (CIM).

Inoltre il re Felipe e la regina Letizia di Spagna hanno partecipato a un ricevimento per la comunità spagnola che si è tenuta all'ambasciata spagnola a L'Avana, Cuba.

Nel Regno del Belgio, la "Festa del Re"

15 novembre 2019

Come la tradizione impone, il Re e la Regina regnanti (Filippo e Matilde) non partecipano alla cerimonia della "Festa del Re".

Al mattino il Re Alberto II , la Regina Paola e il Principe Lorenz sono andati al Palazzo della Nazione per partecipare alla cerimonia organizzata dalla Camera dei Rappresentanti, dal Senato e dal governo federale in occasione della Giornata del Re.

Quindi c'è stata la tradizionale Messa Te Deum, che si è svolta alla Cattedrale di Saint Michel a Bruxelles, alla presenza del Re Alberto , Regina Paola,  del Principe Lorenz.
Anche politici di alto livello  erano presenti al Te Deum.

Il giorno della "Festa del Re" si celebra il 15 novembre, non è una festività nazionali in Belgio, ma i servizi pubblici federali sono chiusi in questo giorno.
La "Festa del Re" è celebrato ogni anno dal 1866, quando lo istituì Re Leopoldo II.


La rivista HELLO! numero 1610 di novembre 2019

COPERTINA


ROYAL 
REMEMBER

THE QUEEN
LEADS TRIBUTES TO
OUR WAR HEROS

KATE'S KINDNESS
AS SHE COMFORTS 
GRENFELL
FAMILIES


MEGHAN
A TIME TO REFLECT 
AS SHE FOCUSES ON FAMILY AND PLANS AN AMERICAN TRIP WITH HARRY AND ARCHIE



sabato, novembre 16, 2019

La principessa Mary di Danimarca in Kenya

12 - 14 novembre 2019

Sua Altezza Reale la principessa ereditaria Mary di Danimarca è andata in Kenya per partecipare al vertice che si tiene a Nairobi, capitale del paese africano, organizzato  per affrontare argomenti come la salute sessuale e la riproduttiva, i finanziamenti necessari per completare il programma d'azione ICPD, promuovere la crescita economica e porre fine alla violenza di genere.

La Principessa Mary ha partecipato all'apertura ufficiale di "Summit di Nairobi su ICPD25 : accelerazione alla promessa".

 ICPD25 fa riferimento al piano d'azione adottato durante la conferenza internazionale sulla popolazione e lo sviluppo (Icpd) che si era tenuto al Cairo, Egitto, che si prefiggeva di dare potere a donne e ragazze per il loro bene e per il beneficio delle famiglie e comunità e nazioni.

Durante la sua visita in Kenya, la principessa Mary di Danimarca ha anche incontrato la first Lady Margaret Kenyatta, e al vertice  ha partecipato ad un dibattito organizzato dall'International Center for Research on Women (ICRW).


Il principe Alessandro e la principessa Caterina di Serbia contro il cancro

7 novembre 2019

Il principe ereditario Alessandro e la principessa ereditaria Caterina di Serbia hanno organizzato una cena al Palazzo Bianco in onore della 56° settimana della Conferenza sul cancro.

Alla cena erano presenti più di 80 medici ed esperti serbi e stranieri che erano stati invitati per discutere sul miglioramento dell'assistenza sanitaria oncologica in Serbia.

Nel suo discorso il principe Alessandro ha detto : "Mia moglie ed io siamo molto felici di essere i patroni onorari di questo incontro, che è estremamente importante per il nostro sistema sanitario". 

Giorni fa la coppia aveva annunciato la donazione della Beko agli orfanotrofi serbi : “È un piacere essere di nuovo qui oggi per consegnare una donazione BEKO. La storia della cooperazione umanitaria della mia Fondazione e del Centro per la protezione di neonati, bambini e giovani Zvecanska è lunga e piena di cura e amore per i nostri figli. I bambini sono il futuro del nostro paese e quel futuro è bello e luminoso ”.

Nel 2019, la Principessa Caterina grazie alla sua fondazione ha donato numerosi attrezzature necessarie ai reparti degli ospedali di oncologia, ed anche un auto.
Nel 1993, la Principessa Caterina aveva fondato la Lifeline Humanitarian Organization che raccoglie fondi per attrezzature mediche da essere consegnate a numerosi ospedali in Serbia.



Casa Savoia e la Spagna, 149 anni fa Amedeo d'Aosta diventa Re di Spagna


Ferdinando VII di Borbone, Re di Spagna, era morto nel 1833 senza eredi maschi e, in previsione di ciò, aveva abolito nel 1830 la legge salica a favore della figlia Isabella II, appena nata.

La successione venne contestata da Carlo di Borbone, fratello del defunto monarca, e dai conservatori carlisti, sostenitori della legge salica.
Tra gli altri pretendenti al trono spiccava Casa Savoia, visto che dal 1718,Vittorio Amedeo II di Savoia aveva ottenuto, a fronte della perdita della Sicilia, la Sardegna e il diritto a succedere al trono di Spagna, in caso di estinzione della locale Casa di Borbone.

Nel 1869 Vittorio Emanuele II nominò ambasciatore in senatore Enrico Cialdini, che conosceva bene la Spagna, dove aveva prestato servizio da militare dal 1835 al 1848.
Il tentativo ebbe successo il 16 novembre 1870, la Cortes di Spagna (Parlamento) decise di designare Amedeo d'Aosta (fratello cadetto del futuro Umberto I e capostipite dell'attuale famiglia dinastica dei Savoia-Aosta) nuovo Re di Spagna.

Amedeo Ferdinando Maria di Savoia nacque a Torino, il 30 maggio 1845 e morì a Torino, il 18 gennaio 1890.
Amedeo era figlio del fondatore del Regno d’Italia Re Vittorio Emanuele II e fratello del Principe di Piemonte che succederà al padre dal 9 gennaio 1878 con nome di Umberto I.

Amedeo fu il primo duca d'Aosta, capostipite del ramo Savoia-Aosta, e fu Re di Spagna fino all'11 febbraio 1873, quando firmò l'atto di abdicazione.

Poco dopo pronunciò alle Cortes il discorso di rinuncia al trono, definendo ingovernabili gli Spagnoli, ed alle dieci di sera della stessa giornata in Spagna venne proclamata la repubblica, che durò meno di 2 anni, nel 29 dicembre 1874, quando Alfonso XII, figlio di Isabella II, venne proclamato re sotto la reggenza di Antonio Cánovas del Castillo.

venerdì, novembre 15, 2019

La Duchessa di Cambridge apre un nuovo ospizio per bambini 

15 novembre 2019

Sua Altezza Reale la Duchessa di Cambridge, patrona di Children's Hospices dell'Anglia Est (EACH), ha assistito all'apertura del nuovo ospizio dell'ente benefico a Norfolk, chiamato "The Nook".

Alla cerimonia la Duchessa Kate ha tenuto un breve discorso.

La Duchessa di Cambridge ha anche visitato le strutture del nuovo ospizio, tra cui una piscina per idroterapia, una sala sensoriale all'avanguardia e uno studio musicale, ed ha incontrato i giovani che hanno ricevuto assistenza e le loro famiglie mentre partecipavano ad attività artigiane.


La Regina Silvia di Svezia incontra Papa Francesco a Vaticano

14 -15  novembre 2019

Sua Maestà la Regina Silvia di Svezia si è recata in Vaticano per assistere ad una conferenza su come proteggere i bambini dagli abusi sessuali su internet.

Alla conferenza partecipano rappresentanti di circa 80 organizzazioni internazionali, aziende digitali, politici, avvocati e leader religiosi per promuovere la dignità digitale dei bambini e discutere su come proteggere i bambini dagli abusi sessuali online.

Prima della conferenza, la Regina di Svezia è stata ricevuta in Vaticano da Papa Francesco.

Per la Regina Silvia la partecipazione a questa conferenza fa parte del suo impegno nei confronti della World Childhood Foundation, fondata dalla Regina nel 1999, che lavora per prevenire la violenza e l'abuso sessuale dei bambini e si basa sulla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia.


La rivista Reines & Rois numero 17 di novembre 2019

COPERTINA


LE MARIAGE IMPERIAL
DU PRINCE NAPOLEON

Charlene et 
Albert : ils ne se 
supportent plus !
SEPARATION 
EN VUE ?
Les absences répétées
 du prince brisent le cour
d'une princesse lasseeè
des mondanites.


MEGHAN 
ET HARRY
L'incroyable chute 
de la maison 
Sussex



giovedì, novembre 14, 2019

Il Duca William di Cambridge inaugura un nuovo centro di Centrepoint 

13 novembre 2019

Sua Altezza Reale il Duca William di Cambridge ha inaugurato un nuovo centro di Centrepoint UK nel sud di Londra, che è destinato ad ospitare i giovani senzatetto di età compresa tra 16 e 25 anni, li sostiene per riportarli a scuola, e fornisce formazione e lavoro.

Iniziata nel 1969 nel seminterrato della Chiesa di Sant'Anna, l'organizzazione è cresciuta fino a diventare la principale organizzazione benefica di senzatetto giovanile nel Regno Unito, supportando oltre 9000 giovani senzatetto all'anno.

Il Principe William ha visitato la nuova Apprenticeship House di Centrepoint, organizzazione che è uno dei primi patronati del Duca di Cambridge.

Per celebrare i 50 anni di Centrepoint il Duca William ha partecipato alla serata di gala insieme ai residenti della casa di apprendistato che aveva incontrato all'inizio della giornata.
La serata di gala serve per promuovere i successi delle persone supportate da Centrepoint, ed ha messo in luce le questioni che devono affrontare e incoraggia i sostenitori a contribuire a cambiare la storia dei giovani senzatetto.


La regina Margherita di Danimarca alla Life Guards' Parade 2019

13 novembre 2019

Sua Maestà la Regina Margherita II di Danimarca ha partecipato alla Queen's Clock Parade che si è tenuta presso la caserma della guardia reale (Royal Life Guard) di Copenaghen.

Dopo il periodo di servizio la Royal Life Guard (Livgarden) seleziona le migliori guardie.

Dopo la parata delle guardie reali quest'anno la regina Margherita ha consegnato l'orologio ad Anders Bang Nielsen, considerata la migliore guardia reale.

La consegna dell' "Orologio della Regina" (The Queen's Clock) è una tradizione cominciata nel 1970, quando re Federico II diede per la prima volta un orologio ad una guardia durante la parata d'addio.
L'orologio del re è stato rinominato "L'orologio della Regina" nel 1972, e da allora la Regina Margherita ha continuato la tradizione di suo padre.



La regina Maxima partecipa al Singapore FinTech Festival 2019

13 novembre 2019

Nella sua veste di avvocato speciale del Segretario generale delle Nazioni Unite per lo sviluppo delle finanze inclusive Sua Maestà la Regina Maxima dei Paesi Bassi ha partecipato al Singapore FinTech Festival
Con oltre 45.000 partecipanti provenienti da 130 paesi, il Singapore FinTech Festival è la più grande conferenza su questo argomento.

Nel suo discorso la regina Maxima ha parlato sull'importanza delle innovazioni tecnologiche per migliorare l'accesso ai servizi finanziari (conto bancario, assicurazioni, prestiti, pensioni e metodi di pagamento digitali) in modo che più persone possano usarle e migliorare la propria vita a Singapore.
1,7 miliardi di adulti non hanno ancora accesso a questi servizi, e  ciò ostacola il loro sviluppo economico.

A margine della conferenza, la Regina Maxima parteciperà a numerose riunioni bilaterali, sui progressi di accesso ai servizi finanziari.

Il Principe Carlo di Galles, erede al trono britannico, festeggia il suo 71° compleanno.

14 novembre 2019

La Famiglia Reale ha pubblicato due foto del Principe Carlo di Galles in occasione del suo 71° compleanno.
Nella foto scattata quando era bambino, Carlo è nelle braccia del padre, il Duca di Edimburgo, con la madre, la regina Elisabetta, che li osserva.

Carlo, principe di Galles, è nato a Londra, il 14 novembre 1948, ed è il figlio maggiore della Regina Elisabetta II e di Filippo, Duca di Edimburgo.

Detiene il titolo di principe del Galles dal 1958, e il suo titolo completo è Sua Altezza Reale il Principe del Galles, eccetto in Scozia dove è detto Sua Altezza Reale il principe Carlo, duca di Rothesay.

Il 16 giugno 2012 la Regina gli ha conferito i più elevati titoli onorifici delle Forze armate britanniche: quello di Ammiraglio di Flotta per la marina, quello di Maresciallo di Campo per l'esercito e quello di Maresciallo della Royal Air Force per l'aviazione.

Il principe Carlo ha sposato Diana Spencer, con la quale ha avuto due figli, il principe William e il principe Harry. Dopo aver divorziato da Diana nel 1996, ha sposato Camilla Shand.

Dalla fondazione del "The Prince's Trust" nel 1976, Carlo ha fondato numerose organizzazioni caritatevoli di cui è presidente, ed è patrono di più di 350 organizzazioni caritatevoli in tutto il Commonwealth.

Il principe di Galles, Carlo, svolge compiti reali per conto di sua madre, la Regina Elisabetta, nel ruolo di sovrano dei paesi del Commonwealth, e viaggia sovente all'estero in rappresentanza del Regno Unito.

mercoledì, novembre 13, 2019

Il Principe Haakon di Norvegia celebra i 50 anni delle relazioni commerciali col Qatar

11- 12 novembre 2019

Sua Altezza Reale il principe ereditario Haakon di Norvegia ha partecipato a una cerimonia che si è tenuta a Doha, capitale del Qatar, per celebrare i 50 anni di cooperazione commerciale tra Norvegia e Qatar.
Il principe Haakon era accompagnato dal ministro del commercio norvegese, Torbjørn Røe Isaksen.

Tra le persone di spicco incontrate dal Principe Haakon c'era l'Emiro del Qatar, lo sceicco Tamim bin Hamad al-Thani, ed il giorno successivo ha incontrato il primo ministro e il ministro degli interni del Qatar, discutendo sulle relazioni bilaterali e sui modi per svilupparle in diversi settori.

Il principe ereditario Haakon ha anche avuto l'opportunità di assistere all'apertura ufficiale di una serra ad alta tecnologia fuori Doha, legato al progetto di collaborazione tra Hassan Food, QAFCO e Yara.

Al Museo Nazionale in Qatar si è tenuta una cena dove il principe Haakon nel suo discorso ha sottolineato come la cooperazione si sia evoluta in questi 50 anni e come un'ulteriore cooperazione possa aiutare a risolvere le sfide comuni :  “Per me è un grande piacere tornare in Qatar. La mia prima visita è stata nel 2010 quando avevo partecipato all'apertura di QATALUM, e visitato l'imponente Museo di arte islamica a Doha. Stasera celebriamo i 50 anni di collaborazione commerciale di successo tra Qatar e Norvegia. Sebbene i nostri due paesi siano distanti geograficamente, è bello vedere fino a che punto la nostra cooperazione si è espansa negli ultimi 50 anni. 
Continuando nella collaborazione, possiamo condividere conoscenze, idee e tecnologia che ci aiuteranno a trovare soluzioni innovative ed efficace per rispondere alle sfide. Ed oggi ho assistito ad un esempio impressionante di condivisione di tecnologia alla Hassan Food Greenhouse.”


Il Duca e la Duchessa di Cambridge all'evento di volontariato 'Give Us A Shout'

12 novembre 2019

Le Loro Altezze Reali il duca William e la duchessa Kate di Cambridge hanno partecipato all'evento "Give Us A Shout" che si è tenuto al Troubadour White City Theatre di Londra, per sostenere e celebrare il lavoro dei volontari di Shout.

L'evento ha riunito persone provenienti da tutto il Regno Unito che si offrono volontariamente per sostenere le persone in crisi.

Shout UK è finanziato dalla Royal Foundation legato alla campagna Heads Together, lanciato dai Duchi di Cambridge e di Sussex, a maggio 2019, per fornire un servizio 24 ore su 24 alle persone che si trovano in crisi

Il duca William ha detto : "Catherine ed io, e so di parlare anche per Harry e Megan, non potremmo essere più orgogliosi di ciò che Shout ha realizzato. Abbiamo saputo quanti di voi si svegliano alle 3 del mattino per rispondere alla chiamate e ciò dimostra quanto sia urgente il settore della salute mentale. Abbiamo ancora un'enorme sfida davanti a noi."

William e Kate hanno anche parlato con Ian Russell, padre di una figlia di 14 anni, Molly, che si era suicidata nel 2017 dopo aver visto post suicidi su Instagram.

La rivista Point De Vue numero 3721 di novembre 2019

COPERTINA


THE CROWN 
SAISON 3
Olivia Colman, 
bluffante 
Elisabeth II


Pour l'unitè 
espagnole
et pour le roi

LEONOR
DEJA TOUT 
D'UNE REINE

GASTON 
D'ORLEANS
Le Dauphin 
a 10 ans




martedì, novembre 12, 2019

Nuovo foto del 4° Re Drago del Bhutan che compie 64 anni insieme all'attuale re (figlio) ed al principe ereditario (nipote)

11 novembre 2019

In occasione del 64° compleanno del 4° Re Drago del Bhutan, il Palazzo reale bhutanese ha rilasciato questa foto dove si vede l'attuale re Jigme Khesar Namgyel, col principe ereditario Jigme Namgyel Wangchuck, e con l'ex re Jigme Singye Wangchuck (4° Re Drago).

Nella pagina ufficiale facebook del Re del Bhutan è scritto :
"In tutte le sue azioni, Sua Maestà ( 4° Re Drago del Bhutan) è stato un visionario, un benefattore del suo popolo, le cui strategie per il paese hanno dimostrato impeccabile chiarezza di pensiero ed una eccellente determinazione inattaccabile per la realizzazione degli obiettivi nazionali.
Questo è il motivo per cui Sua Maestà è chiamato il 'Padre della Nazione'."

Ci uniamo alla nazione nella preghiera per la longevità e la buona salute di Sua Maestà il quarto Druk Gyalpo. 

Jigme Singye Wangchuck è nato a Thimphu, l'11 novembre 1955, il quarto Re Drago del Bhutan.
È salito al trono nel 1972, all'età di 17 anni, alla morte del padre, Jigme Dorji Wangchuck. Fu incoronato ufficialmente il 2 giugno 1974 nello Stadio Changlimithang, e alla cerimonia hanno partecipato personalità straniere.
Il 15 dicembre 2006 con due anni di anticipo dalla data prefissata, re Jigme Singye Wangchuck ha deciso di abdicare in favore del figlio, il principe Jigme Khesar Namgyel Wangchuck, divenuto così nuovo re del Bhutan.


Il re di Giordania apre la nuova sessione del parlamento

10 novembre 2019

Sua Maestà il re Abdullah II di Giordania ha aperto la quarta sessione ordinaria del 18° parlamento, e dal trono ha  tenuto un discorso

Nel suo discorso, il re Abdullah ha affermato che la 4° sessione ordinaria richiede trasparenza e coraggio, ed anche un duro lavoro e risultati.

"Oggi vi parlo dal trono dove 20 anni fa avevo promesso di preservare la Costituzione e di rimanere fedele alla nazione. Al Hussein, possa la sua anima riposare in pace, mi ha impegnato per questa nazione, e io sono sempre stato il suo fedele servitore"

Salutando tutti i giordani che hanno contribuito al progresso e allo sviluppo della nazione, il Re giordano ha lodato le forze armate dell'esercito della Giordania, ed ha proseguito : “Le nostre posizioni nazionali sulla causa palestinese sono salde, sostenendo i nostri fratelli palestinesi a stabilire il loro stato indipendente sulle linee del 4 giugno 1967, con Gerusalemme est come capitale. Non ci saranno compromessi sulla protezione dei siti santi islamici e cristiani a Gerusalemme, nonostante i pericoli e le minacce crescenti”.

Il Re Abdullah ha riconosciuto la preoccupazione provata dai giordani, osservando: “Conosco e sento tutti i miei cari giordani. Ognuno di voi ha una famiglia da provvedere e io sono responsabile di un'intera nazione ”.

Notando che la Giordania si sta muovendo costantemente in avanti, il re di Giordania ha affermato : "Le riforme più difficili sono alle nostre spalle e il futuro promettente è alle porte. Stiamo marciando con fiducia verso quel futuro per realizzare le aspirazioni della gente di questa nazione. "


La rivista 7TAGE numero 45 di novembre 2019

COPERTINA


Meghan und Harry
Schock

Mathilde
Famillentragodie

Sonja
Hilferuf


Schlimmer Verdacht

Charlene
Trifft sie
jetzt ihren 
Ex-Freund ?





lunedì, novembre 11, 2019

La principessa Charlene apre una scuola elementare in Abruzzo

9 novembre 2019

La principessa Charlene di Monaco si è recata in Italia nel comune di Isola del Gran Sasso d'Italia (Abruzzo) per inaugurare la scuola elementare "Parrozzani" distrutta durante il terremoto che nel 9 novembre 2016 ha colpito questa regione.

La ricostruzione di questa scuola, che ospiterà 200 studenti, è stata realizzata grazie alla Croce Rossa Italiana ma anche con il sostegno della Croce Rossa Monegasca e di partner privati.
Il Croce Rossa monegasca ed italiana lavorano a stretto contatto da oltre 30 anni.

La principessa Charlene ha visitato questo nuovo edificio e le sue infrastrutture accompagnate dalle autorità presenti e dai bambini del comune arrivati per partecipare a questo evento.

In occasione di questa giornata, la Principessa Charlene è stata onorata per il suo impegno nelle azioni della Croce Rossa ricevendo la medaglia d'oro della Croce Rossa italiana, distinzione conferita dal Vice - Presidente della Croce Rossa Italiana.


La Famiglia Reale britannica alla cerimonia della Giornata della Memoria 2019 presso il Cenotafio

10 novembre 2019

In occasione della Giornata della Memoria la Famiglia Reale britannica ha partecipato ad una serie di impegni per onorare i caduti delle due guerre mondiali.

La cerimonia principale si è svolta al Cenotafio Whitehall di Londra, dove il principe Carlo ha deposto una corona per conto di sua madre, la regina Elisabetta, che ha assistito alla cerimonia dal balcone del ministero degli Esteri, accanto alla duchessa di Cornovaglia e alla duchessa di Cambridge.

In seguito anche il Duca di Cambridge, il Duca di Sussex il Duca di York, la Principessa Reale, il conte di Wessex, hanno deposto una corona al Whitehall.

Da altri balconi del Foreign Office c'erano la duchessa del Sussex, la contessa di Wessex e altri reali.

A guidare i politici in omaggio c'era il primo ministro Boris Johnson e il leader dell'opposizione, Jeremy Corbyn.

Dopo la fine della cerimonia al Cenotafio, oltre 10.000 persone hanno iniziato a marciare dalla Horse Guard's Parade ai suoni delle bande ammassate.

La giornata precedente la Legione Reale Britannica aveva organizzato l'annuale Festival della Memoria alla Royal Albert Hall, per commemorare tutti coloro che hanno perso la vita nei conflitti.
La Regina Elisabetta è la matrona della Royal British Legion dal 1952, e finora durante il suo lungo regno ha mancato solo due edizioni.

Il Granduca ereditario Guglielmo festeggia il suo 38° compleanno

11 novembre 2019

Guglielmo è nato l' 11 novembre 1981, presso il Maternité Grande-Duchesse Charlotte di Lussemburgo.
E' il primo figlio del Granduca Enrico e della Granduchessa Maria Teresa di Lussemburgo e quindi è il Granduca ereditario.

Il granduca ereditario Guglielmo ha 3 fratelli e 1 sorella, il principe Felix, il principe Louis, la principessa Alessandra e il Principe Sebastiano.

Guglielmo ha studiato presso la prestigiosa Royal Military Academy di Sandhurst, e nel 2009 ha ricevuto la laurea in lettere e scienze politiche all'Institut Albert-le-Grand ad Angers, in collaborazione con l'Università di Angers.

Dopo il fidanzamento ufficiale, annunciato il 26 aprile 2012, la contessa Stéphanie de Lannoy e il 
Guglielmo si sono sposati civilmente al Castello di Colmar-Berg, il 19 ottobre 2012, mentre le nozze religiose hanno avuto luogo il 20 ottobre 2012 nella Cattedrale di Nostra Signora a Lussemburgo.
Finora la coppia reale non ha figli.

Nasce Re di Vittorio Emanuele III di Savoia

11 novembre 1869

Vittorio Emanuele III è nato a Napoli, l'11 novembre 1869 ed è morto ad Alessandria d'Egitto, 28 dicembre 1947.
Figlio di Umberto I di Savoia e di Margherita di Savoia, ricevette alla nascita il titolo di principe di Napoli.

Il 24 ottobre del 1896 a Roma, presso il Quirinale, si svolse il matrimonio civile tra il Principe Ereditario Vittorio Emanuele, e Elena, Principessa del Montenegro, seguito da quello religioso cattolico nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri.


La coppia reale ebbe 5 figli : la principessa Iolanda, la principessa Mafalda, il principe Umberto (Re Umberto II), la principessa Giovanna (Regina di Bulgaria), la principessa Maria

Vittorio Emanuele fu Re d'Italia dal 1900 fino al 9 maggio 1946, quando abdicò in favore del figlio Umberto II, e morì in esilio a Alessandria d'Egitto, il 28 dicembre 1947.

Un Grande Re che agì sempre 
per il bene dell'Italia.

W il Re !

domenica, novembre 10, 2019

A Tokyo la parata imperiale per celebrare l'intronizzazione di Naruhito

10 novembre 2019

Le Loro Maestà imperiali l'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako del Giappone hanno preso parte alla parata imperiale per celebrare l'intronizzazione dell'imperatore.

La parata è l'ultima delle cinque cerimonie legate all'intronizzazione dell'Imperatore, che originariamente era prevista per il 22 ottobre ma è stata rimandata dopo l'arrivo del tifone Hagibis che ha causato danni diffusi in Giappone.

La coppia imperiale su una berlina ibrida decappottabile Toyota Century, appositamente realizzata, hanno percorso 10 chilometri delle strade di Tokyo lunghe le quali centinaia di migliaia di giapponesi li aspettavano per salutare l'Imperatore e la Imperatrice.
Durante il tragitto la banda musicale dell'Agenzia imperiale ha suonato la nuova base sonora 'Reiwa', intitolata alla nuova era iniziata il primo maggio, in coincidenza con l'ascensione al trono di Naruhito

Il principe ereditario Akishino e la principessa ereditaria Kiko sono saliti su una macchina separata e il primo ministro Shinzo Abe su una terza macchina.

L'imperatore Naruhito è salito al trono il 1° maggio dopo l'abdicazione di suo padre, l'imperatore Emerito Akihito. La cerimonia della intronizzazione si è svolta il 22 ottobre presso il Palazzo Imperiale con la presenza di reali e dignitari stranieri.

Adesso il fratello minore dell'imperatore, Akishino, è il principe ereditario in quanto l'unica figlia dell'imperatore Naruhito è la principessa Aiko, e le donne non possono salire al trono.


La Famiglia Reale britannica al Festival della Memoria 2019

9 novembre 2019

In occasione della Giornata della Memoria la "Royal British Legion" ha ospitato l'annuale Festival della Memoria presso la Royal Albert Hall, per commemorare tutti coloro che hanno perso la vita nei conflitti.

Alla serata era presente la Famiglia Reale, ovvero la regina Elisabetta, il duca e la duchessa di Cornovaglia, il duca e la duchessa di Cambridge, il duca e la duchessa di Sussex, il conte e la contessa di Wessex, la principessa Anna e Sir Tim Laurence, il duca e la duchessa di Gloucester, il duca di Kent e la principessa Alessndra.
Da notare il posto vuoto accanto alla Regina Elisabetta, che può essere occupato solo dal Duca di Edimburgo, che ha deciso di ritirerà dalla vita pubblica.

Tra le altre figure di spicco che erano presenti il Primo Ministro Boris Johnson.

L'evento si è tenuto presso la Royal Albert Hall ogni anno dal 1927.
La Regina Elisabetta è stata patrona della Royal British Legion dal 1952, mancando solo due festival da allora.

L'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako partecipano ai festeggiamenti per l'intronizzazione

08 novembre 2019

Dopo la tradizionale cerimonia di intronizzazione dell'imperatore del Giappone Naruhito - il "Sokuirei Seiden no gi", l'equivalente di un'incoronazione - che si è tenuta lo scorso 22 ottobre alla presenza di capi di stato e dignitari di circa 180 paesi - sono iniziati a Tokyo i festeggiamenti per la intronizzazione.

L'imperatore Naruhito e l'imperatrice Masako da un ponte hanno salutato la folla, dove oscillavano lanterne,  e Naruhito ha tenuto un breve discorso in cui ha espresso il suo profondo apprezzamento per la celebrazione per la sua intronizzazione, ed ha anche ricordato le vittime del tifone, esprimendo la sua vicinanza a quanti hanno perso i propri cari e le proprie case.

Centinaia di migliaia di sudditi si erano radunati fin dalla mattina presto davanti al palazzo imperiale per congratularsi con l'imperatore al grido di "Banzai" ("lunga vita!"), e circa 30.000 persone hanno partecipato all'evento serale che si è tenuto presso la Piazza del Palazzo Imperiale di Tokyo.

Il famoso gruppo pop giapponese degli Arashi ha intonato la canzone "Ray of Water", dedicata all'imperatore, noto per i suoi studi sull'acqua, ha suonato il pianista ceco Nobuyuki Tsujii e quindi c'è stata una processione di circa 30 santuari portatili "mikoshi" accompagnati da artisti musicali e ballerini.

L'imperatore Naruhito è salito al trono il 1° maggio dopo che suo padre l'imperatore Akihito, aveva abdicato - il primo sovrano giapponese a dimettersi in circa due secoli.

La rivista Point De Vue numero 3720 di novembre  2019

COPERTINA


VULNERABLE ET INCOMPRISE

TOUS AVEC 
MEGHAN !

LA FAMILLE ROYALE
FAIT BLOC

INTERVIEW
D'ALESSANDRA
DE HANNOVER

DANS LE SAINT
DES SAINTS
A LA COUR
D'ESPAGNE





sabato, novembre 09, 2019

Re Norodom Sihamoni celebra i 66 anni d'indipendenza del Regno di Cambogia

9 novembre 2019

Il re Norodom Sihamoni di Cambogia e il primo ministro Hun Sen hanno partecipato alle celebrazioni del 66° anniversario dell'Indipendenza che segna la fine del dominio coloniale francese sotto la guida del re Padre Norodom Sihanouk nel 1953.
La Cambogia fu sotto il dominio francese per quasi un secolo dal 1865 al 1953.

Migliaia di persone di ogni estrazione sociale hanno visto il re Norodom Sihamoni accendere la fiamma della vittoria al Monumento all'Indipendenza a Phnom Penh.
Il re Norodom Sihamoni ha affermato :"Popolo mio, devi ricordare ed essere grato per il grande successo del Re Padre e dare il massimo rispetto della nazione e del popolo della Cambogia".

Al termine della cerimonia, piccioni e palloncini sono stati lasciati liberi in segno di indipendenza e libertà, .Quindi il re Sihamoni è tornato al Palazzo Reale, dove ha salutato la folla dal balcone del "Moonlight Pavilion".

Secondo la tradizione, la "Fiamma della Vittoria" brucerà per tre giorni per commemorare l'indipendenza del Regno dalla Francia.

Il Regno di Cambogia è una monarchia costituzionale indipendente, basata su un sistema democratico parlamentare. 66 anni fa, il padre dell'attuale sovrano, il defunto re Norodom Sihanouk, riuscì ad ottenere l'indipendenza della Cambogia dalla Francia, dopo quasi un secolo di essere stata colonia francese dell'Indocina francese .

La rivista iHOLA! numero 3928 di novembre 2019

COPERTINA


UNA PRINCESA 
DE PREMIO 
EN BARCELONA

LEONOR DA
UN PASO 
ADELANTE 
AL CUMPLIR 
CATORCE ANOS


  • Su paso por la Universidad   y el Ejercito
  • un ano lejos de casa
  • Primeras audiencias y almuerzos en Zarzuela




Per l'intronizzazione dell'imperatore Naruhito il Giappone perdonati 600.000 criminali che hanno commesso reati minori

ottobre 2019

Per celebrare l'intronizzazione dell'imperatore Naruhito, il governo giapponese ha graziato circa 550 mila persone condannate per piccoli reati.

L’amnistia interesserà quanti sono stati giudicati colpevoli e multati per infrazioni minori avvenute almeno tre anni fa. È previsto che il provvedimento annulli il divieto temporaneo per i condannati di accedere alle licenze professionali e ripristini i loro diritti civili. In Giappone, chi viene condannato e multato non può svolgere determinati lavori (come il medico o l’infermiere) per cinque anni.

Nel 1989, in occasione della morte dell'imperatore Hirohito, oltre 10 milioni di persone ricevettero amnistie ed ottennero il ripristino dei diritti; circa 2,5 milioni furono graziate nel 1990 per celebrare l'intronizzazione dell'imperatore Akihito, predecessore di Naruhito.

Il re Felipe e la regina Letizia partecipano al 16° congresso di ASALE

8 novembre 2019

Le Loro Maestà il re Felipe VI e la regina Letizia di Spagna hanno partecipato al 16° congresso dell'Associazione delle Accademie di Lingua Spagnola (ASALE).

Al congresso che si è tenuto al Centro Cartuja Cite di Siviglia,
era presenta anche il vincitore del Premio Nobel per la letteratura Mario Vargas Llosa.

L'Associazione delle Accademie di lingua spagnola è un'organizzazione che lavora per l'unità, l'integrità e la crescita della lingua spagnola ed è stata fondata in Messico nel 1951, che rappresenta l'unione di tutte le accademie separate nel mondo di lingua spagnola.



Il principe William alla serata di beneficenza della London Air Ambulance

7 novembre 2019

Sua Altezza Reale il Duca di Cambridge William ha partecipato alla serata di beneficenza "London Air Ambulance", per celebrare il suo 30° anniversario.

Il Duca William che all'inizio di quest'anno era diventato patrono della campagna di ottenere i fondi (1 milione di sterline) per una nuova base di eliporto ha detto : “Sono atterrato sull'eliporto dell'ambulanza di Londra in diverse occasioni durante il mio lavoro. Posso dirvi che è una parte essenziale della catena medica di Londra e accelera il processo di assistenza ai pazienti."

Il Duca William ha lavorato per diversi anni come pilota di ambulanza aerea nell'Anglia orientale prima di occuparsi esclusivamente per la Famiglia Reale (nel 2017).

Tra gli altri ospiti del serata di gala il cantante Eric Clapton, che ha chiesto a William se vola ancora nel suo tempo libero, e il principe William ha risposto che sta dando la priorità al tempo della famiglia con il principe George, la principessa Charlotte e il principe Louis.

Il principe William ha incontrato piloti di ambulanze e alcuni ospiti e donatori che hanno sostenuto l'appello dell'ambulanza aerea di Londra. (Finora l'appello ha raccolto quasi £ 2 milioni).

Related Posts with Thumbnails