La Duchessa di Cambridge Kate sostiene le infermiere e le ostetriche.

27 dicembre 2019

Sua Altezza Reale la Duchessa di Cambridge Kate ha scritto una lettera aperta ad infermiere e ostetriche in vista dell'Anno Internazionale delle Infermiere e Ostetriche del 2020.

Nel 2018 la Duchessa di Cambridge era Madrina di "Royal College of Obstetricians and Gynaecologists" (RCOG) ed aveva visitato l'ospedale di San Tommaso di Londra dove aveva presentato la campagna "Nursing Now".

Ecco la lettera Kate che è stata pubblicata sul sito web della Famiglia Reale britannica :

"Care ostetriche,
L'anno prossimo il mondo rivolge la sua attenzione all'Anno Internazionale dell'Infermiera e dell'Ostetrica, riconoscendo e celebrando il lavoro umiliante che Voi e le vostre colleghe svolgete ogni giorno per migliorare la vita degli altri. Siete lì per le donne nella loro forma più vulnerabile; assisti quotidianamente forza, dolore e gioia inimmaginabile.

Il vostro lavoro si svolge spesso dietro le quinte e lontano dai riflettori. Di recente, tuttavia, ho avuto il privilegio di assistere a una piccola parte di esso in prima persona, trascorrendo alcuni giorni presso l'Unità di maternità del Kingston Hospital. Sebbene questo non sia stato il mio primo incontro con la cura e la gentilezza fornite dalle ostetriche in tutto il paese, mi ha dato una visione più ampia del vero impatto che hai su tutti quelli che aiuti.

Negli ultimi anni, ho dedicato gran parte del mio lavoro ai primi anni - il periodo cruciale dello sviluppo tra la gravidanza e l'età di 5 anni in cui i bambini costruiscono basi cruciali per la vita. Il vostro ruolo nel supportare questa fase critica dello sviluppo va ben oltre il complicato compito di dare alla luce un bambino.

L'aiuto e la rassicurazione che offrite ai genitori dei neonati è altrettanto cruciale. Fa molta strada nel costruire la fiducia dei genitori fin dall'inizio, con un impatto permanente sulla felicità futura dei loro figli.

I primi anni sono più critici per la salute e la felicità futura rispetto a qualsiasi altro momento della nostra vita. Anche prima della nostra nascita, la salute emotiva e fisica della nostra madre influenza direttamente il nostro sviluppo e all'età di 5 anni il cervello di un bambino si è sviluppato fino al 90% della sua dimensione adulta. Il vostro ruolo all'inizio di questo periodo è quindi di fondamentale importanza.

Durante la mia permanenza a Kingston ho accompagnato le ostetriche della comunità nei loro giri quotidiani e sono stata accolta a casa delle persone. Sono stata davvero toccata dalla fiducia che le persone riponevano in me, condividendo le loro esperienze e esprimendo apertamente le loro paure. Ho anche trascorso del tempo in cliniche ospedaliere e in reparti post-natale. Indipendentemente dall'ambientazione, sono stato continuamente colpito dalla compassione mostrata da quelli con cui ho trascorso del tempo, e dall'incredibile etica del lavoro che hai dimostrato a nome di tutta la tua professione - non solo eseguendo i tuoi round ma lavorando instancabilmente tutta la notte per sostenere le persone erano i più vulnerabili.

Il fondatore dell'assistenza infermieristica moderna, Florence Nightingale - di cui celebriamo il 200° anniversario l'anno prossimo, una volta disse: "Attribuisco il mio successo a questo: non ho mai avuto o preso una scusa "ed è quel mantra che ho visto più volte in tutti i miei incontri con voi. Non chiedete elogi o riconoscimenti, ma continuate senza sosta il vostro fantastico lavoro che porta nuova vita nel nostro mondo. Continuate a dimostrare che nonostante la vostra padronanza tecnica e il progresso della medicina moderna, sono le relazioni da uomo a uomo e semplici atti di gentilezza che a volte significano di più.

Quindi, in vista del prossimo anno, voglio ringraziarvi per tutto ciò che fate. Finora è stato un vero privilegio imparare da voi e non vedo l'ora di incontrarvi e imparare ancora di più da voi nei prossimi anni e decenni.

Caterina”