Il duca di Sussex Harry in Angola

26 settembre 2019

Dopo essere stato in Sudafrica con sua moglie Meghan e suo figlio Archie, e da solo in Botswana, il Duca Harry continua il suo tout di 10 giorni in Africa, ed ha raggiunto l'Angola.

Il Principe Henry, insieme ai volontari The HALO Trust, ha contribuito alla bonifica di un campo minato a Dirico, seguendo le orme della sua defunta madre, la principessa Diana.

Diana aveva visitato l'Angola nel 1997 per conto dell'HALO Trust, una associazione che cerca di garantire un accesso sicuro alla comunità locale e sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema delle mine antiuomo.

In un campo di sminamento Harry ha anche fatto esplodere a distanza una mina terrestre, ed ha detto : "È stato emozionante ripercorrere i passi di mia madre in queste strade 22 anni fa e vedere la trasformazione che è avvenuta da un'area pericolosa e desolata in una vibrante comunità con aziende e università locali",

In seguito il duca Henry ha visitato Huambo, dove si è seduto in meditazione davanti ad un albero che porta il nome di Diana ed ha dichiarato di essere sicuro che se la mamma non fosse morta avrebbe continuato a lavorare per la causa delle mine antiuomo e che Diana sarebbe stata orgogliosa dello azione di sminamento da parte di organizzazioni specializzate del Regno Unito come HALO Trust e Mine Advisory Group.

Il duca Harry ha incontrato il Governatore di Huambo - che aveva anche ospitato Diana - ed i rappresentanti di tre organizzazioni di sminamento, e quindi ha visitato il Centro Ortopedico, visitata da Diana nel 1997, dove ha parlato con una giovane donna che aveva incontrato Diana quando aveva 15 anni, e che aveva perso un arto quando aveva calpestato una mina.

Dopo il Duca Harry ha partecipato all'evento legato ad un nuovo progetto dello Queen's Commonwealth Canopy istituito per proteggere i parchi nazionali ai margini del delta dell'Okavango.

Il giorni successivo il duca di Sussex è stato anche ricevuto dal presidente dell'Angola, Joao Lourenco, al palazzo presidenziale di Luanda, e la giornata è terminata con un ricevimento presso la residenza dell'ambasciatore britannico in Angola, dove ha incontrato esperti economici.