L'emiro del Qatar e Sheikha Mozah a Vienna

1 MARZO 2013

L'emiro del Qatar e Sheikha Mozah si sono recati a Viennna per partecipare al 5° Forum "Alleanza delle civiltà" (UNAOC) organizzato dalle Nazioni Unite.

L'Alleanza delle civiltà mira a migliorare la comprensione e le relazioni di cooperazione tra le nazioni e i popoli attraverso le culture e le religioni. Essa contribuisce anche a contrastare le forze che alimentano la polarizzazione e l'estremismo.

L'Emiro del Qatar, accompagnato da sua moglie, ha tenuto un discorso al Global Forum dell'Alleanza delle Nazioni Unite.
Intervenendo alla sessione di apertura del forum, l'Emiro ha detto che le divisioni, le gravi tensioni e i conflitti che dividono il mondo hanno una grande importanza, rilevando che queste divisioni politiche e ideologiche, richiedono un continuo sforzo per essere eliminate e diffondere i valori della comprensione e della convivenza.

L'emiro ha deplorato che la violenza possa prevale ancora in molte parti del mondo, anche se il loro l'obiettivo finale è quello di raggiungere la pace.
"Gli atti di violenza e le gravi violazioni dei diritti umani che si verificano per i due popoli della Siria e della Palestina costituiscono una vergogna per l'umanità, e la comunità internazionale deve prendersi le proprie responsabilità per affrontare queste violazioni e per sostenere i popoli siriani e palestinesi a raggiungere i loro legittimi diritti ".

Prima del Convegno mondiale che si è svolto al Palazzo Imperiale di Vienna, l'emiro del Qatar aveva incontra il Presidente dell'Assemblea Generale delle UNACO e il capo delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon.

Ieri, la moglie dell'Emiro del Qatar, Sheikha Moza bint Nasser, aveva visitato la sede della Commissione delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) di Ginevra per discutere sui progressi dei progetti educativi dei bambini proposti dall'UNHCR.

LINK

HH the Emir of Qatar Addresses the U.N. Alliance of Civilizations