Il re Abdullah II e la regina Rania di Giordania in Francia

29 marzo 2019

Sua Maestà il re Abdullah II di Giordania e la regina Rania sono andati a Parigi (Francia.) dove sono stati accolti dal presidente francese Emmanuel Macron e dalla first lady Brigitte Macron al palazzo dell'Eliseo.

Il re Abdullah, in un colloquio col presidente francese Emmanuel Macron, ha affermato la necessità di intensificare gli sforzi internazionali per porre fine al conflitto israelo-palestinese e raggiungere una pace giusta e duratura basata sulla soluzione dei due stati, garantendo la istituzione di uno stato palestinese indipendente sulle linee del 4 giugno 1967 con Gerusalemme Est come capitale.

Il Re Abdullah ha anche chiesto di preservare lo status quo legale e storico della Moschea di Al Aqsa / Al Haram Al Sharif, affermando che la Giordania, in linea con la Custodia Hascemita, è impegnata nel suo ruolo storico e religioso nella salvaguardia dei siti santi islamici e cristiani a Gerusalemme.

Il re ha espresso apprezzamento per la posizione della Francia e dell'Unione europea a sostegno della soluzione dei due stati, sottolineando l'importanza di unire le posizioni internazionali a tale riguardo.

Prima di raggiungere Parigi, il Re Abdullah II di Giordania era andato ad Assisi per ricevere il premio per la Lampada della Pace del 2019.