Quando in Iran si parla della Monarchia, scomparso 30 anni fa, il regime della repubblica islamica non dimentica mai di aggiungere un aggettivo dispregiativo per il sostantivo "monarchia".

Quindi è stato molto sorprendente che il quotidiano di lingua inglese Tehran Times abbia pubblicato un articolo sulla visita di Sharif Ali bin al-Hussein, il presidente della Monarchia Costituzionale irachena uno dei pretendenti al trono iracheno.

Un francobollo commemorativo per ricordare i migliori rapporti tra Iran e Iraq Shah Mohammed Reza Pahlavi dell'Iran e Faysal II re d'Iraq.



Il Principe Ali, un membro del ramo iracheno della dinastia reale hashemita, che scampò al massacro 1958, quando re Faisal II e gli altri membri della famiglia reale in Iraq furono brutalmente assassinati, si è incontrato con Majlis Speaker Ali Larijani, che presiede il Parlamento dell'Iran, in Teheran.

Il Times di Teheran:
Sharif Ali ha ringraziato l'Iran degli sforzi di aiutare la stabilità in Iraq dopo il rovesciamento del regime di Saddam, dicendo che è essenziale che il legame tra i due paesi aumenti.

Sharif Ali ha detto che i recenti episodi terroristici in Iraq sono state condotti dai resti del precedente regime per dimostrare che il governo è incapace di mantenere la sicurezza.

Ma a cosa sta giocando l'Iran? Perché il regime invita un membro della famiglia reale iracheno mentre contemporaneamente condanna a morte per impiccagione i monarchici iraniani?

Il punto di vista logico di Sharif Ali bin al-Hussein è mantenere un'amicizia con l'Iran visto che la maggioranza della popolazione irachena sono musulmani sciiti.

Ma perchè l'Iran corteggia Sharif Ali bin al-Hussein?

Link
Iran invites Iraq to participate in security arrangements

Iraq’s security important to neighbors: Larijani

from
Iran is playing funny games