La regina Margherita di Danimarca visita la Germania

settembre 2019

Sua Maestà la regina Margherita di Danimarca sta effettuando una visita ufficiale di 4 giorni nello stato tedesco dello Schleswig-Holstein, il più settentrionale dei 16 stati federati della Germania.

Al suo arrivo in Germania la regina Margherita non è riuscita a nascondere quanto fosse commossa e felice di vedere quanti tanti danesi l'hanno accolta a Flensburgo, ed ha detto alla stampa  : "Quanti nati in Germania sentano ancora il cuore danese, questo mi colpisce e mi rende felice".

La regina Margherita è stata accolta al municipio di Flensburg, dove ha firmato il libro degli ospiti  della città, inoltre ha tenuto un discorso in tedesco nel quale ha affermato :
"Mio nonno, Cristiano X, avrebbe voluto vedere che Flensburg si fosse riunita alla Danimarca nel 1920. Fu un processo serio e difficile, ma anche storico. Tuttavia, il risultato si è rivelato una soluzione valida e duratura. Per il prossimo anno nel 2020, possiamo celebrare il centenario del confine democraticamente determinato tra Danimarca e Germania. Nel complesso, c'è stata calma e accettazione su questo confine."

La regina Margherita ha anche affermato: “ Decennio dopo decennio, danesi, tedeschi e minoranze su entrambi i lati del confine si sono avvicinati. Esiste un'importante cooperazione transfrontaliera tra le istituzioni e tra le persone. Dobbiamo apprezzarlo e svilupparlo ”.

Dopo la sconfitta dell'Impero tedesco nella prima guerra mondiale, gli Alleati organizzarono due plebisciti nello Schleswig settentrionale e centrale il 10 febbraio e il 14 marzo 1920 per decidere o meno su un'eventuale unione con la Danimarca.
Nello Schleswig settentrionale il 75% votò per la riunificazione con la Danimarca, mentre lo Schleswig centrale votò all'80% per restare con la Germania. Nella parte meridionale della regione non si tenne alcuna votazione.
Sia la Danimarca che la Germania accettarono il risultato, e nel maggio 1920, l'esercito danese prese il controllo dello Schleswig settentrionale, mentre la parte centrale rimase in Germania.

Nel 2018, si stima che dei 450.000 che vivono nello Schleswig controllato dai tedeschi, 50.000 di loro sono danesi, che hanno le loro chiese, scuole e città danesi, nonché la loro bandiera e il loro partito politico che ancora fa campagna per far ritornare a far parte della Danimarca.

In seguito la regina danese ha partecipato ad una cerimonia religiosa presso la chiesa dello Spirito Santo a Flensburgo, e nel pomeriggio ha visitato l'ospedale universitario UKSH di Flensburgo.