Il Principe Felipe è arrivato a Panama per il XXIII Vertice iberoamericano

18 ottobre 2013

Il Principe Filippo è arrivato a Panama per partecipare al XXIII Vertice iberoamericano che riunisce i capi di Stato e di governo degli stati dell'America Latina, Spagna e Portogallo.

L'erede alla corona spagnola è atterrato a all'aeroporto International di Panama dove è stato ricevuto dal Vice Cancelliere panamense Mayra Arosemena.

Il ministero degli Esteri spagnolo aveva confermato la scorsa settimana la presenza del Principe, in assenza del padre, il re Juan Carlos, causata dall'intervento chirurgico all'anca alla quale era stato sottoposto per una infezione.



E' la prima volta che il Re Juan Carlos non partecipata a questo evento che iniziò nel 1991, ma Sua Maestà il Re aveva lasciato un messaggio ai capi di Stato e di Governo partecipanti.

Nel suo discorso alla Conferenza Latina Americana Felipe ha sottolineato che "la globalizzazione ha portato cambiamenti geostrategici straordinari e alcuni paesi ne hanno approfittato meglio di altri. Io sono soddisfatto che l'America Latina è una regione in crescita, politicamente stabile, e che sta crescendo a ritmi invidiabili".

Don Felipe ha poi sottolineato l'importante ruolo della Spagna come "spina dorsale del vertice", anche per l'importanza delle relazioni tra la Spagna e l'Europa, che servono per canalizzare gli investimenti europei in America Latina, per essere il ponte dei crescenti investimenti e rendono la posizione dell'America Latina vicina all'Europa.

Nel quadro del XXIII Vertice iberoamericano il principe Felipe ha partecipato ad altre attività e manifestazioni culturali. Felipe ha inaugurato l'apertura del VI Congresso Internazionale della Lingua Spagnola, presieduta dal Presidente di Panama, Ricardo Martinelli, ed ha inaugurato la nuova Sede del Parlamento latino-americano.

LINK
Viaje oficial a la República de Panamá