Harry si fa male, ma non rinuncia alla spedizione al Polo Sud, che serve per raccogliere fondi per i militari feriti

28 ottobre 2013

Il principe Harry si è rotto un dito del piede in un piccolo incidente, ma non intende rinunciare alla impresa in Antartide a cui dovrà partecipare il prossimo mese con un gruppo di reduci mutilati in missioni militari.

Anche se non grave, per il principe Harry non sarà facile percorrere i 335 km fra i ghiacci nella impresa organizzata dalla associazione 'Walking With the Wounded', che raccoglie fondi per i militari feriti.

Un portavoce della Casa Clarence ha rilevato che "Harry è in lotta contro il tempo. Lui non vede l'ora di iniziare e non vuole nemmeno pensare di non prendere parte alla impresa"

Con l'obiettivo di raccogliere 2 milioni di sterline per aiutare i militari feriti, Harry camminerà con gli ex soldati tra cui il capitano Ibrar Ali, 36 anni, che ha perso un braccio in Iraq, e il maggiore Kate Philp, 35 anni, che ha perso una gamba in un attentato in Afghanistan.

E' la sua seconda spedizione sotto zero, dopo il trekking al Polo Nord con lo stesso gruppo nel 2011.

Il mese scorso Harry aveva trascorso un giorno e una notte in una tenda in una stanza a -35 °C e gelidi venti artificiali, in un impianto della Mira Ltd, azienda specializzata nel collaudo dei veicoli commerciali e militari in condizioni estreme, per preparare alle temperature estreme di -40 C.

LINK
Prince Harry breaks his toe just weeks before 208-mile trek across South Pole