Il Principe Alessandro chiede la restituzione delle proprietà confiscate 

26 dicembre 2018

Sua Altezza Reale il Principe Alessandro ha pubblicato nel suo sito la sua richiesta della restituzione delle proprietà confiscate ingiustamente dal comunismo.

Tempo fa si era aperta una discussione del genere ma è ferma e quindi il principe Alessandro, a nome anche di tutte le persone che hanno perso le loro proprietà, chiede che si risolva finalmente questa questione.

Il principe ha detto che la proprietà privata è uno dei diritti umani più fondamentali ed è la base di tutte le democrazie e dei paesi civili, e che la Serbia ha subito tanta ingiustizia contro di essa e non merita ulteriori ingiustizie per il suo popolo.

È giunto il momento che tutte le questioni relative alla proprietà della proprietà rubata siano risolte immediatamente, correttamente e senza ulteriore procrastinazione.

Il Palazzo Reale e il Palazzo Bianco, e tutte le altre proprietà tra cui la cassaforte 555 nella National Bank, sono innegabilmente tutte proprietà private del re Alessandro I. Le proprietà sono state acquistate, costruite, mantenute e finanziate dal fondi personali di mio nonno Re Alessandro I per i quali ho una prova assoluta e totale.
Ci sono molte altre famiglie che chiedono giustizia e le loro proprietà, e sto parlando a nome di tutti noi che la giustizia deve prevalere.
L'intera questione deve essere risolta immediatamente in modo amichevole e civile, di cui non vedo l'ora di far parte.