Il messaggio di Natale del Re Felipe VI di Spagna

24 dicembre 2018

Sua Maestà il Re Felipe VI di Spagna nel suo messaggio di Natale alla Nazione ha augurato a tutti gli spagnoli un Buon Natale ed un Felice Anno Nuovo.

Nel suo messaggio il Re Felipe  ha sottolineato la necessità di promuovere la coesistenza, forgiata 40 anni fa nella Costituzione ed ha elogiato la convivenza che è stata la base della libertà e progresso della Spagna.

Felipe VI ha ricordato il 40° anniversario della Costituzione sottolineando che è stato raggiunto grazie alla "riconciliazione e armonia" tra gli spagnoli, ed alla capacità dei "leader politici, economici e sociali" di definire alcune regole comune.

Il re Felipe ha definito incompatibile la convivenza con il risentimento, ed ha ricordato che la convivenza "è sempre fragile sebbene sia il più grande patrimonio che abbiamo noi spagnoli".

Per il Re Felipe è essenziale assicurare la convivenza, che è "la migliore eredità che le giovani generazioni possano ricevere".
Secondo Felipe VI i giovani spagnoli, "immersi in una società tecnologica di continui cambiamenti", hanno talento, ed ha elogiato la sua attitudine "aperta al mondo", ma ha anche ricordato che i giovani hanno "problemi seri", come la difficoltà nel trovare un lavoro o accesso alla formazione.
Per questo motivo, Felipe VI ha affermato che è responsabilità di tutta la società aiutare i giovani a realizzare "un progetto di vita personale e professionale, con un lavoro dignitoso ed uno stipendio", necessario per costruire un paese migliore, più creativo, più dinamico e sempre all'avanguardia".

Il re ha invitato gli spagnoli a "valutare con orgoglio" quello che hanno fatto, "allontanando il disincanto o il pessimismo". Felipe VI quindi ha incoraggiato gli spagnoli ad andare avanti" ed a migliorare ogni giorno".
Il re ha infine chiesto che "nessuno sia lasciato alle spalle" sulla strada della modernizzazione.