Visita in Lituania del principe Haakon e della principessa Mette-Marit

25 aprile 2018

In occasione del 100° anniversario della indipendenza della Lettonia, Lituania ed Estonia, il principe Haakon di Norvegia e la principessa Mette-Marit, sono in visita ufficiale in questi Stati baltici.

Dopo essere stati il Lettonia, il principe Haakon e la principessa Mette-Marit hanno raggiunto la Lituania, dove sono stati accolti dal presidente Dalia Grybauskaite, con una cerimonia di stato tenuta nel palazzo presidenziale a Vilnius.


Dopo la cerimonia di benvenuto e il momento di scambiati dei regali, la coppia reale ha partecipato a una riunione in cui le delegazioni hanno firmato due accordi tra la Norvegia e la Lituania.

Durante la giornata, il presidente e la coppia reale è salita sul Campanile della Chiesa di San Giovanni, e accompagnato dal presidente Grybauskaitė, ha passeggiato nella vecchia città di Vilnius, visitando la Stamperia, dove fu firmata la dichiarazione di indipendenza della Lituania, nel febbraio 1918.

Dopo un pranzo, organizzato dal primo ministro, Saulius Skvernelis, il principe Haakon e la principessa Mette-Marit hanno deposto dei fiori nel memoriale dedicato a coloro che caddero nella lotta per l'indipendenza della Lituania.

La giornata si è conclusa con una cena ufficiale nel Palazzo presidenziale, dove il principe Haakon ha tenuto un discorso : "Oggi circa 44 000 lituani vivono in Norvegia. Non c'è dubbio che i lituani e le loro abilità sono molto richiesti in Norvegia e sono molto apprezzati. I lituani danno un contributo sostanziale all'economia e alla società norvegese e rafforzano i legami tra i nostri due paesi".

Il 2° giorno della loro visita in Lituania, il principe Haakon, la principessa Mette-Marit e il presidente Dalia Grybauskaitė hanno partecipato all'apertura ufficiale del "Lithuanian-Norwegian Business Forum" a Vilnius. Questo evento, che riunisce oltre 200 rappresentanti delle imprese di entrambi i paesi, pone un focus specifico sulle tecnologie che stimolano la crescita e il progresso.