William e Kate tra gli aborigeni di Uluru e ad Adelaide

22 aprile 2014

Dopo essere stati a Sidney, alle Blue Mountains , a Manly , a Brisbane, e Canberra, il Duca e la Duchessa di Cambridge, senza George rimasto nella capitale australiana, sono arrivati ​al massiccio dell'Ayers Rock, il più imponente massiccio roccioso che si trova in mezzo al deserto​ nella regione del Northern Territory, considerato sacro dagli aborigeni.

William  e Kate, sfidando le temperature torride dell'entroterra australiano, hanno raggiunto la terra Uluru, dova la comunità aborigena li hanno ricevuto con un caloroso benvenuto.
I due duchi hanno visitato la "National Indigenous Training Academy", dove hanno ricevuto dei regali, tra i quali Kate una collana tradizionale fatta di semi dipinti a mano, mentre William una lancia di legno lunga 2 metri.


Di sera la coppia reale ha passeggiato attorno alla famosa roccia rossa, e quindi ha trascorso la notte nella lussuosa "tenda" Longitude 131, dotata di tutti i comfort, dalla quale la coppia ha potuto assistere al sorgere del sole in uno dei luoghi più suggestivi del mondo.

In seguito la coppia reale ha raggiunto in volo la città di Adelaide, per poi recarsi nel sobborgo chiamato "Elizabeth", così chiamato nel 1955 in onore della visita di Sua Maestà Elisabetta II nel 1963.
Dopo l'incontro con la folla che li attendeva e l'inaugurazione della piazza "Prince George", William e Kate hanno raggiunto il "Playford Civic Centre" per partecipare al ricevimento ufficiale tenuto dal Governatore del Sud Australia. Quindi in serata sono tornati a Canberra per riabbracciare il loro figlio.

VIDEO