La regina Rania di Giordania condanna l’estremismo religioso musulmano, dicendo che l'Isis tradisce gli arabi e l’Islam.


Sua Maestà la regina Rania di Giordania ha partecipato al Media Summit che si è svolto ad Abu Dhabi incentrato sulla crescente importanza di Facebook e Twitter nel mondo arabo

Nel suo intervento la regina di Giordania ha lanciato un vero e proprio appello a tutto il mondo arabo di contrastare la propaganda jihadista :
“Lo Stato Islamico diffonde un’immagine errata del mondo arabo e dell’Islam grazie all’abilità nell’uso spregiudicato dei social network”

"Lo Stato Islamico del Califfo Abu Bakr al-Baghdadi riesce a sfruttare Facebook, Twitter e Instagram per convincere i jihadisti stranieri ad andare a combattere in Siria ed Iraq postando sul web centinaia di foto e video con immagini di esecuzioni di massa, decapitazioni, schiavi, crocefissioni ed altre immagini di brutalità”.

Rania ha invitato tutto il mondo arabo a reagire a questo stillicidio, a non restare in silenzio, perché il silenzio renderebbe complici dell’Isis.
"Sebbene Osama Bin Laden sia morto la sua ideologia è ancora più viva e pericolosa che mai e può creare danni enormi all’immagine del mondo arabo, anche perché  chi si oppone a Isis non è altrettanto presente sui social media sebbene abbia alle spalle una collettività assai più vasta”. 

Infine Rania ha invitato tutti a postare sul proprio profilo Facebook un'immagine positiva del mondo arabo: "Dobbiamo creare una nuova storia e trasmetterla a tutti. Perché se non decidiamo quale sia la nostra identità e quale sarà la nostra eredità, gli estremisti lo faranno per noi".

VIDEO
  LINK