12 anni fa a Ginevra moriva la Regina Maria José.

27 gennaio 2001
Per Suo espresso volere, venne sepolta nell'Abbazia Reale di Altacomba (Alta Savoia in Francia) al fianco di S.M. Umberto II.

Alla cerimonia, che si è svolta nell'abbazia di Hautecombe il 2 febbraio, hanno partecipato il Re Juan Carlos di Spagna, i Reali Alberto e Paola del Belgio, i Granduchi Jean e Josephine Charlotte del Lussemburgo, il Principe Alberto di Monaco, la vedova dello Scià di Persia, Farah Diba, il figlio di Costantino di Grecia e altre rappresentanze di Case Reali, dal Marocco alla Giordania, all'Etiopia e all'Egitto.

Maria Josè è stata salutata con il coro sardo "Conservat su re sardu", inno dei Savoia cantato anche durante le sue nozze con Umberto II.
Il feretro, avvolto nella bandiera belga e italiana sabauda ed è stata vegliata da due giorni dalle Guardie d'Onore alle Reali Tombe del Pantheon.

Maria José di Savoia è nata ad Ostenda, il 4 agosto 1906 come principessa del Belgio e divenne Regina d'Italia come consorte di Umberto II di Savoia.

Le nozze con il Principe di Piemonte furono celebrate a Roma l' 8 gennaio del 1930 nella Cappella Paolina del palazzo del Quirinale.

La questione del rientro in Patria dei resti dei nostri Re e Regina d'Italia è una vera e propria vergogna nazionale.
Aspettiamo che questa "piccola repubblica" faccia finalmente rientrare in Italia, nel Pantheon di Roma, le salme dei Re e Regine d'Italia.