HELSINGBORG, SWEDEN - AUGUST 26: Princess Victoria of Sweden and Prince Haakon of Norway commemorate Folke Bernadotte's lifesaving 'White Buses' mission at Ramlosa Brunnspark on August 26, 2010 in Helsingborg, Sweden (Photo by Torsten Laursen/Getty Images)

In occasione del bicentenario della dinastia Bernadotte, la principessa Vittoria di Svezia e il principe Haakon di Norvegia hanno inaugurato un monumento in onore di Bernadotte a Helsingborg.
26 agosto 2010

Poche ore dopo aver assistito al matrimonio di Nicola di Grecia, la principessa ereditaria Victoria e il principe ereditario Haakon sono tornati al lavoro nella zona svedese Ramlösa, famosa per le acque minerali.

Nel 1943, 1945 e 1956 Helsingborg accolse migliaia di profughi dalla guerra e dalle purghe politiche, giunti in questa zona neutra grazie al programma "bus bianco", avviato nel 1945 dalla Croce Rossa svedese e il governo danese ed organizzato dal diplomatico svedese Folke Bernadotte .

Il principe ereditario Haakon e la principessa Vittoria di Svezia sono arrivati al luogo della inaugurazione con un autobus della Croce Rossa Svedese della seconda guerra mondiale.
"Noi non solo dobbiamo commemorare la nostra storia, ma anche applicare le nostre conoscenze", ha detto la principessa Victoria, nel discorso.

Ramlösa ha ospitato molti rifugiati in 3 fasi.
Nel 1943 si rifugiarono in questa zona gli ebrei danesi, che avevano abbandonato la Danimarca occupata dai tedeschi per sfuggire dai campi di concentramento.

Poi, nel 1945, arrivarono i prigionieri scappati dai campi di concentramento grazie all'azione congiunta nordica "autobus bianco". Tra 15.000 e 30.000 prigionieri furono salvati nella fase finale della guerra.

Nel 1956 gli ungheresi, dopo la rivolta popolare stroncata dall'intervento dell'Unione Sovietica, per fuggire dal regime comunista trovarono rifugio sicuro in questa zona svedese.

La statua "Oltre vågorna" ("Al di là delle onde" ) è stata realizzata dalla coppia di artisti coppia Ulla e Gustav Kraitz.



Link
Haakon og Victoria avduket monument for flyktninger