Al Congresso dei Deputati di Madrid, il Re e la Regina di Spagna, hanno presieduto la cerimonia per celebrare la Giornata in omaggio alle vittime del terrorismo.

27 giugno 2010


Il Re e la Regina sono stati ricevuti da María Teresa Fernández de la Vega, primo vicepresidente del governo, José Bono, presidente del Congresso dei Deputati, Javier Rojo, presidente del Senato, María Emilia Casas, presidente della Costituzionale Corte e Carlos Divar, presidente della Corte Suprema.

Nel suo discorso, il Re Juan Carlos ha detto: "per coloro che condividono la stessa passione per la vita e la libertà, questo è il giorno di ricordare e condannare la violenza del terrorismo ...
Il terrorismo è, in sostanza, il male, vigliacco e ingiustificabile, in contrasto con i diritti umani e i valori democratici "
.

Il re ha anche ricordato che per stroncare il terrorismo, che è una priorità per ogni paese libero e democratico, lo stato è pronto ad usare qualsiasi strumento necessario per raggiugnere questo obiettivo.

La cerimonia è stata caratterizzata dagli interventi del re di Spagna e si è conclusa con una melodia suonata dalla Filarmonica di Chamartin.

Lo scorso 11 marzo (6 anni dopo gli attacchi terroristici a Madrid), i deputati avevano deciso una giornata annuale per onorare le vittime di atti terroristici.

La data del 27 giugno è stata scelta perchè il 27 giugno 1960, l'ETA uccise la sua prima vittima, una ragazza di 22 mesi Begona Urroz Ibarrola.