La regina di Giordania ha criticato l'azione di Israele contro Gaza, dopo l'attacco contro la flotta turca della settimana scorsa.

In un articolo del quotidiano britannico, The Independent, la regina Rania ha detto che il blocco ha trasformato Gaza in una prigione a cielo aperto a malapena funzionante.

L'attacco ha sbalordito il mondo per il suo palese e assurdo disprezzo per chi difende il diritto internazionale, i diritti umani e le norme diplomatiche. La sua enormità mi stordisce, ma non mi sorprende, ha affermato la regina.

Sulla flottiglia non c’erano pistole ma 10.000 tonnellate di un vitale aiuto umanitario. La gente di Gaza ha disperatamente bisogno di sopravvivere dopo 1.000 giorni di blocco, che ha paralizzato Gaza ... Questo è un aiuto essenziale come il cemento per ricostruire le case, distrutte dopo gli attacchi su Gaza lo scorso anno; forniture scolastiche e attrezzature mediche, macchinari per rendere potabile l'acqua e sedie a rotelle.

La regina ha inoltre espresso la sua frustrazione che la politica possa escludere ai palestinesi il valore umano.

La cosa più frustrante è la difesa di Israele delle sue azioni. Considera la critica come parte di un piano anti-Israele, la guerra di propaganda antisemita, Israele, ancora una volta, non riesce a capire che il problema non è la politica.

I leader israeliani si sentono autorizzati a fare ciò che vogliono e non si aspettano proteste internazionali, ha detto. .Temo che se continuano le aggressioni e le linee dure la moderazione sarà tra le vittime più dolorose.

Anche se la Giordania ha firmato un accordo di pace con Israele nel 1994, ha aderito insieme ad altri paesi a criticare l'attacco alla nave.
Israele ha detto che l'attacco è stato provocato da persone a bordo.

Alcuni hanno applaudito la regina Rania, dicendo che la Regina - che è di origine palestinese - ha fatto ciò che il marito re Abdullah II di Giordania o il ministro degli Esteri avrebbe dovuto fare.

Link
Queen calls for ending Gaza blockade