Il principe Haakon e la principessa Mette-Marit di Norvegia sono andati in Giordania

21 ottobre 2014

Sua Altezza Reale il Principe ereditario Haakon e la principessa Mette-Marit di Norvegia sono andati nel Regno di Giordania.

Il principe ereditario Haakon e sua moglie, la principessa Mette-Marit, hanno visitato il campo di profughi siriano 'al Zaatari', che si trova nella città di Mafraq nel nord della Giordania.
La coppia reale è stata accompagnata dal ministro norvegese degli Affari Esteri, Børge Brende, e dall'ambasciatore norvegese in Giordania, Sissel Breie.

Lo scopo della visita, che non era stata annunciata prima, è stato quello di conoscere la situazione difficile per i rifugiati siriani, e sulle difficoltà incontrate dalla Giordania a causa della crisi siriana.

Durante la loro visita al campo, il principe ereditario Haakon e la principessa Mette-Marit hanno parlato con l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite.
La coppia ha chiesto informazioni sugli sforzi compiuti dalle Nazioni Unite e dalle organizzazioni internazionali al fine di migliorare la situazione dei profughi.


Da quando è scoppiato la violenza dello Stato islamico, ISIS, migliaia di persone in Iraq e Siria sono stati costretti a fuggire dalle loro case. La Giordania è una nazione che sta affrontando la sfida di fornire un riparo a queste persone, nonostante le già limitate risorse del paese.

In seguito il principe Haakon e la Principessa Mette Marit si sono incontrati con Sua Maestà il Re Abdullah di Giordania.

In questa occasione, Wadah Al Hamoud ha colto l'occasione per ringraziare la Norvegia per il loro sostegno economico.  La Norvegia aveva già versato un contributo economico per questa causa, ma secondo il ministro degli Affari Esteri della Norvegia, Norvegia ora vuole raddoppiare il suo contributo ai rifugiati siriani in Giordania.

In seguito, il principe ereditario Haakon e la Principessa Mette-Marit hanno visitato un centro di formazione professionale per i giovani in campo, che fornisce ai giovani siriani le competenze professionali necessarie per affrontare la ricostruzione del paese.

LINK
petra.gov.jo