I resti del principe Paolo (1893-1976), delle principessa Olga (1903-1997) e del principe Nicola (1928-1954) della Jugoslavia, sepolti finora in un cimitero a Losanna, Svizzera, sono stati trasportati in Serbia.

Il 4 ottobre 2012 c'è stata una liturgia religiosa presso la Cattedrale di San Michele a Belgrado.
La sepoltura si è svolta il Sabato 6 Ottobre 2012 nella cripta della Chiesa di San Giorgio a Oplenac.

Le più alte autorità del paese hanno partecipato alla cerimonia anche il presidente serbo, Tomislav Nikolic, il premier serbo, e il ministro Ivica Dacic.

Le Altezze Reali il Principe ereditario Alessandro II e la principessa Caterina hanno atteso l'arrivo dei resti del Principe Paolo, della principessa Olga, e del loro figlio, il principe Nicola.

I figli del principe Paolo e della Principessa Olga, il principe Alexander (con la moglie Barbara principessa del Liechtenstein) e la Principessa Elisabetta di Jugoslavia.
Tra i reali anche il principe Michael di Kent (sua madre la principessa Marina era la sorella della principessa Olga di Jugoslavia), ma anche il Principe Michael di Jugoslavia (figlio del principe Alessandro di Jugoslavia e della principessa Maria Pia di Savoia).



Un Requiem è stato officiato da Sua Santità il Patriarca Irinej della Serbia e dai altri Gerarchi della Chiesa Ortodossa Serba.
Le tre bare sono state portate nel Duomo dopo l'esecuzione dell'inno nazionale di Serbia "Boze pravde".

La Famiglia Reale Karadjordjevic e altri ospiti illustri hanno partecipato alla cerimonia che si è tenuta il Sabato, 6 ottobre, presso la Chiesa di S. Giorgio a Oplenac, durante la quale le bare con i resti del Princice Paolo, la principessa Olga e il principe Nicola, coperti da bandiere serbe e delle insegne Karadjordjevic, sono stati portati in chiesa con un saluto della Guardia dell'esercito serbo.

Al termine delle Liturgia e del Requiem, il Presidente della Serbia ha detto che la Serbia si libera di un grande peso: "Li stiamo seppellendo in Terra santa serba, la chiesa costruita da re Pietro I".

SAR la Principessa Elisabetta, figlia del principe Paolo e della Principessa Olga, ha detto che una grande ingiustizia è stata rettificata, e una profonda ferita è guarita, e ha ringraziato il presidente della Serbia Tomislav Nikolic per il suo sostegno a riportare alla Serbia i suoi cari.

Sua Altezza Reale il principe ereditario Alessandro ha sottolineato nel suo discorso: "Questo è un momento storico per la nostra famiglia, ma anche un evento molto importante per la nostra nazione. Il mio defunto padre, il re Pietro II, che è purtroppo ancora sepolto all'estero, parlava sempre con gentilezza e affetto al Principe Paolo e alla Principessa Olga. Ho ricordi più cari di incontri con loro della mia giovinezza. Preghiamo tutti Dio a questo evento solenne e triste per l'unità e la prosperità della nostra Serbia, alla bara di questo grande statista e patriota ".

LINK
THE ROYAL COUPLE ATTEND REQUIEM IN HONOUR OF PRINCE PAUL, PRINCESS OLGA AND PRINCE NIKOLA AT ST. MICHAEL'S CATHEDRAL