Il rapporto 2009 di Transparency International, una associazione non governativa e no profit che si propone di combattere la corruzione, fornisce i dati relativi alla corruzione globale.
Dal rapporto si vede che gli italiani considerano i partiti politici al primo posto tra le organizzazioni considerate più corrotte e c'é assoluto scetticismo sull'efficacia delle azioni di contrasto adottate finora.

Per il 44% degli italiani "i partiti" sono le organizzazioni in assoluto le più corrotte.
Tra i Paesi europei presi in esame, solo la Grecia supera la percentuale italiana di coloro che indicano i partiti come i più corrotti (58%). L'Ungheria è terza con il 42% e quindi la Finlandia con il 39%.

In Italia non si salvano neppure i funzionari della pubblica amministrazione, indicati dal 27% degli intervistati; seguono con un 9% il Parlamento, un 8% la giustizia, un 7% il settore privato e un 4% i media.

Per la repubblica ceca invece i più corrotti sono i funzionari pubblici (40%). La giustizia raggiunge la percentuale più alta nella repubblica Lituania (23%) e nelle romania (18%).
Il massimo della corruzione per i media si raggiunge nella svizzera (21% ).

In Italia la mazzetta è considerata una pratica diffusa, ma soprattutto difficile da scalfire:i solo un italiano su sei ritiene efficace l'azione di contrasto attuata, mentre per il 69% le misure prese finora dal governo sono assolutamente inefficaci.

In una forchetta da uno a cinque, per gli italiani l'indice di corruzione dei partiti arriva al 4,1 contro una media europea del 3,7. L'indice della corruzione della pubblica amministrazione è al 3,9, seguito a ruota dal Parlamento con 3,8.

A considerare corrotti soprattutto gli imprenditori o il settore privato sono i norvegesi (62%) e gli olandesi (58%), fattore significato perchè indica l'efficenza e la correttezza dello stato retto dalla monarchia.

Insomma dai dati si vede che la corruzione dei settori legati allo stato (partiti, pubblica amministrazione, parlamento, giustizia, media) raggiunge il massimo nelle repubbliche.

In Europa gli stati dove i partiti sono considerati meno corrotti sono Norvegia (6%) Olanda (9%) Danimarca (13%).
In Europa gli stati dove il Parlamento è considerati meno corrotto sono Lussemburgo (4%) Austria (4%) Olanda (5%) Danimarca (5%).
In Europa gli stati dove la Giustizia è considerata meno corrotta sono Islanda (1%) Finlandia (2%) Danimarca (2%) Olanda (3%) UK (3%).



Link
transparency
Corruzione, i partiti battono tutti
ansa