Se un importante esponente della casta ed appartenente alla parte politica piu' conservatrice del regime dice che c’e’ bisogno di costruire una nuova Italia che cresca come negli anni del dopoguerra allora la repubblica e’ proprio fallita.

Evidentemente la situazione politica e sociale di quel tempo era diversa da quella di adesso, l’Italia era devastata dalla guerra piu’ grande della Storia e dalle due ideologie (nazismo e comunismo) che modificarono in peggio il mondo, ma un confronto puo' essere utile per capire meglio la situazione.

Anche lo slogan piu’ usato da Berlusconi - Rialzati Italia – conferma l'allarme lanciato da Veltroni.
Visto che, per fortuna, non abbiamo subito un’altra guerra, i motivi che ci spingono disperatamente a ricostruire l’Italia sono di carattere prettamente politico e non militare.
In maniera analoga a quello che avvenne nell'URSS anche la repubblica italiana crolla per implosione , cioe' il regime crolla senza bisogna di spinte esterne.

Evidentemente quando un regime crolla da solo significa che il cedimento e’ intrinseco al sistema e che quindi e’ impossibile riformarlo, e' analogo a quando, per questioni di sicurezza e buon senso, si decide di abbattere un edificio nel quale le colonne portanti ormai non reggono piu’.

Per un sistema politico non c’e’ niente di peggio di una implosione perche’, senza bisogno di un contro-potere o di una propaganda opposta, tutti lo considerano molto negativo e quindi il sistema e' definitivamente rifiutato.
Il segno del completo sbaraglio in cui versa la repubblica, distrutta da una grave implosione politica, sono anche gli slogan usati dai partiti, molti dei quali sono comici e disperati, con i quali si presenta la presunta nuova classe politica:
"Yes, we can", "Si puo’ fare", “Rialzati Italia”, “Nuova Italia” ....
In poche parole la classe politica che finora ci ho rovinato adesso, con un bel maquillage - con frasi ad effetto, con liste elettorali nate all’ultimo momento, con partiti fantasmi e senza base popolare - si presenta come il nuovo salvatore della patria.

Adesso il rischio peggiore che corriamo e’ che questa implosione politica paralizzi il Paese, che impedisca un vero cambiamento, che le riforme diventino solo l'alibi del regime per sopravvivere.
Io ho l’impressione che il mostro Veltrusconi - o partito unico PDL-PD – rappresenti l’ultimo atto nel quale il regime cerchera' di riciclarsi e sopravvivere.

Gli italiani capiranno di non farsi fregare di nuovo e di darsi da fare?


ELEZIONI: VELTRONI, FARE ITALIA INNOVATIVA COME NEL DOPOGUERRA

Savona, 20 mar. - (Adnkronos) - Costruire un'Italia nuova che cresca come negli anni del dopoguerra e' il messaggio centrale del discorso tenuto questa sera a Savona dal leader del Partito democratico Walter Veltroni.

adnkronos