Il re di Giordania Abdullah II all'apertura della nuova sessione del Parlamento 2013

3 Novembre 2013

Il re di Giordania Abdullah II ha chiesto ai legislatori di accelerare le riforme, che sono state rallentate per colpa dei disordini in tutto il Medio Oriente.

Alla sessione di apertura del Parlamento Abdullah ha detto che egli porterà avanti i piani per modificare le leggi elettorali e la revisione del settore pubblico, ampiamente visto come mezzo di corruzione e nepotismo.

Inoltre il re all'apertura della nuova sessione Parlamentare, ha lanciato un nuovo appello per avere aiuti dalla comunità internazionale.

Re Abdallah II di Giordania ha affermato che il paese ospita circa 600.000 rifugiati siriani, e che si stanno esaurendo le risorse limitate del paese per esercitare questa pressione sulle nostre infrastrutture.

Se la comunità internazionale non ci aiuta a sopportare questo fardello, la Giordania adotterà misure a protezione dei propri interessi.

LINK
jordantimes