Nel Regno del Belgio, il "Giorno del Re", alla presenza di Re Alberto II e la Regina Paola

15 novembre 2013

Il "Giorno del Re" fu decretato per onorare re Leopoldo II, e per commemorare la liberazione del paese dal dominio olandese nel 1830, quando nacque il nuovo stato indipendente del Belgio e la sua Monarchia.
Re Baldovino decise nel 1951 di non modificare la data, e suo fratello Alberto II ha fatto lo stesso.

Secondo la tradizione, il Re e la Regina regnanti non hanno partecipato alla cerimonia, mentre erano presenti il Re Alberto e la Regina Paola, la Principessa Astrid e il principe Lorenz, la principessa Claire e il principe Laurent.

Al mattino la celebrazione religiosa si è svolta nella Cattedrale di Bruxelles "des Saints Michel et Gudule" con una Messa Te Deum.
Nella sua omelia durante il Te Deum nella Cattedrale di San Michele e Gudula, l'arcivescovo André-Joseph Leonard, ha detto che "Re Filippo avrà bisogno di molta saggezza per governare il piccolo paese, la cui complessità è inversamente proporzionale alla dimensione".

Dopo la cerimonia religiosa, nel pomeriggio la famiglia reale si è recata al Senato belga, dove è stata accolta da funzionari del governo e dignitari.

Paola ha indossato un berretto di velluto di color cioccolato, ma la notizia è stata quando Paola si è tolto il cappello svelando il nuovo taglio di capelli corti.