1° maggio Festa dei Lavoratori o dei disoccupati ?

1 maggio 2013

Una festa del primo maggio senza lavoro : Che cosa c’è da festeggiare?

In questa repubblica italiana anche la “Festa del Lavoro” è diventata una beffa.
1 Maggio Festa del Lavoro ?
I dati rilevati dall’Istat sono drammatici : nel mese di marzo il numero degli occupati resta fermo a 22 milioni 674 mila, in diminuzione dello 0,2 per cento rispetto a febbraio, con la perdita di 51 mila posti di lavoro. L’1,1% su base annua: in questo caso la diminuzione è di 248 mila unità.
Il tasso di occupazione cala al 56,3%, diminuisce di 0,1 punti percentuali nel confronto congiunturale e di 0,6 punti rispetto a 12 mesi prima. Preoccupa il numero di disoccupati: sono 2 milioni 950 mila, anche se c’è una leggera diminuzione dello 0,5% rispetto a febbraio (-14 mila), che riguarda sia gli uomini che le donne. Ma su base annua la disoccupazione cresce (+297 mila).

Preoccupa soprattutto il dato che riguarda i giovani: il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è pari al 38,4%, anche questo in aumento di 0,6% rispetto al mese precedente.

Il problema del lavoro è una questione antica soprattutto nel mezzogiorno, ma in questi sessant'anni di repubblica la situazione è peggiorata.
La repubblica per mantenere il potere ha sempre preferito elargire assistenzialismo e clientelismo invece di far crescere il lavoro, premiare la meritocrazia e sostenere la ricerca.

La disoccupazione aumenta anche in altri paesi d’Europa, ma la repubblica italiana si fonda proprio sul lavoro (primo articolo della costituzione) e quindi questo dovrebbe farci riflettere.

L’Italia è una repubblica democratica (?), fondata sul lavoro, recita la prima parte del primo articolo della costituzione repubblicana, ma se non c'è il lavoro, su cosa si fonda la repubblica  ?

La repubblica affonda nel lavoro...