Gran Finale del Giubileo di Diamante di Sua Maestà Elisabetta II

I festeggiamenti per il Giubileo di Diamante non potevano andare meglio per Elisabetta II, da 60 sul trono del Regno Unito.

Prima la regata da record su Tamigi, poi il megaconcerto a Buckingham con Paul McCartney, Stevie Wonder ed Elton John, quindi la cerimonia religiosa nella cattedrale di St Paul, ed infine  il bagno di folla dal balcone di Buckingham Palace - circondata dal principe Carlo e Camilla, dai nipoti, Harry e William e dalla duchessa di Cambridge Kate,

Unico neo è l'assenza del marito, il principe Filippo, ricoverato in ospedale il giorno precedente per un'infezione alle vie urinarie

Nel giorno finale e spettacolare dei 4 giorni di celebrazioni in onore dei 60 anni al trono britannico di Elisabetta, centinaia di migliaia di persone applaudivano, cantavano canzoni patriottiche e sventolavano bandiere Union Jack davanti a Buckingham Palace .

 Frecce tricolori che volano sopra palazzo reale, un milione e mezzo di inglesi davanti alla residenza, un fiume di bandiere anche nell'ultima giornata del Giubileo di Diamante.


Su Buckingham Palace passano i bombardieri Lancaster della seconda guerra mondiale e le Red Arrows della pattuglia acrobatica britannica, che lei conosce bene visto che viveva già lì al tempo della seconda guerra mondiale.

La banda militare suona "God Save the Queen", le guardie tolgono il colbacco d'orso e lanciano tre "hip hip hurrà" per la sovrana. Infine la regina saluta tutti e rientra in un tripudio di folla.



Il premier britannico David Cameron ha definito la monarchia «un'istituzione straordinaria» che il popolo «ama e riverisce» e che «va al di là della politica».