Juan Carlos lascia l'ospedale e chiede scusa agli spagnoli

18 aprile 2012

Sua Maestà il Re Juan Carlos I di Spagna è stato dimesso dal San José University Hospital di Madrid, dove sabato scorso aveva subito un intervento chirurgico di emergenza per l'anca.

Prima di lasciare l'ospedale, il re è stato raggiunto da fotografi e giornalisti spagnoli, che cortesemente gli hanno chiesto: "Maestà, come sta adesso?"
Il Re di Spagna ha risposto: "Mi sento molto meglio"

Il re si è poi subito scusato per il suo recente comportamento, ed ha espresso rammarico per il suo safari di caccia in Africa :
"sono molto dispiaciuto. Non succederà più."

Juan Carlos I ha anche ringraziato il personale universitario dell'Ospedale San José per le cure ricevute. Poi zoppicando si è allontanato dalla mini-conferenza stampa.



Il re era consapevole della tempesta di fuoco dei media attorno alla sua recente vacanza in Botswana, non solo perché aveva ucciso elefanti innocenti, ma perché aveva speso migliaia di euro per una vacanza mentre la Spagna è in una grave crisi economica.

Per la prima volta nel dopo Franco, la monarchia è stata attaccata dai massmedia.
Nei giornali di Madrid negli ultimi giorni si è parlato di una possibile abdicazione del re a favore del figlio Felipe, 44 anni, e la sinistra repubblicana ne ha approfittato per chiedere di cambiare sistema, passando alla repubblica.

Le scuse del re hanno però rinfrancato il campo monarchico.
Il Partido Popular del premier Mariano Rajoy ha detto che "il popolo spagnolo aspettava e auspicava le scuse".
Il Psoe ha sottolineato che "Juan Carlos ha fatto bene a scusarsi".
Il quotidiano Abc, che nei giorni scorsi aveva avviato il discorso sull'abdicazione, si è entusiasmato:
"Così la Corona parla al suo popolo, con una naturalezza disarmante".
Il Re è tornato più Re che mai, guardando negli occhi gli spagnoli"