Messaggio di Natale della Regina Elisabetta II

25 dicembre 2013

Il Messaggio di Natale di Sua Maestà la Regina è stato trasmesso nei paesi del Regno Unito e del Commonwealth, incentrato sulla necessità di riflettere sugli anni passati.

La regina, in un vestito giallo nel salotto azzurro di Buckingham Palace, nel suo messaggio, oltre a fare riferimento al tema religioso, ha parlato della nascita del Principe George, nel luglio di quest'anno.

Sua Maestà la Regina ELisabetta II ha parlato di un equilibrio tra azione e riflessione, e ha ricordato la nascita e il battesimo del principe Giorgio e il 60 ° anniversario della sua incoronazione.

La Regina aveva partecipato alla tradizionale funzione religiosa nella chiesa parrocchiale Sandringham, anche se era assente il piccolo George .

Messaggio

....
Abbiamo tutti bisogni di avere il giusto equilibrio tra azione e riflessione. Con tante distrazioni, è facile dimenticare di fare una pausa prima di agire. Sia attraverso la contemplazione, la preghiera, o anche tenendo un diario, molti hanno trovato la pratica di una quiete riflessione personale, sorprendentemente gratificante, anche scoprendo una maggiore profondità spirituale alla loro vita.

La riflessione può assumere molte forme. Quando le famiglie e gli amici si riuniscono a Natale, è spesso un momento di ricordi felici e ricordi. I nostri pensieri vanno verso coloro che abbiamo amato, che non sono più con noi. 
Ricordiamo anche coloro che facendo il proprio dovere non può essere a casa per il Natale, come gli operatori dei servizi essenziali o di emergenza.

E soprattutto in questo periodo dell'anno che pensiamo agli uomini e donne che servono all'estero nelle nostre Forze Armate. Siamo sempre grati a tutti coloro che si mettono a rischio pur di metterci al sicuro.
Il servizio e il dovere non sono solo dei principi ispiratori dei tempi passati, hanno un valore duraturo attraversa tutte le generazioni.

Io stesso quest'anno, a Westminster Abbey, ho riflettuto sul mio impegno di servizio effettuato in quella grande chiesa 60 anni fa durante il giorno della Incoronazione.
L'anniversario mi ha fatto ricordare i notevoli cambiamenti che si sono verificati dopo la mia Incoronazione, molte cose sono migliorate, altre sono rimaste costanti, come l'importanza della famiglia, la amicizia e il buon vicinato.

Ma la riflessione non va solo verso il passato. Io e molti altri attendiamo i Giochi del Commonwealth a Glasgow del prossimo anno.
Il "Baton Relay" partito da Londra ad ottobre e ora dall'altra parte del mondo, nel suo cammino attraverso 70 nazioni e territori prima di arrivare in Scozia la prossima estate.

In occasione della recente riunione a Sri Lanka, mio figlio Carlo ha riassunto questo concetto. Ha parlato di "legami familiari" del Commonwealth che sono una fonte di incoraggiamento per molti. Come in ogni famiglia ci possono essere differenze di opinione, ma devono essere espresse all'interno del comune legame di amicizia e di esperienze condivise.

Quest'anno la mia Famiglia è un po' più grande questo Natale.
Come molti di voi sapranno, l'arrivo di un bambino dà a tutti la possibilità di contemplare il futuro con rinnovata gioia e speranza. Per i nuovi genitori, la vita non sarà mai più la stessa!
George è stato battezzato in una fede gioiosa del dovere e del servizio cristiano. Dopo il battesimo, ci siamo riuniti per la fotografia tradizionale. E' stata una felice occasione, che riunisce 4 generazioni.

Nel prossimo anno, spero di avere tempo di pausa per momenti di riflessione silenziosa, ed i risultati possono essere a volte sorprendenti.
Per i cristiani, come per tutte le persone di fede, la riflessione, la meditazione e la preghiera ci aiutano a rinnovare noi stessi nell'amore di Dio, come ci sforziamo ogni giorno per diventare persone migliori. 
Il messaggio di Natale ci mostra che questo amore è per tutti.

Nel primo Natale, davanti alla capanna di Betlemme, seduti nel freddo della notte, gli umili pastori furono i primi ad ascoltare e meditare sulla meravigliosa notizia  della nascita di Cristo - The First Noel - la gioia di cui oggi celebriamo.
Auguro a tutti voi un felice Natale.

Traduzione parziale e approssimativa (*)

VIDEO