Adesso si parla tanto di Pompei, per il crollo della Domus dei Gladiatori, una degli edifici più visitati dai turisti nell'area archeologica di Pompei.

Lasciando da parte le solite polemiche, spesso strumentalizzate, tra i partiti, voglio segnalare un fatto che dimostra la diversa sensibilità istituzionale tra il Regno d'Italia e la repubblica.

Infatti il Regio Decreto 641 del 1923 istituiva la nascita del Comune di Pompei.

Evidentemente questo è un atto che dimostra quanta attenzione aveva il Regno d'Italia per preservare l'area archeologica di Pompei.

Da un lato c'è l'abbandono dello stato repubblicano che non tutela il patrimonio del nostro paese, dall'altro lato l'attenzione del Regno d'Italia che aveva istituiva la nascita del Comune di Pompei per tutelare l'area archeologica.

Durante il Regno d'Italia non crollò nessuno edificio dell'antica Pompei.

Nel periodo repubblicano adesso è crollata la Domus dei Gladiatori e si temono ulteriori crolli....