Alla Regina Elisabetta il Bafta ad honorem per il suo sostegno al cinema e per la sua interpretazione nel ruolo di "Bond girl"
Anche il cinema britannico si inchina alla Regina

4 aprile 2013

La regina Elisabetta II ha ricevuto un Bafta ad honorem - acronimo di British Academy of Film and Television Arts, l'equivalente britannico degli Oscar - per il suo sostegno all’industria cinematografica britannica , ma anche e soprattutto per la sua interpretazione a sorpresa nel ruolo di Bond Girl a fianco di Daniel Craig alla cerimonia inaugurale delle Olimpiadi di Londra del 2012.

L’attore regista Kenneth Branagh ha consegnato alla regina il trofeo d’oro, nel corso di una cerimonia nel castello di Windsor organizzata in onore del cinema britannico.
Alla cerimonia erano presente trecento persone famose del cinema, tra i quali il regista di Guerre Stellari George Lucas, che sono arrivati apposta anche da Hollywood per dimostrare apprezzamento per il cinema britannico.

Il presidente dei Bafta, John Willis ha affermato :
«La regina è la madrina» di numerose organizzazioni a difesa del cinema e «recentemente è stata la star dei Giochi olimpici di Londra, interpretando la James Bond girl più memorabile».

Durante i festeggiamenti per i suoi 60 anni di regno la Regina ha dimostrato un'insospettato senso dell'umorismo.
L'estate scorsa la Regina aveva sorpreso tutti accettando di partecipare alla Cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra in un finto spezzone di un film di James Bond.
La Regina Elisabetta II aveva accettato di farsi filmare a Buckingham Palace con Daniel Craig, l'agente 007 in carica, mentre una sua controfigura aveva poi completato la missione lanciandosi da un elicottero con il paracadute nello stadio olimpico, in diretta televisiva durante la cerimonia.
Con tempismo perfetto la Regina, con un identico vestito, si era poi presentata nel box reale dello stadio salutando il pubblico, compassata come sempre.

La Regina é patrona di Bafta, acronimo di British Academy of Film and Television Arts dal 1952, oltre che di diversi enti di beneficenza per ex attori ed attrici in difficoltá.

VIDEO