Il re Carlo Gustavo e la Regina Silvia di Svezia sono arrivati a Seul, in Corea del Sud, per una visita di stato di 4 giorni.

29 maggio - 1 giugno 2012

Seguendo le orme del principe Federico e della principessa Mary di Danimarca, che a loro volta sono stati seguiti dal principe ereditario Haakon di Norvegia, Re Carlo XVI Gustaf e la Regina Silvia di Svezia hanno iniziato la loro visita di Stato nella Corea del Sud.


All'Aeroporto Seongnam, la coppia reale è stata accolta da Bae Jae-hyun, capo del ministero degli Esteri sud-coreano e da una guardia d'onore, che in loro onore, era vestita con uniformi dell'antica monarchia della Corea.

Il re Carlo XVI Gustavo di Svezia e sua moglie, la regina Silvia, hanno visitato il Museo Nazionale di Corea a Seul dove hanno dimostrato il loro vivo interesse per la cultura e la storia coreana, apprezzando la bellezza degli oggetti coreani.

Al Museo Nazionale di Corea il ministro della Cultura Choe Kwang-shik ha spiegato ai sovrani di Svezia la corona d'oro del regno di Silla.

La Corea e la Svezia godono di un forte legame culturale a partire dal'ex re svedese Gustavo VI Adolfo, nonno del re attuale.
Il defunto re è stato uno degli archeologi che parteciparono allo scavo dell'antica tomba a Gyeongju (capitale dell'antico regno di Silla) nel 1926 quando il paese era sotto il dominio coloniale giapponese.
Allora principe della Svezia era a Corea in luna di miele in Asia, e aveva scoperto una corona d'oro del regno di Silla (57 aC-935 dC), che è attualmente in mostra al Museo Nazionale Gyeongju.

Inoltre la regina ha espresso il suo interesse per un Bangasayusang, una statua di bronzo dorata.

Il re e il ministro coreano si erano incontrati nel febbraio alla cerimonia di apertura della sala coreana al Museo East Asia di Stoccolma, quando Choe promise al re che lo avrebbe portato al più grande museo del paese durante la sua visita in Corea.

LINK
kungahuset