Un mese dopo il massacro di Oslo e Utøya Island, si è tenuta una solenne cerimonia commemorativa nella sala concerti Spektrum di Oslo per ricordare le 77 persone uccise da un fanatico.

22 agosto 2011

Tutta la famiglia reale norvegese si è recata al Spektrum Arena di Oslo, dove hanno partecipato complessivamente circa 6700 persone, formate da parenti delle vittime e da operatori di emergenza.

La famiglia reale era al completo, compresi la giovane principessa Ingrid Alexandra, suo fratellastro Marius, la principessa Martha Louise e Ari Behn.
La Principessa Mette-Marit, che ha perso un fratellastro nella follia omicida di Utøya, non è riuscita a trattenere le lacrime durante la cerimonia.

Re Harald V di Norvegia è stato accolto con un lungo e scrosciante applauso ed ha preso la parola.

"Io sono convinto che la libertà è più forte della paura", ha detto Sua Maestà.

"C'è poco da aggiungere a quello che è stato già detto. Le ultime quattro settimane sono state difficili per tutti noi, ma questo è anche il motivo per cui siamo qui tutti insieme.

"I miei pensieri sono verso coloro che sono stati direttamente colpiti dalle azioni terroristiche e che hanno perso qualcuno che amava."

"Credo fermamente nella nostra capacità di vivere nel nostro paese libero e aperto", ha detto il re.

Alla cerimonia c'erano anche il principe ereditario Federico di Danimarca, e la principessa ereditaria di Svezia Vittoria, che hanno deposto dei fiori davanti alla Cattedrale di Oslo.

Nel sito della Casa Reale di Norvegia c'è il discorso e il video di Re Harald V .